Alle “Risate da Oscar” torna Leonardo Manera

Alle “Risate da Oscar” torna Leonardo Manera

Dopo la strepitosa sera che vi abbiamo raccontato di qualche mese fa, torna alle “Risate da Oscar” torna Leonardo Manera. Si riderà di nuovo all’appuntamento mensile di KarmArtistico al Teatro Oscar di Milano, per la precisione Sabato 25 gennaio 2020 alle ore 21. Nel video qui sopra l‘intervista che gli ho fatto nella scorsa occasione, con lui si ride con apparente leggerezza. Apparente perché racconta storie che comunque non fanno solo ridere, ma sicuramente molto riflettere. La sua vena melanconica mi fa pensare spesso al mestiere di clown, ma non si trucca il viso, per il blues che fa uscire nei suoi monologhi. L’ho adorato nello scorso spettacolo e ve lo consiglio ad occhi chiusi (meglio aperti visto che sto scrivendo!). Ad aprire lo show l’esibizione dei Bis Lunghi e del rapper Ranzy insieme ad alcuni protagonisti di Uomini & Donne.

Leonardo-Manera#4

Leonardo Manera

Nome di punta di Zelig e Colorado e di serate dal vivo in tutta Italia e conduttore della trasmissione “I Funamboli” in onda tutte le mattine su Radio24 insieme al giornalista Alessandro Milan, sarà il prossimo artista in cartellone, sabato 25 gennaio alle 21,00 al Teatro Oscar di Milano. Solo la mimica gommosa del suo volto, una sedia, qualche giacca e una parrucca per un viaggio di puro cabaret all’insegna della consueta leggera ironia priva di apparente polemica, pur toccando temi d’attualità, siano personali o politici, economici o sociali. Ognuno trattato attraverso lo sguardo dei numerosi personaggi che lo hanno fatto amare negli anni o attraverso spassosi monologhi, alcuni portati in scena sin dagli anni ’90 in diverse trasmissioni televisive, alternati ad altri inediti, “da laboratorio”, alla ricerca di quel riscontro dal vivo che solo il pubblico teatrale sa dare.

Info

Francesco Ruta 331 743 5613 – karmusicalive.f@gmail.com. Dal lunedì al venerdì dalle 10,00 alle 17,30 in sede via Venosa 2. Sabato solo telefonicamente o via mail. Prezzo € 10,00 (+ € 2,00 di prevendita) Ingresso in teatro per il pubblico dalle h.19,30 alle 20,50.  Durata spettacolo h.21,00 – 22,30 circa. Teatro Oscar Via Lattanzio, 58/A Milano

Prevendite on-line al link: https://prevenditekarmartistico.ecwid.com

 

 

 

 

Ti è piaciuto questo post?

vuoi ringraziare offrendomi un caffè?

C’è Paypal

“Fabrizio De André e PFM. Il concerto ritrovato” al cinema

“Fabrizio De André e PFM. Il concerto ritrovato” al cinema

Il 17, 18 e 19 febbraio 2020 sarà nei cinema del circuito Nexo Digital, il film concerto “Fabrizio De André e PFM. Il concerto ritrovato”. Nell’occasione dell’ottantesimo anniversario dalla nascita di Faber, con la direzione di Walter Veltroni, esce questa opera ritrovata ed arricchita dalle interviste dei protagonisti ad accompagnare questo evento del 1979.

De André e la Pfm

Visto ora sembra la cosa più naturale del mondo, ma l’incontro tra l’estrema chiara pulizia della musica del grande cantautore genovese con la band progressiva milanese erano due cose apparentemente molto lontane. Erano tutti o quasi perplessi di questo connubio musicale e quanto si sbagliavano. Uno dei matrimoni meglio riusciti della musica italiana, dove l’arricchimento musicale , e le grandi voci della band non solo non hanno impantanato Fabrizio ma, al contrario, l’hanno ingigantito ulteriormente. Non vedo l’ora di vedere/ascoltare questo pezzo di storia musicale.

image002

Note della produzione

Lo storico filmato del concerto di Fabrizio De André con la PFM, recentemente ritrovato dopo essere stato custodito per oltre 40 anni dal regista Piero Frattari che partecipò alla realizzazione delle riprese, diventerà un docufilm diretto da Walter Veltroni, dedicato a quella indimenticabile pagina della storia della musica italiana. Dopo un lungo periodo di ricerca con il supporto di Franz Di Cioccio, il nastro che si credeva perduto per sempre è stato rintracciato e grazie al regista Piero Frattari, che lo ha salvato e conservato nel corso dei decenni, è stato recentemente possibile restaurarlo. Il docufilm ricostruirà quell’epoca indimenticabile che ha segnato un momento storico – l’irripetibile sodalizio artistico tra uno dei più grandi artisti italiani di sempre e la rock band italiana più conosciuta al mondo – partendo soprattutto dalla ritrovata registrazione video completa del concerto di Genova del 3 gennaio 1979, un documento veramente straordinario visto che si tratta delle uniche immagini di quell’incredibile tournée.

Info

www.nexodigital.it

#deandrepfm – #concertoritrovato

***

Ti è piaciuto questo post?

vuoi ringraziare offrendomi un caffè?

C’è Paypal

FDA-35_D.Ghezzi_D.Riondino_W.Veltroni_foto©_Franco_Oberto

Christian Frosio a #leintervistesuldivano #intervistemilanesi

Christian Frosio a #leintervistesuldivano

Il 10 gennaio 2020 è stato pubblicato il primo Lp di Christian Frosio. Cantautore bergamasco ha intitolato questo suo lavoro “Mille direzioni” e fresco di stampa è venuto a raccontarsi per le #intervistesuldivano nel primo giorno utile. Come considero nell’intervista, al contrario del titolo, trovo molto precisa la direzione di questo artista. Sarà che non ha 20 anni e oltre che a cantare si occupa di insegnare (anche ai bambini nella primissima infanzia), ma le idee le ha molto chiare. Questo si riflette in un lavoro molto omogeneo sia come temi trattati (la sfera personale in questo mondo) sia come arrangiamenti e sonorità. Questa volta abbiamo chiacchierato, anche a microfoni spenti di Lucio Dalla ma la prossima non sfuggirai ad un terzo grado sulla tue tesi dedicata a Demetrio Stratos!

416092_181234295342521_2080934805_o

Christian Frosio (biografia)

Christian Frosio è un cantautore bergamasco. Nato a Sant’Omobono Terme, piccolo paese di una piccola valle in provincia di Bergamo, a 6 anni comincia a suonare la chitarra e dieci anni dopo a scrivere le prime canzoni. Laureato al Dams Musica di Bologna (città che lo ha “adottato” per 9 anni) con una tesi sulla ricerca vocale di Demetrio Stratos, è cresciuto tra i vinili e le canzoni del cantautorato italiano. Dopo l’esperienza maturata in qualità di chitarrista e cantante in diverse cover band rock attive sul territorio di Bologna, Bergamo e Brescia (tra cui una tribute band dei Dire Straits), inaugura il suo progetto “Mille Direzioni” (titolo omonimo del primo album) che lo vede curare interamente la scrittura, l’arrangiamento e la produzione dei suoi brani. Parte da qui il percorso che porta alle sessioni di registrazione dei brani del primo disco. Il 14 ottobre 2018 pubblica il suo primo brano/video musicale “Apri la Finestra”. Il videoclip, scritto e realizzato con Michele Bernardi, regista di numerosi videoclip di artisti italiani (Luci della Centrale Elettrica, Tre Allegri Ragazzi Morti, Colapesce), è finalista all’ “Experimental, Dance & Music Film Festival” di Toronto (Canada) June & December 2019 e al “Biella Music Festival”, Settembre 2019. Il 13 dicembre 2018 pubblica “La Nostra Casa”, secondo video/brano musicale, anche questo interamente autoprodotto, di cui cura interamente la regia. Il video viene nominato tra i Best Music Video al Prisma Independent Rome Film Awards nel febbraio 2019.

13248502_836852753114002_5749063989929830930_o.jpg

Crediti Audio “Mille Direzioni”

Christian Frosio (chitarre acustiche e elettriche, voci e cori, pianoforte, synth, percussioni), Gregorio Conti (basso), Gregory Gritti e Alessandro Lampis (batterie).

Testo, musica, arrangiamenti e produzione: Christian Frosio

Registrato e mixato da Mauro Galbiati e Christian Frosio e successivamente mixato da Fabio Intraina al Trai Studio di Inzago (MI).

Masterizzato da Giovanni Versari, “La Maestà” (Tredozio, FC).

Info

www.christianfrosio.com

www.youtube.com/channel/UCk6paGDENXHAHIduZrSwI7g

www.facebook.com/frosiochristian

www.instagram.com/christian_frosio

***

Ti è piaciuto questo post?

vuoi ringraziare offrendomi un caffè?

C’è Paypal

“Non è Francesca” ma è @La_Puglisi

“Non è Francesca” ma è @La_Puglisi

Questa sera, Sabato 11 Gennaio 2020, ci sarà la Prima Nazionale del nuovo spettacolo di Francesca Puglisi dal titolo “Non è Francesca – Storie di ordinaria contraddizione”. Si terrà, inizio ore 21, al Teatro SocialeDelia Cajelli” di Busto Arsizio, il costo del biglietto è 16.50 euro. Dobbiamo ringraziare il sud per gli artisti di qualità che ci regala di tanto in tanto. A Milano, negli ultimi anni, si è distinta Francesca (che ho incontrato qualche mese fa e lo vede nell’intervista qui sopra) super per il suo talento ma anche per la voglia costante di muoversi e incoraggiare altri artisti. La trovate attiva e vera caposquadra che siano serate e laboratori di cabaret, che in Youtube (“Il terrone fuori sede” o “Il milanese imbruttito”) sia con i suoi spettacoli. Comunque curiosate qualche video dal suo sito che si ride!

Francesca Puglisi biografia

Francesca Puglisi, attrice napoletana formatasi alla scuola del Piccolo Teatro di Milano sotto l’occhio di Luca Ronconi, sabato 11 gennaio debutta con il suo spettacolo comico: “Non è Francesca – Storie di ordinaria contraddizione”. Dopo il successo di “Ccà nisciuno è fisso”, il suo primo esilarante monologo in cui si è dichiarata totalmente precaria, Francesca ora è pronta a confessare a tutti che questa sua precarietà è fatta di continue, dolorose e comiche contraddizioni. Scritto dalla Puglisi in collaborazione drammaturgica con Laura Pozone (che firma con lei anche la regia) e Riccardo Piferi (autore storico di Paolo Rossi e di Lella Costa) il testo si avvale anche della supervisione di Lucia Vasini.

Francesca Puglisi - Il Tempo delle Donne

Francesca Puglisi – Il Tempo delle Donne

Non è Francesca – Storie di ordinaria contraddizione

Lo spettacolo racconta di una donna oggi, alle prese con questo impegno che è tenere la vita ad un livello umano malgrado la tecnologia comoda e alienante che ci circonda. Manie e nevrosi raccontate come a lei riesce benissimo: ridendone. La scelta di una semplicità di scena, con il disegno luci di Alessandro Bigatti con una spalla digitale, cosa che è entrata nel nostro modo di vivere senza che ce ne si sia davvero resi conto. Nel frattempo la vita tra lavoro e amore continua… a dare materiale per riderci sopra, ma anche per farsi qualche domanda. Di e con Francesca Puglisi ha avuto la collaborazione drammaturgica di Laura Pozone e Riccardo Piferi. La supervisione di Lucia Vasini con regia del dinamico duo Puglisi/Pozone. Il disegno luci è di Alessandro Bigatti mentre locandina e foto Elisabetta Fusari, mentre l’organizzazione generale è di Buster.

Info

www.francescapuglisi.net

www.instagram.com/la_puglisi/

www./twitter.com/La_Puglisi

Teatro Sociale “Delia Cajelli” di Busto Arsizio Via Dante Alighieri 20, Busto Arsizio – Biglietteria |T. 0331 679000 – Ingresso: 16,50 euro Biglietti disponibili su www.ticketone.it o in biglietteria, e al numero telefono: 0331 679000

***

Ti è piaciuto questo post?

vuoi ringraziare offrendomi un caffè?

C’è Paypal

Teatro Sociale “Delia Cajelli” di Busto Arsizio Via Dante Alighieri 20, Busto Arsizio

Biglietteria |T. 0331 679000

Ingresso: 16,50 euro Biglietti disponibili su www.ticketone.it o in biglietteria, e al numero telefono: 0331 679000

Deneb

Deneb “Solo” a #leintervistesuldivano

Deneb “Solo” a #leintervistesuldivano

Un paio di anni fa una collega, Chiara Zanetti, mi invita a vedere un evento al quale collaborava, dicendomi che mi avrebbe fatto ascoltare una cantante proprio talentuosa e pure bella. Così, fidandomi perché Chiara ha buoni gusti, sono sceso al passante in piazza della Repubblica qui a Milano dove ho visto live per la prima volta Carlotta Limonta. Front Woman eccezionale di questi Deneb che porta avanti con Jacopo Pierazzuoli (batteria & production) e Diego Pennati (basso). Loro li ho conosciuti qualche tempo dopo, visti live in quel di Vaprio d’Adda in un piccolo locale dove mi hanno subito catturato con il loro sound. Anche se da chitarrista soffro un po’ nelle formazioni come la loro, come anche i Booda per esempio, ma ci vendicheremo facendo musica solo per chitarra e chitarra accompagnata da chitarra. Tze!

Carlotta Limonta e Diego Pennati Deneb

Carlotta Limonta e Diego Pennati Deneb

I Deneb

Beh sono uno spettacolo, se pensate che la bellezza di Carlotta (ma quanto è anche brava) sia un buon motivo per ascoltarli live, non sapete che ritmica martella dalla prima nota. Veri virtuosi ma non noiosi, che solitalmente è un po’ il difetto di chi è molto tecnico. Mai banali, mai scontati sono una di quelle band che dal vivo raddoppiano la qualità delle loro canzoni. Essendo Vaprio terra di Melody Bach siamo andati insieme e pure il palato di una pianista classica/barocco è stato soddisfatto. Ora i Deneb sono pronti per un tour italiano che se vi passa non lontano va assolutamente onorato, sempre se non preferiste stare in casa a lamentarvi che è tutto uguale e non c’è mai nulla da fare. Il singolo del video sotto si chiama “Solo” ed è l’ultimo, ad oggi, pubblicato.

Jacopo Pierazzuoli - Deneb

Jacopo Pierazzuoli – Deneb

Tour

16 Gennaio – Red&Blue Night – Red Ronnie Tv – Bologna

19 Gennaio – Spaghetti Unplugged – Marmo – Roma

20 Gennaio – Radio1 – Music Club – Roma

7 Febbraio – San Tomato Live – Pistoia

8 Febbraio – The Family – Albizzate (VA)

12 Febbraio – Ohibò – Milano

20 Febbraio – La Sacra Birra – Torino

22 Febbraio – Madhouse – Mornago (VA)

7 Marzo – Crazy Bull Genova – Genova

12 Marzo – Druso – Ranica (BG)

27 Marzo – Legend Club – Milano

18 Aprile – Na Cosetta – Roma

Biografia

Deneb è una band electro-pop, fondata a Milano nel 2016. I suoi membri sono Carlotta Limonta aka Kali (voce), Jacopo Pierazzuoli (batteria & production) e Diego Pennati (Basso). Il loro sound contiene influenze che vanno dal future soul, al trip hop e all’elettronica. Tra il 2017 e il 2018, hanno suonato per Bloom (Mezzago), Legend Club (Milano), Fara Rock (Faragera d’Adda), Reload Sound Festival (Biella), RDS Stadium (Genova). Nel 2018 si sono classificati finalisti ad Arezzo Wave, come miglior band della Lombardia. Nel 2019, tra i vari eventi, chiudono il ciclo di concerti dell’Estate Sforzesca a Milano sul palco del Castello. L’11 ottobre 2019 pubblicano il loro nuovo singolo “Solo”.

Info

https://www.facebook.com/DenebBandOfficial/

https://www.instagram.com/deneb_band_official/

https://www.youtube.com/channel/

Ti è piaciuto questo post? vuoi ringraziare offrendomi un caffè?

C’è Paypal

Da oggi “Sciacalli” di TY1

FOTO ty1 2.jpg

Ty1

Da oggi “Sciacalli” di TY1

Oggi, venerdì 3 gennaio 2020, è stato pubblicato il nuovo singolo di TY1 feat Noyz Narcos e Speranza, dal titolo”Sciacalli”. È disponibile su tutte le principali piattaforme digitali. Il singolo è in uscita su etichetta Thaurus Music / Believe Digital (ormai praticamente una major)

TY1

Considerato come uno dei più talentuosi producer della scena contemporanea, TY1, al secolo Gianluca Cranco, è un veterano della scuola hip hop, attivo da più di 20 anni. Poliedrico e trasversale nel corso della sua carriera da producer e dj TY1 ha saputo interpretare al meglio la scena urban, cogliendo i punti di forza di ogni artista con cui ha collaborato durante gli anni, rinnovandosi nel tempo attraverso la continua ricerca musicale mai scontata in grado di abbracciare l’esplosione di diversi stili e range musicali.

Biografia

Dal 1997, quando venne incoronato campione italiano di DJing (vincendo il primo ITF), passando per Alien Army, alle collaborazioni con i migliori artisti Hip Hop italiani come Clementino, fino ad arrivare al suo primo LP solista, “Hardship” dove ha lavorato anche con artisti come Eamon e Sirah, sperimentando sonorità elettro-pop di respiro più internazionale, durante il suo singolare percorso in musica non sono mancate le collaborazioni anche con Rkomi, Calcutta, tantissimi altri protagonisti del rap italiano e non solo. Recente anche la sua collaborazione con Marracash nei brani “Non sono Marra” feat Mahmood e “Quelli che non Pensano”, brani inclusi nell’ultimo disco di Marracash, di cui ha curato le produzioni. Grazie ad un sound ipnotico in grado di catturare sin dal primo ascolto, “Sciacalli” è un pezzo street di grande impatto che unisce in un tutt’uno davvero sorprendente i flow di Noyz Narcos e di Speranza. Due generazioni a confronto che in questo brano s’intrecciano perfettamente sotto l’attenta regia dell’avveniristico producer di origine campana.

Info

http://www.djty1.com/

https://www.facebook.com/ty1official/

https://www.youtube.com/user/TY1VEVO

https://www.instagram.com/djty1/

https://twitter.com/ty1official

Chi Bolle a capodanno, balla tutto l’anno @raiuno

Chi Bolle a capodanno, balla tutto l’anno

Questa sera 1 Gennaio 2020, ma lo troverete per sempre anche su Rai Play, sarà in prima serata “Danza con me” di Roberto Bolle. Ormai è una bella consuetudine proporre questo show che ha al centro il ballerino italiano, con i sui incontri portando gli ospiti nel suo mondo. La casa di Bolle è Rai 1, che ha prodotto lo spettacolo con Ballandi e Artedanza, con un cast davvero vario. Nel video sopra la conferenza di presentazione fatta a Milano, all’Accademia alla Scala. (vabbè è il primo dell’anno ma suonava meglio così il titolo)

LUCA E PAOLO roberto bolle danza con me prandoni 596

LUCA E PAOLO roberto bolle danza con me prandoni 596

Gli ospiti

Questa sera balleranno o accompagneranno Roberto: Alberto Angela, Roberto Benigni Con Matteo Garrone, Andrea Bocelli, Stefano Bollani, Geppi Cucciari, Luca E Paolo, Marracash featuring Cosmo, Giampaolo Morelli, Virginia Raffaele, Svetlana Zakharova, Nina Zilli e Luca Zingaretti. Ognuno incontrerà l’artista entrando nel suo mondo, raccontandolo, accompagnandolo. A questo proposito vi segnalo la 3b: Bocelli canta, Bollani suona e Bolle Balla che diamine! Ci sono numeri davvero notevoli, compreso un “solo” allo specchio del ballerino con se stesso, l’intero show ha una sotto trama dedicata al tema della plastica. Una presenza scenica che diventa sempre più soffocante, non se ne parla mai abbastanza.

ROBERTO BOLLE BENIGNI E GARRONE danza con me.jpg

Chi ci ha lavorato

“Danza con me” è un programma di Roberto Bolle, prodotto da Rai1 in collaborazione con Ballandi e Artedanza srl, scritto da Roberto Bolle e Pamela Maffioli, con Carlo Crocchiolo, Mirco Cucina, Ugo Ripamonti e Rossella Rizzi. La direzione artistica è di Roberto Bolle. Le scene sono di Giuseppe Chiara. La fotografia è di Carlo Stagnoli. La regia di Cristiano D’Alisera. Ideazione Grafica e Messa in Scena Cristina Redini. La consulenza musicale di Giorgio Oreglio. Direttore di produzione Antonio Fontana. A cura di Rita Verrecchia. Produttore Esecutivo Rai Sandra Nicola. Produttore Esecutivo Ballandi Claudio Tarquini.

Info

Boberto Bolle su Rai Play