Camin tra la musica e piantumare @francescocamin

Camin tra la musica e piantumare

Francesco Camin ha presentato il suo ultimo LP “Palindromi“, il disco che germoglia, lo scorso Martedì 15 gennaio 2019, al Memo Restaurant di Milano. Disco interessante che ha anche una bella iniziativa di valore, perché userà i ricavi per piantumare (le prime in Africa) in zone dove il problema del disboscamento è maggiore. Tra l’altro, ieri sera, oltre a proporre il suo cd ne aveva un’altro in carta intriso di semi. Da piantare e fare germogliare, sono piccole cose ma davvero di grande significato. Il disco è prodotto da Roberto La Fauci e registrato/mixato da Marco Sirio Pivetti, su etichetta Lady Lovely Label con distrubizione Goodfellas.

Ieri sul palco con il cantautore c’erano: Jack Barchetta (basso), Daniele Volcan (batteria e percussioni), Davide Rosestolato (chitarre), Francesco Cannito (pianoforte e synth), Riccardo Sasso (tastiere e synth) e Marco Sirio Pivetti (sound engineer).

 

Francesco

È laureato in Scienze Forestali e Ambientali ma ha deciso di fare altro (il postino nel suo Trentino) così da non essere molto distratto dalla sua vera occupazione: il cantautore. I suoi pezzi però non devono distrarre dalle qualità canore, è anche molto bravo. Ho scelto una cover, il video qui sopra, di Lucio Dalla (“Henna”) non solo per il legame con il bolognese che ho da tanti anni nel cuore. Ma perchè fare Lucio non è da tutti e rendere in suo pezzo della qualità è proprio un test. Come l’ha passato lo potete sentire nel video qui sopra.

Dice di lui

«Sono innamorato degli alberi, li ho studiati durante il mio percorso accademico in campo scientifico e di recente ho voluto sviluppare un’idea che li metta in luce da un nuovo punto di vista, che li veda molto più vicino a noi di quanto siamo abituati a pensare, molto più “insegnanti” di quanto siamo abituati a pensare. Credo che ognuno di noi sia profondamente connesso con ciò che lo circonda e il mio intento è ritrovare questa connessione, nello specifico appunto verso gli alberi. Con il mio disco voglio quindi raccontare questo mio amore e questa mia visione delle cose, e nel concreto sto facendo crescere nuove piante in Africa e Sud America attraverso la mia musica per dare il mio seppur piccolo contributo alla riforestazione della nostra Terra, ho poi aperto un blog e videoblog in cui racconto le piante da un punto di vista più calato nel nostro quotidiano, cercando dei parallelismi con l’uomo. Infine all’interno del mio album ci sarà un disco di carta intrisa di semi, che germoglia davvero se messo sotto terra».

Info

www.francescocamin.com

www.facebook.com/francesco.camin

@francescocamin

www.youtube.com/francescobelow

 

Annunci

UJIG Fusion al Gecko23

UJIG Fusion al Gecko23

Chiude la prima rassegna al Gecko23 (ex Taxi Blues), in via Brembo 23 a Milano, dedicata alla musica Jazz. Il 24 Gennaio 2019 dalle ore 21.30 chiudono “Jazz in Taxi” gli UJIG, i gruppi di questo genere non brillano certo per i nomi, band sperimentale italo-austriaca a cavallo tra la fusion e rock. Nell’occasione presenteranno il loro LP “The Necessity of Falling” (2018). Il gruppo è composto dagli austriaci Konstantin Kräutler e David Ambrosch e dagli italiani Edoardo Maggioni e Marco Leo.

La manifestazione ha visto serate davvero di grande qualità con musicisti del calibro di Gigi Cifarelli e Paolo Tomelleri, passando anche per Francesco Mauro.

UJIG-locandina_b.jpg

Info

24 gennaio 2019 h.21,30 – GECKO23, via Brembo 23 – Milano

Ingresso con concerto e prima consumazione obbligatoria € 10,00

www.facebook.com/gecko.via.brembo.23/?ref=br_rs

Mia Martini al cinema

Mia Martini al cinema

Sarà nei cinema, 14/15/16 Gennaio 2016 selezionati dalla Nexo Digital, di tutta Italia “Io sono Mia” il film evento prodotto da Eliseo Fiction in collaborazione con Rai Fiction, diretto da Riccardo Donna e scritto da Monica Rametta. Ad interpretare Mimì la strepitosa Serena Rossi, non è solo stupefacente come riesci a riproporre il modo di cantare, così particolare e che è così cambiato negli anni, ma che anche canta lei direttamente le canzoni non certo facili. Queste sera al cinema e poi, dopo il Festival, sarà anche in onda sulla Rai in prima serata

Mimì da cantare

Certo le strade erano due: usare la voce originale della Martini o ricantarla avvicinandosi il più possibile all’originale. Cosa molto difficile per altro, così come usare le voci originali potevano fare passare le interpretazioni della Rossi banali playback. Allora ecco la terza opzione ricantarla in modo originale. Alla prima canzone fa un po’ strano sentire i pezzi che così bene si conoscono cantati in maniera così diversa. Più si va avanti più questa opzione invece mi è sembrata davvero vincente. Serena è stata strepitosa, la stessa Loredana Bertè alla conferenza stampa si è profusa in complimenti. Le era sembrato di vedere sua sorella in quella pellicole. Senza contare anche i complimenti a Dajana Roncione che l’ha impersonata davvero in modo egregio. Bravissima anche lei.

L’intervista con la Martini

Racconto spesso della mia intervista, da giovane cronista, a Mia. Pochi mesi, pochissimi, prima della sua scomparsa. Fu all’RTI Music, nella sede di Mediaset, con il compianto Antonio Nocera a raccomandarsi. Ricordo ancora quelle voci figlie del sottosviluppo culturale italiano anche di colleghi che, ridendo e scherzando, mi chiedevano se davvero avrei avuto il coraggio di intervistarla. Quanta stupidità. Però lei fu gentile e dolce, mi fece molti complimenti e mi incoraggiò, risposte a tutte le domande con tanti riferimenti al passato. Mi tocco molto, non ho mai dimenticato quella giornata perché avevo sentito davvero forte la sua sofferenza. Chi avrebbe pensato che ne giro di pochi mese se ne sarebbe andata?

Il film

Racconta la sua vita, le sue sofferenze e la sua rivalsa. Con la consulenza della sorella la sua storia la possiamo considerare attendibile nella totalità. Io ho un’altra versione dello scippo della vittoria, andata poi a “Portami a ballare”, al famoso Festival. Il suo pezzo era stato inciso per dei promo radiofonici da Marco Masini, all’epoca sconosciuto, con il titolo “Gli uomini si cambiano” diventata poi per lei “Gli uomini non cambiano” ma non era più totalmente inedito. Per evitare la squalifica le diedero il secondo posto. Io almeno la conosco così questa vicenda. Nella storia manca Ivano Fossati, che ha preferito non dare l’autorizzazione e alla luce di tante cose posso immaginare, sostituito da un fantomatico “fotografo”. Però voi, come me, pensate che invece quella era la parte del cantautore. Perché di quell’amore li lei poi raccontava e quello che mi disse, incontrando lui non ho mai avuto il coraggio di raccontarglielo. Straordinario cast, diretti da Riccardo Donna ci sono: Serena Rossi, Maurizio Lastrico, Lucia Mascino, Dajana Roncione, Antonio Gerardi, Nina Torresi, Daniele Mariani, Francesca Turrini, Fabrizio Coniglio, Gioia Spaziani, Duccio Camerini, Simone Gandolfo con Corrado Invernizzi e con Edoardo Pesce.

 

Kalabrugovich al Teatro Oscar #intervistemilanesi

Kalabrugovich al Teatro Oscar

Tornano le “Risate da Oscar”, organizzate da Karmartistico capitanate da Francesco Ruta, con Pino dei Palazzi il personaggio di Giancarlo Kalabrugovich noto da Zelig in poi. Sarà a Teatro Oscar di Milano, in via Lattanzio, Sabato 19 Gennaio 2019 con inizio alle ore 21. Non mancherà a scaldare il pubblico il capo comico Bruce Ketta (Matteo Iuliani), che non si occupa solo di presentare ma anche di preparare il pubblico al comico di turno. Tra gli ospiti anche Sara Licata Lass, una fashion blogger/influencer che verrà a raccontarsi prima dello spettacolo.

Fabio Ricci, Luca Checchelli, Giancarlo Kalabrugovich e Francesco Ruta

Fabio Ricci, Luca Checchelli, Giancarlo Kalabrugovich e Francesco Ruta

Pino dei Palazzi

Pino è un personaggio che tutti noi, che siamo nati tra i sessanta e i settanta, conosciamo bene sbruffone di periferia. In realtà un emarginato che proviene da una situazione difficile, che trova, tenta, il suo riscatto nel bullismo. Giancarlo racconta questo mondo molto bene, essendo cresciuto circondato dai Pino dei Palazzi. Come tutti quelli cresciuti nelle città o nei paesi che ospitavano queste case popolari sterminate. Nell‘intervista, nel video qui sopra, ci racconta direttamente come è nata la sua comicità tra monologhi e rumori che caratterizzano la sua comicità.

Info

Biglietti: Francesco Ruta – 331 743 5613 – karmusicalive.f@gmail.com Dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 17,30. Sabato solo telefonicamente o via mail. Ultimi ed eventuali posti liberi presso la biglietteria del Teatro Oscar saranno disponibili la sera del 19 gennaio dalle h.19,00 alle 20,30. Prevendite on-line al link: https://prevenditekarmartistico.ecwid.com Prezzo € 10,00 (+ € 2,00 di prevendita) Ingresso in teatro per il pubblico dalle h.19,30 alle 20,50. Durata spettacolo h.21,00-22,30 circa. Teatro Oscar Via Lattanzio 60/B Milano

intervista www.fabioricci.it

 

Vinili, dvd e libri al Pub #milanostasera

49649125_533057197196899_7089720687513829376_n-1.jpg

Vinili, dvd e libri al Pub

Oggi, sabato 12 dicembre 2018 dalle ore 14 fino alle ore 20 con ingresso gratuito, presso il Bootleg in via Coluccio Salutati al 2 di Milano si terrà l’incontro Vinyl & Brew. Si potranno scambiare o vendere vinili ma anche cd, dvd, bluray o libri musicali. Ovviamente anche bevendosi una birra in questo pub che è il ritrovo della comunità inglese di Milano, soprattutto degli amanti del calcio inglese che si segue. Qualcuno se lo ricordava quando si chiamava Magia Music Meeting, dove hanno suonato praticamente tutti gli appartenenti alla scena milanese. Con questa iniziativa si riprende anche a fare tornare la musica in questi locali.

Info

Bootleg – Via Coluccio Salutati, 2 – 20144 Milano

https://www.facebook.com/events/568797533529122/

info@fieradeldisco.com 3888262495
Fare Media (Luca Varani) 3316181424

Cover Story al Caffè Letterario Colobrì #milanostasera

49896975_10151147903809969_2627249370617085952_o.jpg

Cover Story al Caffè Letterario Colobrì

Questa sera, sabato 12 gennaio 2019 alle ore 18, ci sarà la presentazione del libro di Roberto Angelino intitolato “Cover Story”. Con l’introduzione di Luciano Tallarini e pubblicato da Vololibero Edizioni tratta segreti e aneddoti su 150 copertine della storia della musica italiana.

COVER STORY Copertina_S.jpg

Info

Caffè Letterario Colibrì Via Laghetto 9/11 Milano

www.vololiberoedizioni.it

Nuovo Ferro a Novembre @tizianoferro

TZN_XX.jpg

Nuovo Ferro a Novembre @tizianoferro

Lo so, dopo tre anni da “Il mestiere della vita”, annunciare con praticamente un anno di anticipo una uscita discografica fa sorridere ma così è! Quindi il 22 novembre 2019 uscirà il nuova album di Tiziano Ferro, prodotto con Timbaland per Virgin Records (Universal Music Italia). Ovviamente anticipato da almeno un singolo. Non so voi ma sono curioso di ascoltare come hanno lavorato i due. La voce a Tiziano non manca… ah del titolo non so ancora nulla.

Info

www.tizianoferro.com

www.instagram.com/tizianoferroofficial/

www.facebook.com/tizianoferro/

www.youtube.com/user/tizianoferrochannel

www.twitter.com/TizianoFerro