Silent Bob e Sick Budda arriva “Piove ancora”

Silent Bob e Sick Budda arriva “Piove ancora”

Venerdì 5 Novembre 2021 è stato presentato, al Tunnel di Milano, il nuovo e secondo lavoro di Silent Bob e Sick Budda del titolo “Piove ancora”. Lavoro che vede all’interno le collaborazioni di Emis Killa, Drast e Speranza come si conviene ad un disco Rap. Li aspetto a #leintervistesuldivano, meritano attenzione. Sul fatto che questo lavoro sarà molto importante per la loro generazione non ho alcun dubbio, così come piace anche a me che per generazione sono esattamente genitore di un figlio di 22 anni.

“Piove ancora”

Decisamente Old School come intenzioni e basi che raccontano la rabbia e il disincanto di un giovane calato nella realtà. Nulla di effimero, niente frasette da rapper che “fa brutto” riempiendo le canzoni di luoghi comuni. Ma un pugno allo stomaco di un genitore, come me e pure separato, che ascolta parole di Silent Bob che tutto ha meno il silenzio del famoso personaggio che il regista Kevin Smith porta nei suoi film (Dogma su tutti per me). 

Dopo il “Piano B”

Il precedente “Piano B” ha funzionato parecchio, oltre 50 milioni di ascolti su Spotify, alzando di parecchio le aspettative per questo nuovo lavoro che esce per la Bullz Records, licenza esclusiva Believe Artist Services, ed è prodotto interamente da Sick Budd. Molto essenziale nei suoni e molto crudo, strano per un pianista che cresce a pane e jazz, ma davvero funzionale alle liriche del rapper di Garlasco (che dopo Ron sforna un altro artista, aria buona?). Nella conferenza, nel video sopra, i ragazzi si raccontano in questi due anni di incertezza per il nostro mondo, ovviamente non solo il nostro. Tanto tempo fermi a pensare male sicuramente non gli ha fatto, infatti il disco è davvero scevro di orpelli. Essenziale e diretto

Chi sono 

Silent Bob al secolo Edoardo Fontana, è un giovane artista classe 1999 che arriva dalla provincia pavese capace di unire retaggi di un suono moderno con l’attitude del classico Rap in stile anni ‘90. In lui coesistono in perfetto equilibrio molteplici sfumature ed influenze musicali: dalle melodie della Trap, all’eleganza del Jazz, senza dimenticare il dolore del Blues e la rabbia autentica del Rap. Dopo il più classico dei percorsi alla scoperta dell’Hip-Hop tra jam e battle di freestyle, nel 2017 partecipa ad un contest e si guadagna un posto nel roster di Bullz Records, etichetta indipendente milanese. Fondamentale nel disegnare la sua identità sonora e musicale è l’incontro con Sick Budd, beatmaker, producer socio della label, che lo porta ad una costante evoluzione della scrittura, via via più semplice e concentrata sul significato, e ad una sempre più caratterizzante valorizzazione del timbro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...