“Cremonini 2C2C The Best Of” @cremoninicesare

Cremonini 2C2C The Best Of” 

Ieri, martedì 26 novembre 2019, Cesare Cremonini ha presentato il suo “Cremonini 2C2C The Best Of” che, indovinate un po’, è una raccolta dei suoi 20 anni di carriera. In una cornice davvero eccezionale, anche se chiamare cornice questo palazzo pazzesco di Milano, che è quella di casa Crespi il bolognese si è presentato a raccontarci il suo ultimo lavoro ma anche la sua carriera. Elegantissimo, davvero, ma anche super in tensione cosa che rende quanto tenga al suo lavoro. Gli avevano messo uno sgabello ma camminare avanti indietro, tipo tigre in gabbia, è stato il suo must della conferenza stampa. Il disco esce questo venerdì.

Cesare Cremonini

Cesare Cremonini foto di Fabio Ricci

2C2C

Trovo il titolo geniale. Da leggere come 2020 oppure 2 C di Cesare Cremonini o come nel 2020 20 anni ci Cariera. Clap clap! Il disco, i dischi, sono arricchiti se mai ce ne fosse bisogno di 6 inediti. Sei canzoni nuove di cui una strumentale di cui parlo subito dopo. Sono 5 pezzi davvero belli, interessanti come struttura, come ho chiesto anche nella domanda che sentite nel  dopo la sua apertura di conferenza. Dicevo struttura non banale, dimenticate il ritornellone con cambio di tonalità, apertura di archi o cambio di ritmo. Si tratta invece di una scrittura diversa dal classico pop di tutti i giorni. Cosa che l’artista ha dimostrato di fare anche molto bene nella sua carriera. Della raccolta dei sui successi non c’è molto da dire, Cesare scrive bene, come lui stesso ha ammesso anche molto su di lui, per cui non è così facile dare pezzi ad altri. Se proprio si debba ovviamente. Se amate il suo stile tra bonus track e provini casalinghi c’è da entrare ancora di più nel suo mondo. Se no, non avreste nemmeno letto questo articolo.

76688995_437775726885032_3950042157540179968_n.jpg

Pezzo stumentale

Non dimentico lo strumentale, all’ascolto abbiamo notato, anche i colleghi ad essere sincero, che non c’entrava molto con lo stile de nostro, spiegazione arrivata si è trattata di una sfida a scrivere un pezzo in 5/4 con il fido, dai tempi dei Lunapop, Ballo e l’ha vinta questo. Quindi lo strumentale è suo e non di Cremonini. Son ragazzi si sa, anche simpatici ma soprattutto di talento.

Cesare Cremonini_Cover_Cremonini 2C2C The Best of.jpg

Le note della casa discografica

Sarà disponibile da venerdì 29 novembre in tutti i negozi tradizionali e in digitale “Cremonini 2C2C The Best Of”. Anticipato dal singolo attualmente in rotazione radiofonica “Al Telefono”, “Cremonini 2C2C The Best Of” è la prima grande raccolta della produzione ormai ventennale di Cremonini che conterrà 6 brani inediti, 32 singoli di successo rimasterizzati, un album intero di 16 interpretazioni in versione pianoforte e voce, 15 brani strumentali realizzati dal 1999 ad oggi, 18 rarità tra cui tracce demo originali, home recording e alternative takes mai pubblicate, grazie alle quali per la prima volta sarà possibile svelare la magia della nascita delle canzoni e cogliere il loro processo creativo. Un grande progetto discografico, quindi, capace di spiegare quanto Cremonini sia sempre stato un autore, musicista e performer in costante evoluzione sin dai suoi esordi, riuscendo così a contraddistinguersi nel panorama della musica italiana come artista completo, versatile e mai prevedibile, con la caratteristica straordinaria di aver prodotto un repertorio che da vent’anni regala canzoni senza tempo.

Cesare Cremonini live

Cesare Cremonini porterà live questo progetto il prossimo anno con il Cesare Cremonini Tour 2020 che partirà il 21 giugno da Lignano (Stadio Teghil) per poi proseguire a Milano (27 giugno San Siro), a Padova (30 giugno Euganeo), a Torino (4 luglio Olimpico), 7 luglio a Firenze (Artemio Franchi), il 10 luglio a Roma (Olimpico) il 14 luglio a Bari (Arena della Vittoria) prima di chiudersi il 18 luglio all’autodromo Internazionale Enzo E Dino Ferrari di Imola. Il Cremonini Stadi 2020 è organizzato da Live Nation Italia, media partner è Radio Italia Solo Musica Italiana.

Info

www.cesarecremonini.it

www.facebook.com/cesarecremoniniufficiale/

twitter.com/cremoninicesare

www.instagram.com/cesarecremonini/

https://www.youtube.com/user/cesarecremoninimusic

Area Sanremo aperte le iscrizioni

IMG_20190925_120723.jpg

Area Sanremo aperte le iscrizioni

Si è aperta tardissimo e sarà possibile farlo fino al 21 ottobre 2019, la finestra per iscriversi al prosismo “Area Sanremo” che da diritto, ai primi due, di avere accesso al Festival di Sanremo 2020 per la categoria “Nuove proposte”. La commissione, presieduta da Vittorio De Scalzi, sarà formata da: Teresa De Sio, Petra Magoni, Andy Bluvertigo e Gianni Testa. Il direttore artistico sarà il collega Massimo Cotto, che per me è una garanzia totale. A Sanremo, 18/20 e 25/27 ottobre, ci sarà la prima fase di corsi (affidati al CPM) e audizioni eliminatorie. L’8 al 10 novembre, si terrà la finale che decreterà gli 8 vincitori. Sotto i punti del bando che trovate anche sul loro sito a questo indirizzo. Il festival sarà esclusivamente a Sanremo e l’iscrizione è gratuita, cosa aspettate?

IMG_20190925_122624.jpg

Considerazioni

Come ho detto anche ieri c’è da considerare anche l’altro mondo, quello che muove gente, riempie i concerti e monetizza, grazie a Youtube, notevoli cifre. Il mondo dei giovani veri, che non vanno ai festival, non passano in radio, vengono snobbati dalla stampa (finché non gli passano sopra con forza) e ignorati dalla televisione. Rap e Trap insomma tutto quello che ha una sua vita propria. Ci sono artisti dei quali non abbiamo mai sentito parlare che hanno un successo e un ritorno economico importante. Semplicemente parlano il linguaggio che noi, anziani, non possiamo capire. Arrivano alla pancia (magari andatevi ascoltare cosa ci siamo detti con Sfera l’anno scorso) di chi si identifica, chi si sente raccontare. La qualità è bassa? Sono il primo a dirlo, se ci fossero artisti affermati con un po’ più di spessore (Mondo Marcio per esempio ce l’ha) e di cultura magari avremmo testi con più valore. Le rime banali e semplificate non portano certo a muovere i loro fans, ma certo si identificano. Non è combattendo questa cosa con il disprezzo che si vince la battaglia della Musica. Il rocn’n’roll, ma anche il punk e via discorrendo non erano capiti dai genitori. Certo c’era un sottotraccia di movimento e cultura che ora non esiste, questo è se mai il problema. Detto questo spero che la commissione apra oltre alla, importante ma non determinante, perfetta intonazione. Perché di cantanti con la perfetta intonazione non ce ne sono mai stati molti nelle classifiche, qualcosa vorrà dire!

Prerequisiti per partecipare

  • Età compresa tra i 15 anni già compiuti e i 36 anni non ancora compiuti alla data del 31 gennaio 2020
  • Non aver mai partecipato a precedenti edizioni del Festival della Canzone Italiana
  • E’ indispensabile proporre un proprio brano inedito già a partire dalla prima selezione eliminatoria
  • Il brano dovrà essere depositato, obbligatoriamente, presso una qualsiasi società di collecting conforme alla normativa vigente.

Info

https://www.area-sanremo.it/2019/

Arriva la Smemoranda 2020 #maisenza cosa? @SmemoOfficial

DSC_6274

Arriva la Smemoranda 2020 #maisenza cosa?

Il claim di quest’anno sarà #maisenza, il sottotitolo è la Smemoranda, ma la celebre agenda diretta e creata, dalla fine degli anni 70, dal trio Nico Colonna (del quale ripropongo l’intervista di qualche tempo fa sempre attualissima) con Gino e Michele. La loro idea iniziale un po’ naif della serie ce la facciamo noi come ci piace, per gli amici e dintorni è diventata un’azienda che fattura milioni, che piantuma alberi in provincia di Pavia per equilibrare quelli che servono per le agente. Un successo senza paragoni per il settore e non solo, sempre attivi e vicini alle realtà del volontariato più disparate. Infatti questa presentazione è stata fatta nella casa di Milano di Emergency con Gino Strada alla presenza, con scorta, di Roberto Saviano. C’era anche il talentuoso Davide Calgaro, che ci ha fatto ridere, ma anche Luca Melis, che però non ha cantato.

Social e live

In questi ultimi la tribù è stata anche accompagnata con una campagna social notevole. Soprattutto per contenuti, Così come la Smemo è vicino ai festival che hanno valori simili ai loro. Quest’anno con Gino Strada, Paola Turci e Daniela Silvestri saranno a Barolo per “Collisioni” il 6 luglio sul palco della Piazza Verde del Festival insieme a Radioimmaginaria. La web station dei teen che il movimento appoggia. Ci saranno anche in qualità di sponsor e media partner ad eventi musicali, sportivi e culturali rivolti ai giovani: il Sottodiciotto Film Festival, le Olimpiadi scolastiche di matematica e inglese “Kangourou”, il Pi Greco Day, Stem in the city, Fuoricinema, l’incontro nazionale dei volontari di Emergency, il Flowers Festival, Indiegeno Fest. La Smemo continua a sostenere i diritti civili attraverso le media partnership con l’associazione Diversity in occasione dei Diversity Media Awards.

logo-XX

Info

www.smemoranda.it

www.facebook.com/smemoranda

www.twitter.com/SmemoOfficial.com

www.youtube.com/user/SmemoOfficial

http://instagram.com/smemoofficial

WhatsApp: 348-3989626

 

The Voice questa sera la finale #tvoi@ElettraLambo @THEREALGUE @_GigiDAlessio_ @InArteMorgan @RaiDue

The Voice questa sera la finale

Si chiude questa sera, in diretta su Raidue, dalle 21.05, “The Voice of Italy” con tanti ospiti di pregio: Arisa, Holly Johnson, Lizzo, Lost Frequencies, Planet Funk, e Shaggy. Ieri conferenza stampa direttamente nello studio di via Mecenate dove si è girato il programma, alla presenza dei 4 coach Gigi d’Alessio, Elettra Lamborghini, Guè Pequeno e Marco Castoldi in arte Morgan (direbbe lui). Presenta Simona Ventura che ha portato il suo tocco molto popolare al programma, cosa che pare sia piaciuta al pubblico più degli anni precedenti. Le scelte dei finalisti sono state molto interessanti, il problema del programma è sempre stato di portare un tipo di concorrente molto da “karaoke”, gente che ci aveva provato un sacco di volte insomma ma evidentemente mancava qualcosa. Quest’anno le scelte sono andate su giovanissimi talentuosi. Sulla qualità degli inediti ci sarà modo di riparlarne, ad un solo ascolto sinceramente non saprei che dirne. D’Alessio, ma non è il primo, ha suggerito, per le prossime edizioni, che il vincitore partecipi di diritto al Festival di Sanremo cosa che darebbe sicuramente molto più mordente alla competizione, è così difficile da decidere cara Rai?

DSC07771

I giudici e i finalisti di #tvoi 2019

I finalisti di The Voice of Italy

Dominique Chillé Diouf in arte Diablo, Miriam Di Criscio in arte Miriam Ayaba, Brenda Carolina Lawrence, Carmen Pierri sono i 4 talenti che si giocheranno il titolo di “THE VOICE OF ITALY” 2019. Il vincitore si esibirà ai Music Awards il 5 giugno a Verona in onda in diretta su Rai1 . Dominique Chillé Diouf in arte Diablo – 18 anni nato a Roma vive a Cervasca (CN), disoccupato – per il Team Morgan, Miriam Di Criscio in arte Miriam Ayaba – 22 anni, nata a Desenzano del Garda (BS) vive a Milano, fundraiser – per il Team Elettra, Brenda Carolina Lawrence – 21 anni, nata a Cremona vive a Pieve d’Olmi (CR), studentessa – per il Team Gué, Carmen Pierri – 16 anni, nata a Salerno vive a Montoro (AV), studentessa – per il Team Gigi, sono le 4 Voci protagoniste della finale di “The Voice of Italy”.

DSC07809

Elettra Lamborghini e Brenda Carolina Lawrence

Info

#tvoi

Twitter: @thevoice_italy

www.instagram.com/thevoice_italy/

https://www.facebook.com/Thevoiceufficiale/

Televoto 894.424 da fisso – 475.475.0 da mobile

“Più forti del ricordo” ecco LP di Carmen

“Più forti del ricordo” ecco LP di Carmen

Arriva da Amici, il talent di Maria de Filippi, ma più strettamente da Trapani in Sicilia. Si chiama Carmen Ferreri ed è nata nel 1999, però per modi sembra molto più grande dei suoi 19 anni, ed esce oggi (venerdì 8 marzo 2019) con “Più forti del ricordo”. Anzi la prima cosa che ho notato incontrandola in questa conferenza stampa (qui sopra nel video) è quando sia bella pulita questa ragazza. Con un’eleganza sia estetica che di modi davvero fuori dal comune, cosa che si ritrova anche nel suo modo di fare musica. Anche qui è molto più grande ed elegante della sua giovanissima età. Nel disco si è circondata di autori tanto talentuosi tanto giovani, praticamente tutti suoi coetanei. Cosa interessante, siamo sempre qui a dire i giovani questo i giovani quello e poi siamo noi a scrivere canzoni per loro. Virgin Records, lungimirante, ha selezionato per questa produzione una squadra di giovani veri: Giordana Angi, Giovanni Caccamo, Manuel Finotti, Virginio Simonelli, Niccolò Verrienti, Lorenzo Vizzini, Fabio Barnaba, Giulia Capone e GionnyScandal (che duetta in “Chissà se mi pensi”).

DSC06177.JPG

Instore tour

08 marzo Roma 16:00 Discoteca Laziale
09 marzo Milano

Vimercate

15:00

18:30

Mondadori P.za Duomo

Mondadori Torri Bianche

11 marzo Varese 16:00 Varese Dischi
12 marzo Torino 17:30 Mondadori Via Monte di Pietà
13 marzo Padova 15:00 Mondadori P.zza Insurrezione
14 marzo Bologna

Firenze

15:00

18:30

Mondadori Via D’Azeglio

Galleria Del Disco

15 marzo Frosinone 15:00 Mondadori Via Aldo Moro
16 marzo Napoli 18:00 Feltrinelli Stazione Centrale
17 marzo Piano di Sorrento

Salerno

15:00

18:30

Mondadori P.za Cota

Mondadori C.so Vittorio Emanuele

18 marzo Bisceglie

Foggia

15:00

18:30

Mondadori Bookstore

Mondadori Via Oberdan

19 marzo Lecce

Bari

15:00

18:30

Feltrinelli Via Templari

Feltrinelli CC Santa Caterina

DSC06174.JPG

Info

https://www.facebook.com/carmenferreriofficial/

https://www.instagram.com/carmen_ferreri.official

//rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=fabioricci-21&language=it_IT&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=as_ss_li_til&asins=B07NBCL21F&linkId=631035921f680c8efba15091077493fd

foto di www.fabioricci.it

 

Il sogno di Violante e Paolo al Teatro Manzoni

Il sogno di Violante e Paolo al Teatro Manzoni

Titolo un po’ forzato per citare i due più noti, Violante Placido e Paolo Ruffini, per citare lo spettacolo che dal 28 Febbraio 2019 (fino al 17 Marzo), sarà in scena al Teatro Manzoni di Milano. Ovviamente si tratta del “Sogno di una notte di mezza estate” di William Shakespeare con l’adattamento di Massimiliano Bruno. Il cast, quasi al completo, l’ha presentato direttamente al teatro milanese in una simpatica conferenza stampa. Si è intuito molto il legame tra gli attori, che lascia presagire tante risate e divertimenti in questa versione ancora più stralunata del solito. Certo che il Manzoni non si concede tregua, appena terminato Simone Cristicchi (strepitoso) parte subito stasera questa nuova cosa. Uno spettacolo “leggero” giusto per riprendersi dopo il testo impegnativo di queste sere. Ruffini e soci non prendono sottogamba questo testo, che per sua natura si presta, ma lo interpretano rendendolo il più “circense” possibile, nel sento della raccolta di freak alla Barnum.

DSC06129.JPG

Se noi ombre vi abbiamo irritato non prendetela a male, ma pensate di aver dormito, e che questa sia una visione della fantasia…noi altro non v’offrimmo che un sogno. Se noi ombre vi abbiamo irritato non prendetela a male, ma pensate di aver dormito, e che questa sia una visione della fantasia…noi altro non v’offrimmo che un sogno

DSC06121.JPG

Chi lo fa

Stefano Fresi, Violante Placido, Paolo Ruffini, AugustoFornari, Maurizio Lops, Rosario Petix, Dario Tacconelli, Zep Ragone, Sara Baccarini, Alessandra Ferrara, Antonio Gargiulo, Tiziano Scrocca, Daniele Coscarella e Maria Vittoria Argenti. Regia Massimiliano Bruno, Scene e Costumi Carlo De Marino, Musiche Roberto Procaccini, Light designer Marco Palmieri, Coreografie Annalisa Aglioti, Produzione esecutiva Fabrizio Iorio

Info

www.teatromanzoni.it

https://www.teatromanzoni.it/manzoni/it/spettacoli/sogno-di-una-notte-di-mezza-estate

Orari: feriali ore 20,45 – domenica ore 15,30

Biglietti: Poltronissima Prestige € 35,00 – Poltronissima € 32,00 – Poltrona € 23,00 – Poltronissima under 26 € 15,50

DSC06113.JPG

Dall’India alla Bibbia a Pavia

Dall’India alla Bibbia a Pavia

Si terrà oggio, domenica 24 Febbbraio 2019, ci sarà la presentazione del libroDall’India alla Bibbia” scritto per Enigma Edizioni da Andrea di Lenardo con Enrico Baccarini. Qui sopra trovate la mia intervista di qualche mese fa con Enrico che parla di cose molto analoghe a questo. Editore anche di Hera Magazine, oltre che essere persona piacevolissima, è assolutamente da ascoltare. La conferenza si terrà in provincia di Pavia, per la precisione in Frazione Brusca 55 a Mezzanino con inizio alle ore 15. Sarà nella casa della scuola Kriya Yoga che Michela Brandolini ci illustra qui sotto.

La scuola Kriya Yoga

La nostra scuola diffonde le antiche arti marziali giapponesi e indiane; il maestro fondatore del metodo il Kaisho Maharishi Sathyananda tutt’ora vivente nel lontano 1973 codificò i Kata dell’ Ai Jutsu un arte marziale il cui significato profondo è la via dell’Amore ( kanji Ai) e dell’ Armonia; il metodo è in continua evoluzione e comprende esercizi  con l’utilizzo delle macchine e dei manubri e della Kinesis (moduli della Technogym). Nelle nostre scuole lo yoga ritrova la sua vera natura di arte marziale e come tale viene insegnata e praticata come una disciplina che va rispettata con impegno, dedizione, pratica costante.

Info

https://www.kriyayogapv.it/

https://kriya-yoga.business.site/

http://www.enigmaedizioni.com/shop/index.php?rt=product/product&product_id=167

//rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=fabioricci-21&language=it_IT&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=as_ss_li_til&asins=B07DTLVYX2&linkId=2221cfb89edfc4e8130e4ec4edeacfde