“Sparks” di Osvaldo Supino a #leintervistesuldivano #intervistemilanesi

“Sparks” di Osvaldo Supino

Persona prima di tutto piacevole, Osvaldo Supino, artista italiano che più si sta facendo notare all’estero è anche un artista molto eclettico. Lavorando, ma non solo quello, con grandi firme internazionali ma anche ricevendo tanti premi e attestati (3 nomination ai Bt Digital Music Awards, 2 premi Nickelclip, 1 premio Unicef, 1 premio Mei ed è l’unico italiano fin ad ora premiato ai LAIFFA Awards di Los Angeles) si è fatto notare nei paesi latini ma non solo. Tutto questo da assoluto indipendente, anche se forse sarebbe ora che qualche major lo sostenesse perché la stoffa è buona. Non che ce ne sia bisogno per la parte artistica, ma certo a livello promozione il peso si sente. Questo non conta per il mio divano dove chiunque è il benvenuto. Si è parlato del suo ultimo LPSparks” appunto, che è stato pubblicato a marzo di questo 2019, lavoro che esce in due versioni quella inglese e quella in spagnolo.

Sparks – Luces

Registrato tra Milano e Miami, e prodotto tra Berlino, Liverpool e Los Angeles, Sparks è composto da 10 nuovi brani e si avvale delle prestigiose collaborazioni con importanti nomi della musica pop internazionale come Scott Robinson (gia produttore di Demi Lovato e Christina Aguilera) e Molly Moore (autrice per Lea Michele). Un album fortemente e volutamente pop, ma che tra le varie influenze musicali urban, edm, reggaeton, prova ancora una volta l’eclettica personalità di Osvaldo capace di reinventarsi con credibilità nelle varie storie, ma soprattutto una vulnerabilità senza filtri, tanto da rendere questo lavoro uno dei suoi più intimi e autobiografici realizzati fino ad ora.
L’album è stato anticipato dal nuovo singolo “How Do We Know” che, pubblicato solo lo scorso 28 gennaio, ha conquistato mezza Europa debuttando in terza posizione in Italia, alla 7 in Spagna, alla 8 in Svizzera e alla 10 in Germania e Austria.

Info

https://www.facebook.com/osvaldosupino/
https://www.instagram.com/osvaldosupino/
https://www.youtube.com/channel/UCBVFGINFDwsDBlZczKlgFJw

Gazebo gli anni ottanta e l’Italodance #intervistemilanesi

Gazebo gli anni ottanta e l’Italodance

Lo scorso venerdì si è esibito in concerto a Milano, AL Club Haus 80s di via Tocqueville, Paul Mazzollini più noto come Gazebo, vero e proprio dominatore delle classifiche di mezzo mondo negli anni ottanta. Proprio per omaggiare quel periodo, ma anche tanti amici che stima, ha pubblicato “Italo by Numbers”. Si è presentato con una band molto affiatata dove, oltre ai suoi molti successi, ha appunto omaggiato con le cover dei suoi colleghi degli anni d’oro della disco italiana.

L’intervista

Abbiamo chiacchierato sia di quel periodo sia del dopo, di come ha saputo trovare la sua dimensione negli anni. Per esempio pochi sanno che quando si è sentito meno discograficamente si è interamente dedicato a produrre, nel suo studio romano, musica per altri. L’ho incontrato direttamente al locale e sopra nel video la nostra piacevole chiacchierata. Poi mi sono visto il concerto davvero piacevole e devo dire molto nostalgico della mia adolescenza.

GAZEBO 0306_b.jpg

Info

https://www.facebook.com/GazeboOfficial/

www.gazebo.info

@GazeboOfficial

“On Dance” Roberto Bolle accende la danza a Milano @RobertoBolle

“On Dance” Roberto Bolle accende la danza a Milano @RobertoBolle

Presentato ieri, martedì 5 giugno 2018, il festival della danza “On Dance” voluto e organizzato da Roberto Bolle, per la città, Milano, che lo ha adottato tanti anni fa. La stella della danza e orgoglio della scuola del Teatro alla Scala, sarà tra gli animatori non solo ballando in questo festival ma sostenendolo con tutto se stesso. Questa cosa si è ben percepita ieri quando l’ha presentato con il sindaco Sala e l’assessore Del Corno, la gioia era trasparente (lo potete vedere nel video sopra nel video).

Una settimana calda

Sarà tra l’11 e il 17 giugno in tutta la città, letteralmente travolta di iniziative e performance in ogni dove. Cosa ci sarà? Spettacoli, eventi, workshop gratuiti di danza classica, contemporanea e street  con maestri di caratura internazionale, corsi accademici dedicati ai vari generi di danza, laboratori di disegno del movimento, giocodanza, lezioni alla sbarra per tutta la città, flash mob, mostre fotografiche e installazioni live, ritrovi notturni di tango, maratone di swing. Insomma per accontentare tutti. Roberto ha coninvolto molti amici: da Stefano Bollani a Marco D’Amore, da Giuliano Sangiorgi a Lodovica Comello fino a Nicoletta Manni. Gran Galà finale agli Arcimboldi con lo stesso “Roberto Bolle and Friends”.

Qui trovate l’intero programma 

Info

www.ondance.it

https://www.facebook.com/OnDanceAccendiamoLaDanza/

https://www.instagram.com/ondance.it/

In stage con Roberto Bolle

In stage con Roberto Bolle

I primi 50 che si iscriveranno, all’evento “OnDance – Accendiamo la danza” di Roberto Bolle, potranno partecipare gratuitamente a diversi Workshop. Gli eventi si terranno tra l’11 e il 17 giugno 2018 presso il Teatro degli Arcimboldi. Il tutto nella settimana di “OnDance – Accendiamo la danza”, la grande festa della danza voluta e ideata da Roberto Bolle. Per tutta la settimana, nella città di Milano, dall’11 al 17 giugno con: spettacoli, mostre, e tanti eventi a tema. Nel video la conferenza stampa, di qualche mese fa, nella quale il ballerino raccontava di se e della sua trasmissione televisiva.

Info
www.ondance.it

Party Urban ai Magazzini Generali #milanostasera

JAJE LA FURIA - 1 DICEMBRE

Party Urban ai Magazzini Generali #milanostasera

Questa sera (venerdì 1 dicembre 2017) a Milano, presso i Magazzini Generali di via Pietrasanta 16, sarà toccato dal Touch Down. Il party nativo di Ibiza dedicato alla musica urban avrà come ospite d’onore Jake la Furia, che sicuramente verrà riemergersi in musica più consona vista la sua esilarante partecipazione all’Extra Factor. Sul palco anche le Star di Touch Down: Exo, Surfa, Alessandro di Lorenzo, Dropsy, dj Naike e Cece MC.

Info

Apertura porte ore 23.00

info@magazzinigenerali.it

http://www.magazzinigenerali.it

Prevendite http://www.mailticket.it/evento/11957

“Gaga: Five Foot Two” su Netflix

Netflix_LG_210817_Digital_27x40_FMv2_m

Arriva, da oggi disponibile, su Netflix il documentario dal titolo “Gaga: Five Foot Two” su Lady Gaga. Regia di Chris Moukarbel, che la racconta molto da vicino. Tra l’altro in un momento in cui gli alti e bassi della vita di tutti l’hanno fermata. Ma per poco se un po’ la si conosce credo che presto riprenderà a fare il rullo compressore.

Talento

Indubbiamente talentuosa, ha saputo in questi anni vestire le sue cose (termine appropriato sia come arrangiamenti sia personalmente) in maniera molto moderna ed accattivante. Ma basta ascoltarla al pianoforte (è una musicista sul serio non fa finta come molti) per capire che gli arrangiamenti non fanno i pezzi, ma al contrario esaltano canzoni di qualità. La ragazza sa anche scrivere.

Spettacolo

Certo live prevale lo spettacolo, il documentario racconta però anche il dietro le quinte un po’ in stile talent. Gli amici, le crisi, le gioie e la casa che per la prima volta vengono mostrare ad una telecamera. Senza dimenticare palchi e studi di registrazione. Interessante sicuramente anche se non siete un fan, se poi non vivete senza Gaga… attivate Netflix subito!

Info:

www.Netflix.com

www.ladygaga.com

Ciao Robert il papà di “Children”

Si è spento Robert Miles l’autore di “Children” quello che per me resta il più bel pezzo di Dance di sempre. Mi dispiace molto il suo vero nome era Roberto Concina, ci eravamo scambiati qualche mail, pionieri della rete, tanti anni fa quando si era trasferito a Londra. Gentile e talentuoso. Peccato