“Storia e Religioni dell’India” a Pavia

“Storia e Religioni dell’India” a Pavia

A partire da Domenica 10 novembre 2019 (dalle 14:30 alle 18:30) presso il Dojo Maharishi Sathyananda a Via Busca al 55A Mezzanino in provincia di Pavia si terrà il 1° Seminario teorico di “Storia e Religioni dell’India“. Condotto da Enrico Baccarini, che vedete sopra in una nostra intervista e sotto in uno dei tanti interessanti convegni sulle civiltà dell’Indo, porterà gli iscritti a conoscere di più questa affascinante cultura. Alla fine dei 3 moduli (le altre date saranno il 1 dicembre 2019 e il 19 gennaio 2020) sarà rilasciato un certificato di partecipazione finale. Il dojo andrebbe visitato anche vuoto, tanta è la pace e l’energia che questo posto trasmette a chi vi si reca. Di Enrico è fin troppo facile parlane bene, il suo amore per questa cultura e la sua ottima divulgazione affascinano sin dal primo istate. Fortunati ad averlo spesso gli amici pavesi, sarà il caso di iniziare ad organizzare qualcosa qui a Milano.

73137435_10218510786993484_711056673648672768_n.jpg

Sinossi del corso

I seminari di Storia e Religioni dell’India presso il Dojo Maharishi Sathyananda hanno lo scopo di formare e preparare lo studente a padroneggiare con competenza, profondità e sicurezza le molteplici e complesse conoscenze che sono parte di questo antichissimo ed articolato sistema culturale.

L’india e la sua storia

L’India e l’Oriente sono nella loro intima essenza realtà ancora oggi del tutto sconosciute in Occidente. Nel percorso di studio delineato in 3 incontri saranno approfondite le origini storiche di questa cultura (databile quantomeno all’8.000 a.C.) sia da un punto di vista archeologico che culturale/mitologico. Analizzeremo lo Yoga antico e l’evoluzione avuta con Patanjali e alla fine del XIX secolo. Analizzeremo il periodo Harappa, vedico, brahmanico e le innumerevoli sfaccettature dell’induismo fino alle recenti correnti neo-induiste. Studieremo come nacque il buddismo e come si è diramato e diversificato nei secoli così come il Jainismo e il Sikhismo.

Schermata 2019-10-30 alle 18.30.47

Secondo modulo

Nel secondo modulo affronteremo in dettaglio le diverse spiritualità e filosofie indiane, dalle Darshana ai vari sistemi teologici e di pensiero di cui questa realtà si compone focalizzando la nostra attenzione sul profondo retaggio contenuto all’interno dei suoi millenni di storia. Vedremo i concetti di Karma e le diverse vie di salvezza induiste, la Joitisha (astrologia) indiana, i Tantra e le sue sfaccettature fino a giungere al Vamachara, la via della mano sinistra indiana.

Miti e leggende induiste

I miti e le leggende induiste assieme alle epiche del Ramayana e del Mahabharata saranno approfondite e oggetto del terzo modulo in cui ci soffermeremo anche sui numerosi misteri che attorniano questa antichissima tradizione culturale. La danza e i mudra così come la visione dettata dall’Ayurveda e dall’arte marziale indiana (Kalaripayattu) completeranno, assieme ad altri temi, il nostro percorso formativo!

Info

https://www.dojoms.it

https://www.enigmaedizioni.com

Dojo Maharishi Sathyananda a Via Busca al 55A Mezzanino in provincia di Pavia

Per info, costi e prenotazioni obbligatoria scrivere a info@dojoms.it o telefonare allo 3515704241

“Anfitrione” al Teatro Manzoni

“Anfitrione” al Teatro Manzoni

Da giovedì 31 ottobre 2019 e fino al 17 novembre 2019, il Teatro Manzoni di Milano ospita “Anfitrione” di Sergio Pierattini. Per la regia di Filippo Dini e con gli strepitosi: Gigio Alberti, Barbara Bobulova, Antonio Catania, Giovanni Esposito, Valerio Santoro e Valeria Angelozzi. Presentato da “La Pirandelliana” in collaborazione con Fondazione Teatro della Toscana si avvale delle scene di Lauro Boenzi, costumi di Alessandro Lai, luci di Pasquale Mari e le musiche di Arturo Annecchino.

Cn5i6Gtw.jpeg

Note dell’autore

L’Anfitrione del 2019 è un arrembante politico, o meglio, un dilettante populista che, con la sua esordiente formazione politica, ha appena sbaragliato gli avversari con un sorprendente e inatteso plebiscito. Sosia, che Plauto e Molière vollero suo servitore, si è trasformato in un autista portaborse, mentre la bella Alcmena, moglie del trionfatore delle elezioni e prossima First Lady, è divenuta insegnante di scuola media di una piccola città di provincia. Ma come si sono trasformati in questa contemporanea riscrittura di uno tra i più conosciuti classici della comicità, Giove e Mercurio, gli dèi che hanno dato vita al mito della nascita di Ercole grazie all’innamoramento di Giove per la moglie di Anfitrione?

7hX7nQdw.jpeg

La risposta

La risposta sta nel meccanismo perfetto di una vicenda drammaturgica che, affinandosi, ha attraversato i secoli, da Plauto fino a Giraudoux, con il suo Anfitrione 38, passando da Molière, Kleist e molti altri. Gli dèi, incuranti dell’incredulità e dello scetticismo che li circonda dalla fine del mondo classico, continuano ad agire e a sconvolgere con il loro intervento, allora come oggi, gli umili e i potenti. Giove, per avere Alcmena, gabbandone il marito, fa vincere le elezioni all’improbabile Anfitrione, che quando arriva a casa da neo deputato destinato alla carica di Presidente de Consiglio, si trova alle prese con un intrigo che la sua intelligenza non è in grado di sbrigare. La stessa Alcmena è protagonista di un inganno che a poco a poco le si svela attraverso il gioco di cui ella stessa è vittima.

RLAjPUXA.jpeg

I protagonisti

I protagonisti si sdoppiano: c’è un Anfitrione becero, volgare e arrogante e un Anfitrione interpretato da Giove, gentile e modello dell’uomo perfetto o quasi. Gli fa eco un’Alcmena nevrotizzata e vittima della sciatteria del marito, a fronte di un’altra Alcmena, dolce e sensuale che vediamo alle prese con Giove quando prende le sembianze di Anfitrione. La metamorfosi investe anche i personaggi che appartengono alla scala sociale inferiore. Il modesto Sosia, ha il suo alter ego in un Mercurio diabolico e sfrontato, e sua moglie Bromia, si trova alle prese con i suoi due “mariti” Sosia e Mercurio, e la sua preferenza verso il secondo è scontata. L’altalenarsi tra verità e inganno, intesi e malintesi, genera situazioni comiche, bizzarre e spiazzanti che fanno da specchio alle sempre più grottesche e disorientanti vicende del nostro presente.

Info

www.teatromanzoni.it

 

Finale Donida a Milano

_private_var_mobile_Containers_Data_Application_63702251-EE84-47FA-B64D-7786368CC573_tmp_E84BBD3A-A62C-4A32-A373-F7C1C9C65F78_Image.jpeg

Finale Donida a Milano

Questa sera, Mercoledì 30 Ottobre alle ore 21, al Memo Restaurant Music Club di Via Monte Ortigara 30 a Milano si terrà la finale del decimo “Premio Donida”. Dedicato agli esordienti, il vincitore porterà a casa la pubblicazione del suo pezzo, sotto forma di singolo, distribuito in tutti i maggiori store digitali con edizioni Saar Records / La Compagnia di Donida e avrà una promozione professionale di almeno 90 giorni in radio, tv, carta stampata, con interviste e passaggi per promuovere il brano. Che oggi vale più, la promozione, di qualsiasi altro premio per un artista esordiente. Senza dimenticare il premio che lo stesso Memo darà, con la scelta di Egle Spaggiari direttrice artistica del locale, consistente in una data in questo prestigioso locale. Complimenti a Monica Donida che porta avanti l’eredita di famiglia con tanta qualità e dedizione, questa sera cade anche il compleanno del maestro Carlo che ricordiamo maggiormente con un sorriso.

I finalisti

I 15 finalisti in gara sono: Florinda Venturella, Dandy Pop, Grimaldi, Settembre, Giovi & Massimo Francescon, Diorhà, Angelo Cicchetti, Alessandro Balestri, Alex Mattiello, Bif, Giulja, Vanessa Semprini, Carmelo Piraino, Eleonora Spinelli e Erica Salvetti. Ad accompagnarli ci sarà una band live e la serata sarà presentata da: Francesco Mogol. Durante la finalissima si esibiranno Ylenia Iorio, vincitrice della scorsa edizione del Premio Donida, e Alberto Giuntini, vincitore della seconda edizione del Premio Donida Junior che si è svolto a Bologna il 19 Ottobre scorso senza dimenticare Einar che sarà l’ospite noto della serata.

Giuria

Giuria di qualità, con anche qualche amico e collega che stimo, composta da: Boris Guertler (direttore generale Saar Records), Depsa (autore musicale, televisivo, teatrale e scrittore), Tony Vandoni (Direttore Artistico Musicale Radio Italia), Massimiliano Longo (Direttore All Music Italia), Luca Viscardi (conduttore radiofonico di Radio Number One e blogger italiano), Laura Valente (cantante, musicista e docente al Cet di Mogol) e Dario Brioschi (cantautore, autore e compositore).

Info

http://www.premiodonida.it

https://www.memorestaurant.com

Memo: Via Monte Ortigara al 30 Milano

Mandala Voices le date

Grandi ragazze

Botteghe Milanesi

Mandala Voices le date

Le Mandala Voices, delle quali abbiamo già parlato qui e sopra vedete l’ultima intervista (quella relativa alla raccolta di fondi per il video, animeranno autunno e inverno 2019/20 con una serie di eventi diversissimi ma tutti molto interessanti. Lo scopo e stare bene con la musica e non solo. Queste quattro ragazze sono davvero dei soli artistici, le loro voci i loro suoni si uniscono in questo magico cerchio teso a dare bene a chi partecipa. Insomma io qualcosa lo seguirei proprio. Brave Laura Schmidt, Odette di Maio, Chiara Comai e Daniela Cavallini per ognuno di questi eventi.

Mv Training (Workshop “A voce libera”)

1- Torino Sabato 9 Novembre 2019 – dalle h 15:00 alle 18:00
c/o Om Kama Holistic & Meditation center – Via Giulia di Barolo 16, Torino (TO)
(evento FB: https://www.facebook.com/events/986991658307940/)

2 – Brescia Domenica 17 Novembre 2019 dalle h 10:00…

View original post 413 altre parole

“Players” la fotografia di Elvio De Santis

Calimero Elvio de Santis

Calimero Elvio de Santis

“Players” la fotografia di Elvio De Santis

Inaugura oggi, venerdì 25 ottobre 2019 e fino al 23 Novembre, la mostra “Players”, a cura di Federicapaola Capecchi, prima personale del fotografo Calimero Elvio de Santis. Alle 18,30 la vernice presso la Casa Museo Spazio Tadini via Niccolò Jommelli 24 di Milano.

Calimero Elvio de Santis

Molti lo conoscono come Calimero, mago/comico di grande talento, molti come Elvio de Santis che si occupa di assistere malati terminali con un grande cuore. Ma quello che meno persone sanno è del talento di Elvio per la fotografia. Iniziato come quasi un gioco, nel suo tempo libero, ha iniziato a girare per Milano fotografando sconosciuti. La sua bravura è anche quello, al giorno d’oggi dove tutti sono spaventati dal falso mito della “privacy”, di convincere le persone a farsi raccontare dal suo obiettivo.

72487981_3174261795979168_184201071332163584_n.jpg

La fotografia oggi

La fotografia è l’occhio del fotografo, lo dico sempre e lo penso davvero, mai come in questo caso si evince la profondità dell’indagine di questi lavori. Come uno sguardo racconta storie di vita, che Elvio estorce con il suo disarmante sorriso. Sono sempre molto critico sulla fotografia contemporanea come prima cosa per l’eccessivo uso del fotoritocco, alla fine sono “dipinti” non fotografie, ma soprattutto per la mancanza di anima. Vedo foto che non dicono nulla o con pretese comunicative troppo, appunto, pretenziose. Elvio si avvicina a questa nobile arte con lo spirito di un esploratore di anime, raccontando umanità come pochi. Come i grandi di questo settore, pensare che è da poco che si è lanciato in questa ricerca e già ha raggiunto queste vette non può che farmi pensare che presto dovrà fare una scelta nella sua vita. Se qualcuno dovesse raccontarmi, in fotografia, sicuramente quel qualcuno che sceglierei sarebbe lui.

73399831_565084600901349_5391775460906500096_n.jpg

Info

Casa Museo Spazio Tadini via Niccolò Jommelli 24 di Milano

https://spaziotadini.com

https://www.facebook.com/events/408092769840499/?event_time_id=408092789840497

qui sotto la diretta con un’anteprima della mostra

Arrivano a Milano le Streghe #stregami #leintervistesuldivano #intervistemilanesi

Arrivano a Milano le Streghe

Un festival dedicato alle streghe questo StregaMi che si terrà a Milano, presso la Corte dei Miracoli, il 31 ottobre e il 1° novembre 2019. Ci saranno: conferenze, docufilm, letture drammatizzate, spettacoli teatrali e aperitivi a tema. Si parlerà di streghe, ovviamente, ma anche della stupidita che le ha fatte perseguitare nei secoli. Nell’intervista, qui sopra in video, che ho realizzato con Paola Giacometti (la prima strega a #leintervistesuldivano) si parla anche di queste cose. Ma non solo visto che l’attrice è tra le protagoniste di questa manifestazione con ben due diversi spettacoli. StregaMi è organizzato dal Teatrouvaille, diretta dalla stessa Paola, con l’Associazione Villa Pallavicini il tutto con il patrocinio del Comune di Milano. Qui sotto il programma delle due serate.

HnNKYn4Q

Giovedì 31 Ottobre

ore 19.00-20.00: Conferenza del Professor Paolo Portone
ore 20.00: Aperitivo a tema
ore 20.30: Docufilm: “La genesi di un mito. L’invenzione della strega diabolica
ore 21.30: Spettacolo: “Nel labirinto delle streghe liriche” con Paola Giacometti e Gustavo La Volpe (e la partecipazione di Daniela Antongiovanni, Sonia Gaggio, Cinzia Virardi e Renata Zancanella)

Venerdì 1° Novembre

ore 19.00-20.00: Conferenza dello Scrittore Valerio Giorgetta, introduce il giornalista Franco Capone
ore 20.00: Aperitivo a tema
ore 20.30: Docufilm “Cos’è la stregoneria
ore 21.30: Lettura drammatizzata “Le streghe milanesi” con Paola Giacometti e Margó Volo

Info

Corte dei Miracoli via Mortara 4 a Milano, ci si arriva con: Tram 2-9-10-14; Bus: 74 (Porta Genova) Ingresso all’intero programma di una singola giornata: 15 euro Ingresso per i soci de La Corte dei Miracoli: 10 euro

https://www.facebook.com/stregami/

http://www.teatrouvaille.com/

Alle “Risate da Oscar” arriva Fabrizio Fontana

Fabrizio-Fontana.jpg

Alle “Risate da Oscar” arriva Fabrizio Fontana

“Le so tutte!” direbbe il prossimo comico che si esibirà alle “Risate da Oscar”, Sabato 26 ottobre 2019 alle ore 21 presso il Teatro Oscar in via Lattanzio a Milano, che poi è Fabrizio Fontana. Oltre ad essere una delle star di Zelig e Colorado attualmente è impiegato assiduamente a Striscia la Notizia (Capitan Ventosa), cosa che ci ha impedito di fare la classica intervista. Sarà per la prossima ovviamente diamo notizia dello spettacolo perché l’impegno di questi ragazzi merita il nostro supporto sempre. Lo spettacolo sempre guidato da Matteo Iuliani, aka Bruce Ketta, ed organizzato con l’agenzia di Francesco Ruta KarmArtistico Italia.

Fabrizio_Fontana-Le-so-tutte-2_b.jpg

Fabrizio Fontana

Uno spettacolo “in evoluzione creativa” nel quale il comico porta in scena diversi personaggi che lo hanno reso celebre da James Tont a oggi a partire dai precedenti spettacoli “Non solo Tont” e “Fontana le sa tutte!”. Dai monologhi autobiografici agli sketch più famosi passando per i noti tormentoni per chiudere con una particolare riflessione sul senso della vita, prendendo spunto da un gioco da bambino. «Da una decina d’anni a questa parte, e non solamente a Milano, sto assistendo creativamente ad un abbassamento della qualità dei contenuti nel cabaret» afferma Fontana. «C’è più la tendenza a sdoganare concetti semplici, spesso al limite della volgarità. Non che il cabaret sia mai stato filosofia ma ai tempi di Zelig c’erano logiche etiche e comiche che si basavano più su contenuti originali, sia che si trattasse di humour demenziale o poetico. Probabilmente anche perché quel periodo storico era diverso. Più sereno sicuramente. Negli ultimi anni ha pesato inevitabilmente anche l’avvento dei social, in accordo alle nuove regole del “mordi e fuggi”. Mi sembra che i creativi oggi si sforzino meno e che gli spettatori facciano più fatica a cogliere quegli spunti che una volta invece c’era più piacere di condividere in termini di riflessioni, pur in forma comica».

Info

Per le precendite: Francesco Ruta Cell. 331 743 5613 – karmusicalive.f@gmail.com – KarmArtistico Italia (StudioManagementTv) – Dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 17,30. Sabato solo telefonicamente o via mail. Chi desidera verificare la disponibilità degli ultimi ed eventuali posti liberi presso la biglietteria del Teatro Oscar potrà farlo esclusivamente la sera del 26 ottobre dalle h.19,00 alle 20,30.

Prevendite on-line al link: https://prevenditekarmartistico.ecwid.com

Prezzo € 10,00 (+ € 2,00 di prevendita) – Ingresso in teatro per il pubblico dalle h.19,30 alle 20,50 – Durata spettacolo h.21,00 – 22,30 circa.