Muss es sein Es muss sein

Muss es sein Es muss sein

Uno degli scopi di questo blog è produrre valore. Non solo le #intervistesuldivano e #storiedisalaprove, ma anche supportare la qualità nel mondo dell’arte. Posseggo un cd, che ho fatto io da un vinile, di Leo Ferrè che in Italia non è più disponibile. Si intitolava “La musica mi prende come l’amore” e fu pubblicato nel 1977

Leo Ferrè

Gli studi Regson

Il lavoro fu registrato, presso gli studi Regson di Milano, da Paolo Bocchi e i testi furono tradotti ed adattati da Guido Armellini. Ho dedicato questo video con la versione originale italiana di “Muss es sein Es muss sein” seguita dal “Coriolano” di Ludwig Van Beethoven perché unite dal tema dell’immortale arte musicale. Leo nella canzone dialoga con il compositore tedesco, chiedendosi dove sarebbe finita la Musica. Se fosse cosa da annoiati intellettuali o di profonda radice popolare, il francese la vuole nelle strade. Anzi si augura anche una Beethoven Strasse.

Paolo Bocchi

Paolo Bocchi

Il mio ricordo

Quando Paolo Bocchi, a metà degli anni novanta, rispolverò il master ero con lui nella sala del mixer della Regson. Mise il nastro mi guardò e mi disse si sedermi ed ascoltare, alzò il volume di molto e restò in piedi davanti alla sua postazione. Restai subito colpito da Ferrè che non avevo mai ascoltato, queste cose erano di quando io avevo 10 anni e il poeta francese era già mancato da diversi anni. Emozionato da quella musica, quella poesia quell’urgenza poetico/narrativa, che compresi molti anni dopo grazie al Teatro degli Incontri di Milano, mi avvicinai al banco della regia e a Paolo. In quel momento mi accorsi che stava piangendo, emozionato da quell’immensità e dal ricordo dell’amico artista.

Gli Studi Regson di Milano

Il cd

In quell’occasione mi presto il vinile originale, che aveva a casa e mi portò nei giorni successivi. Ne trassi un cd, in epoca in cui avere un masterizzatore a casa era una cosa da extra nerd. In questo periodo di Corona Virus ho approfittato per mettere ordine tra i miei cd, a dire il vero ho anche rispolverato l’hifi (non il wifi cari… parlo proprio dello Stereo ad alta fedeltà), ed è ricomparso misticamente questo dischetto che pensavo di avere perso. L’ho subito trasformato in mp3, che non si sa mai e salvato in 3 diversi hard disk esterni, precauzioni.

studio_A_01

Gli studi Regson oggi (Officine Meccaniche di Mauro Pagani)

Il video

Il video, che contiene Muss es sein Es muss sein e Coriolano, è molto semplice. In un temporale di questa primavera chiusi in casa, ho messo la telecamera in cortile a riprendere la pioggia che scendeva. Mi è sembrato subito adatto ad accompagnare questa poesia di Leo Ferrè. Ho ancora le altre canzoni del disco da “salvare” donandole alla rete, sto pensando in quale modo e formato sia più opportuno. Questo sperando che gli eredi decidano, invece, di recuperare loro questo materiale (nel caso so dov’è il master, contattatemi che vi passo il contatto), a quel punto non sarà necessario che lo faccia io.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...