Branduardi omaggia l’arte di Hildegard @TBranduardi

Branduardi omaggia l’arte di Hildegard

Gran lavoro questo “Il cammino dell’Anima” che Angelo Branduardi ha dedicato alla figura di Hildegard von Bingen, che è sia un LP che un tour. Dal vivo ci saranno anche i suoi grandi successi e ovviamente pezzi tratti dal grande lavoro su San Francesco. Il laboro è stato fatto, come quasi tutte le cose della sua carriera, con Luisa Zappa che è anche sua moglie. Lei si è occupata della traduzione e degli adattamenti dei testi, con il marito a fare il suo: la Musica! Non so come ho fatto a contenere l’intervista a 15 minuti, avrei parlato per 200 ore con lui. Che privilegio incontrare questi grandi artisti, ne sono molto onorato. Il lavoro di Branduardi per me, al pari di Fabrizio de Andrè, è da vero archeologo musicale. Il rispetto con il quale racconta la storia, soprattutto medioevale, della musica e con l’eleganza che ha per renderla nelle sue cose originali, è la sua cifra. Iconico anche se schivo, lo conoscono tutti anche se non è da salotti televisivi ne ha mai frequentato i giornali gossipari. Davvero unico, ben ritrovato Maestro!

Cop Il cammino dell'anima jpg.jpg

Hildegard von Bingen

Hildegard von Bingen, monaca, reclusa secondo la regola di San Benedetto, fin dall’età di otto anni e poi badessa di Bingen. Hildegard fu mistica e poeta, musicista, filologa ed erborista, era e rimane ammirata per avere esplorato senza paura il posto dell’anima nel Cosmo e per avergli dato voce con la sua visione musicale unica. Nella sua epoca, come nella nostra, quella che fu chiamata “La Sibilla del Reno” e parlò alla pari con Papi ed Imperatori, resta fonte di stupore per coloro che sono disposti ad ascoltarla. Hildegard definì “Sinfonia” il ciclo lirico delle sue opere, per lei l’anima è “sinfonica” e trova la sua espressione nell’accordo segreto di anima e corpo nell’atto musicale, nell’armonia prodotta dal suono degli strumenti e dalla voce umana, nell’armonia celeste e nell’accordo misterioso che viene dal profondo dell’anima.

Branduardi violino vert ph Ferdinando Bassi.jpg

Tour

06 Dicembre 2019 Montecatini Terme (PT) Teatro Verdi

13 Dicembre 2019 Brescia Gran Teatro Morato

20 Febbraio 2020 Bergamo Teatro Creberg

24 Febbraio 2020 Milano Teatro Dal Verme

26 Febbraio 2020 Torino Teatro Colosseo

29 Febbraio 2020 Padova Gran Teatro Geox

06 Marzo 2020 Napoli Teatro Politeama

27 Marzo 2020 Bologna Teatro Celebrazioni

04 Aprile 2020 Varese Teatro Città di Varese

08 Maggio 2020 Sanremo (IM) Teatro Ariston

Info

http://www.angelobranduardi.it

https://twitter.com/TBranduardi

https://www.youtube.com/user/angelobranduardi

https://www.instagram.com/angelobranduardi/

https://www.facebook.com/BranduardiOfficial/

“Cremonini 2C2C The Best Of” @cremoninicesare

Cremonini 2C2C The Best Of” 

Ieri, martedì 26 novembre 2019, Cesare Cremonini ha presentato il suo “Cremonini 2C2C The Best Of” che, indovinate un po’, è una raccolta dei suoi 20 anni di carriera. In una cornice davvero eccezionale, anche se chiamare cornice questo palazzo pazzesco di Milano, che è quella di casa Crespi il bolognese si è presentato a raccontarci il suo ultimo lavoro ma anche la sua carriera. Elegantissimo, davvero, ma anche super in tensione cosa che rende quanto tenga al suo lavoro. Gli avevano messo uno sgabello ma camminare avanti indietro, tipo tigre in gabbia, è stato il suo must della conferenza stampa. Il disco esce questo venerdì.

Cesare Cremonini

Cesare Cremonini foto di Fabio Ricci

2C2C

Trovo il titolo geniale. Da leggere come 2020 oppure 2 C di Cesare Cremonini o come nel 2020 20 anni ci Cariera. Clap clap! Il disco, i dischi, sono arricchiti se mai ce ne fosse bisogno di 6 inediti. Sei canzoni nuove di cui una strumentale di cui parlo subito dopo. Sono 5 pezzi davvero belli, interessanti come struttura, come ho chiesto anche nella domanda che sentite nel  dopo la sua apertura di conferenza. Dicevo struttura non banale, dimenticate il ritornellone con cambio di tonalità, apertura di archi o cambio di ritmo. Si tratta invece di una scrittura diversa dal classico pop di tutti i giorni. Cosa che l’artista ha dimostrato di fare anche molto bene nella sua carriera. Della raccolta dei sui successi non c’è molto da dire, Cesare scrive bene, come lui stesso ha ammesso anche molto su di lui, per cui non è così facile dare pezzi ad altri. Se proprio si debba ovviamente. Se amate il suo stile tra bonus track e provini casalinghi c’è da entrare ancora di più nel suo mondo. Se no, non avreste nemmeno letto questo articolo.

76688995_437775726885032_3950042157540179968_n.jpg

Pezzo stumentale

Non dimentico lo strumentale, all’ascolto abbiamo notato, anche i colleghi ad essere sincero, che non c’entrava molto con lo stile de nostro, spiegazione arrivata si è trattata di una sfida a scrivere un pezzo in 5/4 con il fido, dai tempi dei Lunapop, Ballo e l’ha vinta questo. Quindi lo strumentale è suo e non di Cremonini. Son ragazzi si sa, anche simpatici ma soprattutto di talento.

Cesare Cremonini_Cover_Cremonini 2C2C The Best of.jpg

Le note della casa discografica

Sarà disponibile da venerdì 29 novembre in tutti i negozi tradizionali e in digitale “Cremonini 2C2C The Best Of”. Anticipato dal singolo attualmente in rotazione radiofonica “Al Telefono”, “Cremonini 2C2C The Best Of” è la prima grande raccolta della produzione ormai ventennale di Cremonini che conterrà 6 brani inediti, 32 singoli di successo rimasterizzati, un album intero di 16 interpretazioni in versione pianoforte e voce, 15 brani strumentali realizzati dal 1999 ad oggi, 18 rarità tra cui tracce demo originali, home recording e alternative takes mai pubblicate, grazie alle quali per la prima volta sarà possibile svelare la magia della nascita delle canzoni e cogliere il loro processo creativo. Un grande progetto discografico, quindi, capace di spiegare quanto Cremonini sia sempre stato un autore, musicista e performer in costante evoluzione sin dai suoi esordi, riuscendo così a contraddistinguersi nel panorama della musica italiana come artista completo, versatile e mai prevedibile, con la caratteristica straordinaria di aver prodotto un repertorio che da vent’anni regala canzoni senza tempo.

Cesare Cremonini live

Cesare Cremonini porterà live questo progetto il prossimo anno con il Cesare Cremonini Tour 2020 che partirà il 21 giugno da Lignano (Stadio Teghil) per poi proseguire a Milano (27 giugno San Siro), a Padova (30 giugno Euganeo), a Torino (4 luglio Olimpico), 7 luglio a Firenze (Artemio Franchi), il 10 luglio a Roma (Olimpico) il 14 luglio a Bari (Arena della Vittoria) prima di chiudersi il 18 luglio all’autodromo Internazionale Enzo E Dino Ferrari di Imola. Il Cremonini Stadi 2020 è organizzato da Live Nation Italia, media partner è Radio Italia Solo Musica Italiana.

Info

www.cesarecremonini.it

www.facebook.com/cesarecremoniniufficiale/

twitter.com/cremoninicesare

www.instagram.com/cesarecremonini/

https://www.youtube.com/user/cesarecremoninimusic

Parte da Milano l’Ylenia Lucisano Eurotour

Parte da Milano l’Ylenia Lucisano Eurotour

Questa sera partirà, Domenica 24 novembre 2019 dalle ore 21.45 presso il Mare Culturale Urbano di Milano, l’Ylenia Lucisano Eurotour. Ci sarà anche Tricarico ospite della serata della cantautrice che si imbarca in un tour Europeo da fare invidia anche a tanti più celebrati artisti italiani. Nel video qui sopra l’intervista fatta qualche mese fa nella sede del suo ufficio stampa, per l’uscita dell’ultimo LP. Ad aprire il concerto, suonerà prima dell’orario sopra indicato, ci sarà Godot sperando che non ci faccia aspettare troppo. Umorismo freddo di cui a Milano in questi giorni non si sente la necessità ricordo che con l’artista ci saranno sul palco Pasquale “Paz” Defina alla chitarra e da Roberto Romano ai fiati. Ylenia ha una voce che merita di essere ascoltata ed è anche una persona molto piacevole, che in questo mondo non è una cosa da non rimarcare. Ingresso Gratuito per il concerto di questa sera.

Ylenia Lucisano foto di Daniele Barraco

Date del Tour Europeo

24 novembre – Mare Culturale Urbano – MILANO (Italia) – special guest TRICARICO

25 novembre – Le Champ de Marse – MARSEILLE (Francia)

26 novembre – Attendan ITALIART – ALISE SAINTE REINE (Francia)

27 novembre – Cellier de Clairvaux – DIJON (Francia)

28 novembre – Trinidad Place Du Theatre – DIJON (Francia) 

29 novembre – Piola Libri – BRUXELLES (Belgio)

30 novembre – Pinot Grigio – PARIS (Francia)

1 dicembre – Mixtree – AMSTERDAM (Paesi Bassi)

3 dicembre – House Concert – EIJSDEN (Paesi Bassi)

5 dicembre – Oblomov – BERLIN (Germania)

6 dicembre – Bellevue – MUNICH (Germania)

7 dicembre – Kollettivo Frankfurt @Heming’s Coffee – FRANKFURT AM MAIN(Germania)

Info

www.ylenialucisano.com

www.youtube.com/YleniaLucisanoVEVO

www.facebook.com/YleniaLucisanoOfficial

www.instagram.com/ylenialucisano

Mare Culturale Urbano – via G. Gabetti 15 Milano

Oggi e domani Depeche Mode al Cinema

Oggi e domani Depeche Mode al Cinema

Evento al cinema, ovviamente Nexo, oggi giovedì 21 novembre 2019 e domani con un docufilm dedicato ai Depeche Mode. Il centro della storia, delle storie, è il concerto della band nata a Basildon nell’Essex a pochi chilometri da Londra. Dicevano “le” storie perché si tratta del racconto di come la musica ha influenzato la vita dei fans che hanno visto le loro vite convergere al concerto di Berlino. Strano nel mio immaginario, di adolescente, ho sempre percepito i DP come band tedesca, anzi li ho sempre visti a Berlino e guarda tu anche loro ci si ritrovano come a casa. Dicevamo le storie, così simili così diverse che si arrivi dalle steppe delle Mongolia e dal Sud America, dagli Usa o dalla Romania ma anche dalla Francia. Per esempio dolcissimi i DMK band fatta dal papà (video sotto(, nel frattempo separato anche dai figli trasferitisi con la mamma negli Stati Uniti, che fanno cover dei Depeche fin da piccolissimi. Momento commoventi e grande musica, ma quello lo sapevamo già. A me è piaciuto moltissimo.

DEPECHE MODE SPIRITS IN THE FOREST_IMAGE 11

Depeche Mode e Spirits In The Forest

Immergendosi nelle storie di sei fan molto speciali dei Depeche Mode, il film intreccia entusiasmanti performance musicali del tour al famoso Waldbühne di Berlino (“Forest Stage”) ad intimi filmati girati nella città natale dei fan. Il film mostra in che modo la popolarità e la rilevanza della band sono continuate a crescere e fornisce uno sguardo unico sull’incredibile potere della musica di costruire comunità, consentire alle persone di superare le avversità e creare connessioni oltre i confini di lingua, genere, età e circostanza.

“Sono profondamente orgoglioso di condividere questo film e la storia potente che racconta” spiega Dave Gahan dei Depeche Mode “È incredibile vedere i modi molto reali in cui la musica ha influenzato la vita dei nostri fan”. Martin Gore aggiunge: “Nel mondo contemporaneo fatto di frenesia e divisioni, la musica può davvero essere una forza positiva e può unire le persone”.

Info

www.nexodigital.it

www.spiritsintheforest.com

Ensi stasera a Milano e il Tour @THEREALENSI

ensi.jpg

Ensi stasera a Milano e il Tour @THEREALENSI

Questa sera, 13 novembre 2019, in concerto a Milano, ai Magazzini Generali di Milano, di Ensi. Inizio concerta 21.30 costo ingresso in cassa 15 euro. Sotto le prossime date del tour che porta live Clash Again il disco uscito lo scorso 18 ottobre per la Warner Italia. Molto apprezzato per il free style è uno dei più veloci in circolazione, tra i rapper, che però ha il grande merito di essere comprensibile al 100% in un mondo dove spesso non si capisce una parola su due.

Il tour

13 novembre – Magazzini Generali – Milano
14 novembre – Hiroshima Mon Amour – Torino
23 novembre – Demodè – Modugno (BA)
28 novembre – Viper – Firenze
29 novembre – Campus Industry – Parma
12 dicembre – Duel Club – Napoli
13 dicembre – Dejavu – Sant’Egidio alla Vibrata (TE)
06 febbraio – Largo venue – Roma
07 febbraio – I Candelai – Palermo

c8460eac-917f-4a23-a293-33b11da23e1d.jpg

Clash Again

L’album rappresenta i due mondi e le due anime di Ensi: da un lato il freestyle che l’ha sempre caratterizzato, dall’altra una dimensione più lirica e personale che adesso emerge grazie alla sua maturità artistica, cresciuta in un percorso graduale ad ogni album. Clash è un album denso, un conflitto, quello che Ensi combatte con sé stesso e i propri pensieri, ma anche quello che vive con una parte della scena del rap italiano, che si allontana troppo dalla sua visione artista e personale. Ensi è un rapper, punto. Mira, feat. Madame, è il nuovo singolo che, insieme ad altri tre inediti è all’interno del repack di Clash Again, fuori dal 18 ottobre 2019.

Info

https://www.youtube.com/channel/UCeE4SQ6TUTZdxux8ag_TLqQ

https://www.facebook.com/ensiofficial/

https://www.instagram.com/therealensi/

https://twitter.com/THEREALENSI

www.bpmconcerti.com

Amelie e “C’è Musica su Marte” a #leintervistesuldivano @amelie_music

Amelie e “C’è Musica su Marte”

Sabato 9 Novembre 2019 Amelie sarà in concerto a Milano, allo Zio Live, per presentare il suo ultimo EPC’è Musica su Marte”. Ovviamente anche le tante bellissime canzoni tratte dal precedente “Il profumo di un’era”. Ospitarla è un piacere, l’ho vista cantare nei suoi esordi, visto anche che con Giovanni Rosina (il suo co-produttore perché è prodotto anche dalla stessa cantante) sono anche cari amici. Quindi si mangia, si chiacchiera e.. ah già ma c’era #leintervistesuldivano (sopra) quasi ce ne scordavamo.

Amelie, Melody Bach, Giovanni Rosina e Fabio Ricci (me)

Amelie, Melody Bach, Giovanni Rosina e Fabio Ricci (me)

“C’è Musica su Marte”

L’Ep è una svolta nel lavoro di Amelie, nel senso che a differenza dei lavori precedenti nasce tutto “insieme” è una sorta di concept (io però ne voglio ancora non mi bastano) e si sente. Il lavoro della produzione di Giovanni è molto omogeneo. Nel lavoro precedente, che resta un disco che mi piace un sacco, si sentono le tante mani diverse, sia come autori con i quali l’artista milanese ha collaborato, che nelle produzioni. Invece questo è un disco in famiglia e la voce di Paola se ne giova, voce che ho sempre adorato perché canta come parla. Molte cambiano timbro si inventano chissà cosa per farsi notare, il suo timbro è naturale vero. Sono molto curioso di sentire i prezzi precedenti ripensati in questa nuova dimensione elettronica. Se qualcuno non l’avesse capito è qualche anno che di Elettro sono malato.

amelie_luna.jpg

Il tour

Avendo vito il “Premio Nuovo IMAIE”, con l’Agenzia di booking MarteLive, le è valso le date di questo tour per l’Italia. Ottima idea il premio, come dico sempre se la vedete in un concorso non perdete tempo vince lei, che va in bacheca insieme ad altri, tra cui il prestigioso “Premio Lunezia”. A Milano arriva allenata dopo: 19 ottobre Reggio Emilia, il 22 Roma (L’Asino che vola) e il 26 Agropoli (all’Officina 72) ed ora arriva il 9 novembre a Milano allo Zio Live (bravo Carlo).

cover-amelie.jpg

Paola Memeo

Paola Memeo in arte Amelie predilige la musica d’autore e il pop elettronico. La cantautrice milanese all’attivo ha un EP “Amelie” del 2011 e un album “Il profumo di un’era” pubblicato nel 2014. Inizia il suo percorso artistico musicale nel 2009 scrivendo brani più vicini al pop d’autore per poi iniziare a sperimentare anche con l’elettronica. Partecipa a numerosi premi, esibendosi con diverse formazioni. Nel 2011 è tra i vincitori del Premio Battisti a Poggio Bustone, mentre nel 2012 si esibisce su Rai Uno in prima serata come interprete di brani di Michael Jackson. Nello stesso anno vince il Premio Lunezia Nuove Proposte. Grazie a questo premio viene notata da diversi addetti ai lavori e i suoi brani cominciano ad essere trasmessi da numerose emittenti radiofoniche. L’anno successivo è finalista del Premio De Andrè. Nel 2015 si esibisce live all’EXPO di Milano, in quanto vincitrice del Premio per lo Start Artist Expo Milano per il suo disco definito “Progetto dal respiro internazionale”, in seguito a Roma vince il Premio “Targhe d’autore” per interpretazione e produzione per “Il profumo di un’Era”. Nel 2016 è finalista del Premio Bianca D’Aponte ad Aversa e l’album si aggiudica nello stesso anno anche il Premio Spazio D’autore a Livorno, come “migliore opera pop d’autore femminile con contaminazioni internazionali”. Nel 2018 ottiene il Premio Nuovo IMAIE e il Biella Festival per autori e compositori come “artista con miglior percorso artistico”. Con il singolo “Dentro una Stanza” viene selezionata per esibirsi live al “Deejay on stage” a Riccione dove condivide il palco con Calcutta, Francesca Michielin e altri. Amelie collabora da sempre con associazioni che si occupano di problemi sociali e di salute, tra queste il CBM Milano (Centro bambino maltrattato) con progetti musicali con e per i bambini e con l’associazione “Arcobaleno della Speranza – lotta contro la leucemia”.

Info

https://www.facebook.com/Amelie.OfficialFanPage/

https://twitter.com/amelie_music

https://www.instagram.com/ameliemusic_official

https://www.youtube.com/user/AmelieOfficial/

https://open.spotify.com/

Finale Donida a Milano

_private_var_mobile_Containers_Data_Application_63702251-EE84-47FA-B64D-7786368CC573_tmp_E84BBD3A-A62C-4A32-A373-F7C1C9C65F78_Image.jpeg

Finale Donida a Milano

Questa sera, Mercoledì 30 Ottobre alle ore 21, al Memo Restaurant Music Club di Via Monte Ortigara 30 a Milano si terrà la finale del decimo “Premio Donida”. Dedicato agli esordienti, il vincitore porterà a casa la pubblicazione del suo pezzo, sotto forma di singolo, distribuito in tutti i maggiori store digitali con edizioni Saar Records / La Compagnia di Donida e avrà una promozione professionale di almeno 90 giorni in radio, tv, carta stampata, con interviste e passaggi per promuovere il brano. Che oggi vale più, la promozione, di qualsiasi altro premio per un artista esordiente. Senza dimenticare il premio che lo stesso Memo darà, con la scelta di Egle Spaggiari direttrice artistica del locale, consistente in una data in questo prestigioso locale. Complimenti a Monica Donida che porta avanti l’eredita di famiglia con tanta qualità e dedizione, questa sera cade anche il compleanno del maestro Carlo che ricordiamo maggiormente con un sorriso.

I finalisti

I 15 finalisti in gara sono: Florinda Venturella, Dandy Pop, Grimaldi, Settembre, Giovi & Massimo Francescon, Diorhà, Angelo Cicchetti, Alessandro Balestri, Alex Mattiello, Bif, Giulja, Vanessa Semprini, Carmelo Piraino, Eleonora Spinelli e Erica Salvetti. Ad accompagnarli ci sarà una band live e la serata sarà presentata da: Francesco Mogol. Durante la finalissima si esibiranno Ylenia Iorio, vincitrice della scorsa edizione del Premio Donida, e Alberto Giuntini, vincitore della seconda edizione del Premio Donida Junior che si è svolto a Bologna il 19 Ottobre scorso senza dimenticare Einar che sarà l’ospite noto della serata.

Giuria

Giuria di qualità, con anche qualche amico e collega che stimo, composta da: Boris Guertler (direttore generale Saar Records), Depsa (autore musicale, televisivo, teatrale e scrittore), Tony Vandoni (Direttore Artistico Musicale Radio Italia), Massimiliano Longo (Direttore All Music Italia), Luca Viscardi (conduttore radiofonico di Radio Number One e blogger italiano), Laura Valente (cantante, musicista e docente al Cet di Mogol) e Dario Brioschi (cantautore, autore e compositore).

Info

http://www.premiodonida.it

https://www.memorestaurant.com

Memo: Via Monte Ortigara al 30 Milano