Stadio Live dal Sant’Orsola

Stadio 3.jpg

Gli Stadio

Gli Stadio faranno un concerto dalla terrazza del Padiglione 23 del Policlinico Sant’Orsola di Bologna. Si terrà il 27 giugno a partire dalle ore 19 in diretta social e con collegamenti con amici e con Catania e Siracusa. Il concerto sarà sia una festa di ringraziamento, Gaetano assicura che però il tacchino non ci sarà, ma anche una sensibilizzazione ad aiutare gli ospedali. Nello specifico oltre il Sant’Orsola anche

“Voi come noi”

Ci sono titoli e slogan che lasciano il tempo che trovano, nel caso di Curreri e soci no. La band si è sempre distinta, nel loro cammino pluridecennale nella nostra musica, come qualcosa di diverso. Grandi professionisti ma con un cuore sempre acceso. Ricorderò la loro più grande lezione di quel concerto a Lodi, metà gennaio nebbia che nemmeno negli anni 40 e sala davvero poco piena… loro? Concerto strepitoso nemmeno fossimo in 100.000. Li o capisci cosa significa essere un musicista, un artista davvero. O resterai sempre uno dei tanti, anche se di successo nel caso. “Voi come noi” è anche il titolo del nuovo singolo in via di pubblicazione, registrato con medici e infermieri.

Scuola Dalliana

Come prima cosa vorrei ringraziare chi ha messo i soldi per permettere questo concerto” ha aperto la conferenza Gaetano “Un modo, questa festa, di guardare in modo positivo. Un arcobaleno, ci saranno anche ospiti come Fresu, Noemi e Solis String Quartet. Lucio Dalla ci sarebbe stato, avrebbe suonato il clarinetto o cantato un pezzo con me”. La band farà anche “La sera dei miracoli” ma la Lucio ci sarà vero? “Si, me l’ha già detto che di sicuro sarà li con noi” chi ha avuto la fortuna di conoscerlo lo sa, così come sa che Curreri è uomo che guarda ben oltre “Quelli come me che hanno la Siae non sono obbligati ad andare a suonare, ma pensate ai tecnici o ai musicisti che supportano i grossi nomi. Loro vivono suonando, io suono e suonerò ovunque in qualsiasi modo. Ma dobbiamo pensare anche agli altri” e poi senza musica che mondo sarebbe? “Quello che chiediamo fortemente” conclude il frontman degli Stadio “è avere regole precise. Diteci come possiamo fare e lo faremo” Ne abbiamo tutti gran bisogno!

Info

Evento Facebook
Official

Donazioni(Iban Fondazione Policlinico Sant’Orsola) – Causale: “Voi come Noi”
IT72I0847236760000000101617

Salvatore Coccoluto racconta Lucio Dalla

COVER

Salvatore Coccoluto racconta Lucio Dalla

Esce il libro di Salvatore Coccoluto dedicato alla storia di Lucio Dalla. Si intitola, per la precisione, “Lucio Dalla La vita, le canzoni, le passioni” per l’editore Diarkos. Al costo di 15 euro conta 228 pagine (eam 9788832176322). L’autore, nativo di Terracina, ha già scritto altri titoli per la casa editrice romagnola e scrive stabilmente per numerose tesate web.

Lucio Dalla

«La cosa che mi piace di più non è mai quella che sto facendo ma è quella che farò il giorno dopo, anche se non la so fare».

Lucio, meraviglia, ho avuto modo di intervistarlo ed incontrarlo diverse volte. Personaggio unico nella storia della musica italiana. Tanto interessato dalla sua musica quanto instancabile mentore per artisti. Sapeva mettere dei puntini, lo fa ancora, davanti ai percorsi delle persone. Lasciando che poi si unissero a completare il disegno. Riconosceva un talento al primo sguardo e sapeva alzare e abbassare l’asticella per incoraggiare il percorso. Lo stiamo raccontando con raccolte e riedizioni del suo lavoro (qui sotto un video dell’ultima alla quale ho partecipato) e questo libro mi incuriosisce moltissimo. Di Lucio Dalla musicista e della sua musica immortale (ce ne stiamo rendendo conto solo ora) si è detto già molto e la stiamo sempre più apprezzando. Non mi pare il caso di dilungarmi ora.

Salvatore Coccoluto (biografia)

(Terracina, 1978) è scrittore, saggista e critico musicale. Collabora con il magazine «La Freccia», il settimanale «Note» e Radio Web Italia. Per anni ha scritto per ilFattoQuotidiano.it, Oggi.it e LeiWeb. È autore di numerosi libri, fra i quali ricordiamo Franco Califano. Non escludo il ritorno; Mia Martini. Almeno tu nell’universo; Pino Daniele. Una storia di blues, libertà e sentimento; Gianna Nannini. Amore e musica al potere; Ezio Bosso. La musica si fa insieme; Gioco Partita Incontro. Le imprese dei campioni del tennis italiano, da Nicola Pietrangeli a Flavia Pennetta.

Info

www.facebook.com/diarkoseditore/

www.diarkos.it/

www.salvatorecoccoluto.com/

Ti è piaciuto questo post?

vuoi ringraziare offrendomi un caffè?

C’è Paypal

Rkomi in tour da Novembre

foto rkomi tour.jpg

Rkomi in tour da Novembre

Parte a il 23 Novembre 2019 il “Dove gli occhi non arrivano tour” del rapper Rkomi, decisamente uno degli artisti del genere più interessanti. Uso il “figliometro” in questi casi, chiedendo a Matteo (20 anni) cosa ne pensa degli artisti che incontro o dei quali do notizia legati alla sua generazione: Rkomi è decisamente si. Con l’ultimo lavoro colmo di featuring davvero ben scelti: Da “Blu”, singolo featuring Elisa che ha anticipato l’uscita dell’album a “Mon Cheri” con Sfera Ebbasta, all’interno dell’album non mancano inoltre le collaborazioni con Ghali in “Boogie Nights”, Carl Brave nel brano “Impressione”, Dardust in “Visti dall’alto” e con Jovanotti nel brano “Canzone” attualmente in rotazione radiofonica. Il lavoro prodotto da Charlie Charles, uscito lo scorso 22 Marzo su etichetta Island Records e si chiama proprio “Dove gli occhi non arrivano”. Ma questo i fans lo sanno bene.

Rkomi

“Tornare on stage mi dà una grande energia. Sarà un inverno lungo ma piacevolmente in compagnia – dichiara Rkomi – tengo in particolar modo alla dimensione live e nel mio viaggio in continua evoluzione sono pronto a sfidare le mie possibilità per offrire ai miei fan uno show davvero carico di emozioni”.

Date

23/11 Nonantola (Mo), Vox Club
30/11 Firenze, Viper Theatre

13/12 Modugno (Ba), Demodè Club
21/12 Roncade (Tv), New Age Club
11/01 Venaria Reale (To), Teatro Concordia
17/01 Napoli, Duel
18/01 Roma, Orion
25/01 Milano, Fabrique

Info

Ticketone al seguente link https://bit.ly/2VQRzJU

https://www.facebook.com/rkomiofficial/

https://www.instagram.com/rkomi/

Francesco Bellucci e i “20 litri di Benzina” #leintervistesuldivano #intervistemilanesi

Francesco Bellucci e i “20 litri di Benzina” #leintervistesuldivano #intervistemilanesi

Come ho sentito il singolo nuovo di Francesco Bellucci ho deciso che l’avrei invitato sul mio divano per le iconiche #leintervistesuldivano. La provocazione del suo pezzo, anche se in “Situazioni Sconvenienti” ce ne sono di più toste, e il modo di incidere e di spingere mi ha ricordato il primissimo Vasco. Sarà un caso che vivono vicini? Io non credo! Direbbe quello della televisione. Francesco è un ragazzo molto simpatico e ho deciso anche di invitarlo (Lunedì 14 Ottobre 2019) a Radio Atlanta per il mio programma Valore questo dopo l’intervista che sentite qui sopra. Questo perché, dopo avere sentito l’intero album, sono convinto che sia davvero interessante. Riferimento al mondo del primo Vasco solo come autore, perché rock a parte non ci sono similitudini, così come non somiglia a nulla che giri in questo momento.

ospite valore-13.png

20 Lt. Di Benzina

…Con 20 litri di benzina

Brucio la tua casa perfetta

Ci carbonizzo il suo divano

Do fuoco a tutto quello che amo

Alle tue borse della spesa

Anzi a tutto il supermercato

Alle sue scarpe di alta moda

Brucio tutto quello che mi consola…

Rock

Il rock è morto? Viva il Rock! In un momento in cui sembra non potere uscire un pezzo che non sia rivestito da Reggaeton (che noia) o Rap/Trap arriva qualcuno che ci ricorda che l’urgenza artistica di dire cose forti, con una chitarra, è sempre attuale. Non dico così perché il cognome mi ha fatto sperare in un appuntamento con Monica Bellucci, ci ho provato ma non sono parenti mannaggia! In ogni caso questo è un lavoro (parlo dell’album che uscirà) davvero interessante e ben suonato. Non vedo l’ora di vederlo Live.

Francesco Bellucci

Francesco Bellucci è nato a Modena il 20 Settembre 1989. Debutta musicalmente nel 2013 partecipando alla Prima Edizione del Premio Pierangelo Bertoli classificandosi al secondo posto con la canzone “Io Ci Credo Ancora”, pubblicata nel Maggio del 2014. Nell’Ottobre 2014 ci riprova al Premio Bertoli conquistando ancora il secondo posto con la canzone “Forse”. Nel 2017 pubblica il primo album “Siamo Vivi” con 13 brani inediti, anticipato dal singolo “Vivere Davvero” e dall’omonimo videoclip presentato in anteprima da L’Espresso. Nel 2018 pubblica il singolo “Che Sfiga Però”, presentato durante la serata finale del Poesia Festival di Modena prima del concerto di Ghemon.

Info

https://www.facebook.com/ilBelluc

https://www.instagram.com/ilbelluc/

https://www.youtube.com/channel/UCDERiUJvOCr8iS4CDX9IfrQ

www.radioatlanta.it

 

Ruggeri presenta “Alma”

Ruggeri presenta “Alma”

Nuovo disco dell’instancabile Enrico Ruggeri, che dopo i due precedenti con i Decibel, torna alla sua carriera solista. Quasi sfogato con il rock di queste ultime cose, torna con un capitolo, dal titolo, “Alma” molto introspettivo. Pubblicato da Anywaymusic / Believe Digital ha in copertina un ritratto di Dario Ballantini, si proprio l’imitatore di Striscia la Notizia. Enrico si mantiene fresco lavorando anche con giovani che stima, come Ermal Meta, ma anche con il figlio Pico con il quale firma una canzone. Di Pico Rama ho già parlato ampiamente e le belle cose sul figlio, con Enrico, ce le siamo detti a microfono spento. Delle ultime cose questo disco mi sembra sicuramente quello più “poetico”, il cantautore ha ritrovato attenzione anche a questa cosa. Non che le sue liriche, che scherziamo, non lo siano sempre state, ma trovo una maggiore punta poetica. Nel video l’intervista che abbiamo condiviso con altri colleghi. Disco che sto ascoltando con molto interesse da giorni ormai, tra l’altro è già in tour (ma guarda!)

Prossime date

13 aprile all’Athena Live Club di Ponte Dell’Olio (Piacenza) – ELECTRIC TOUR

27 aprile al Teatro Sociale di Sondrio – ACOUSTIC TOUR

4 maggio alle Officine Cantelmo di Lecce – ELECTRIC TOUR

10 maggio alla Latteria Molloy di Brescia – ELECTRIC TOUR

11 maggio al Fabrique di Milano – ELECTRIC TOUR

24 maggio al Teatro Colosseo di Torino – ELECTRIC TOUR

Per i Live

I biglietti sono disponibili sul circuito Ticketone e nelle prevendite abituali. Il tour è prodotto e organizzato da JOE & JOE S.R.L. Enrico Ruggeri sarà affiancato sul palco durante l’acoustic tour da Davide Brambilla (fisarmonica e tromba), Francesco Luppi (pianoforte e tastiere) e Paolo Zanetti (chitarra); mentre nel corso dell’electric tour da Francesco Luppi (pianoforte e tastiere), Paolo Zanetti (chitarre), Fortu Sacka (basso) e Alessandro Polifrone (batteria)

Info

www.enricoruggeri.me

www.facebook.com/tuttorouge/

Sean White porta l’Opera Wu Jiangsan a Milano #chinaweekmilano

Sean White porta l’Opera Wu Jiangsan a Milano

Domenica 24 febbraio 2019, presso il Teatro dal Verme di Milano (ingresso gratuito), ci sarà l’Opera Wu Jiangsan, nel contesto della China Week Milano. Voluta da Zhang Changxiao conosciuto artisticamente cone Sean White, autore del best sellers “Creuza de Mao” libro che introduce i cantautori italiani ai cinesi spiegandone i testi e raccontandoli. La storia di Sean è simile a quella di molti suo connazionali che sono venuti in Italia per studiare. Ma è stato folgorato sulla via della Musica Italiana, così ha abbandonato gli studi ingegneristici al Politecnico per dedicarsi all’arte. Il suo lavoro è essere da tramite tra i due paesi, sia portando la nostra cultura in Cina, sia portando quella cinese qui da noi. L’Opera Wu è un’eccellenza della sua città di origine sarà proprio una serata magica domenica. La “China Week Milano” è la settimana culturale cinese, organizzata dal “Centro dell’Interscambio culturale Italia-Cina” e sostenuta dal Comune di Milano e dal Consolato Generale Cinese. L’evento è realizzato in collaborazione con LongMorning Music Group, associazione fondata da White insieme al collaboratore Mao Xuanxuan (leader della band cinese Walking Ears), per promuovere gli artisti italiani in Cina. Sono stato ad incontrarlo nel suo ufficio che, guarda caso, è proprio nel mio quartiere. Domenica ci sarò sicuramente, anche perché come leggete qui sotto sarà molto interessante.

ChinaWeekMilano_b.jpg

Lo spettacolo

Durante lo spettacolo si esibiranno sul palco artisti cinesi e italiani, che intratterranno il pubblico con diverse esibizioni emozionanti e coinvolgenti. Questo l’ordine della serata: la performance “Broken Bridge”, gli spettacoli di arti marziali “Three Crossroads”, l’esibizione di opera tradizionale “The Picking Jade Bracelet”, l’opera kunqu “Day Girl Sanhua”, le performance “Tuen Mun Xunzi” e “Zhong Yu Married Sister”, la danza tradizionale del leone“Golden Lion Chengxiang”, la danza “Nianbadu Lamp Array” e la performance “Changing Face and Playing Teeth”.

Info

www.facebook.com/Music-Marco-Polo-Zhang-Changxiao-138018653661218

https://www.facebook.com/events/2034689113289726/

Teatro dal Verme di Milano Via S. Giovanni sul Muro ore 20 (ingresso libero)

SeanWhite2_b.jpg

Andrea Biagioni in #intervistemilanesi @biagioniandrea1

Andrea Biagioni in #intervistemilanesi

Uscito da x-factor, collaborando con il suo giudice Manuel Agnelli fino a passare tra le sapienti mani di Paolo Iafelice, Andrea Biagioni si è distinto per qualità. Oltre ad essere un gran chitarrista si è scoperto anche cantante e cantautore. Sanremo Giovani gli ha ridato smalto ed eccolo con un nuovo singolo che si chiama “Violet Peonie”. Nei giorni scorsi sono stato ad intervistarlo nel suo ufficio stampa milanese. Persona che merita, è un ragazzo simpatico quanto talentuoso, si è raccontato senza risparmiarsi.

Questo video nasce da un’idea di Augusto Titoni, stilista illustratore del progetto, e di Andrea Biagioni, ispirati dalla condivisione di un modo di essere, di vedere i dettagli e di creare con spirito artigianale un micro mondo che racconta la crescita e i cambiamenti che avvengono nella vita del protagonista.

Info

www.facebook.com/andreabiagioniofficial

www.youtube.com/user/biagioandre88twitter.com/biagioniandrea1

www.instagram.com/adesivadiscografica

Paolo Antonio “Questa assurda storia” #veritàpergiulioregeni

Paolo Antonio “Questa assurda storia” #veritàpergiulioregeni

Quando si incontra una grande canzone bisogna riconoscerla, riconoscere anche quando un autore è un grande autore. Paolo Antonio ha rilasciato il video, davvero ben girato bravi, di “Questa assurda storia” un pezzo scritto per Giulio Regeni, il ricercatore italiano barbaramente torturato ed ucciso in Egitto. Colpevole di nulla, se non di essere nel posto sbagliato al momento sbagliato. Paolo ha raccontato questa vicenda senza retorica, se non fosse per la scritta sul finale nemmeno si capirebbe di cosa parla questo pezzo. Ma questa è la grande qualità di un grande autore. L’abbiamo già incontrato, intervistato, ma anche presentato in questo blog non solo perché è un caro amico: ma perché è un grande artista di Valore. Invece di condividere tante sciocchezze, condividete questa canzone.

Il testo

Forse non avrei cambiato il mondo con un paio di domande, ma può scoppiare una rivoluzione da una discussione al bar. Forse non avrei cambiato il mondo ma il mio modo di guardarlo: quel che ci raccontano talvolta non risponde alla realtà. Poi si spense tutto in quella camera. Quanto può far male la curiosità. Ditelo una volta e mille ancora, così nessuno mai si scorderà il nome mio e questa assurda storia, perché il finale sia la verità. Forse non avrei cambiato il mondo con un paio di domande, ma il pensiero libero è il peggior nemico dell’autorità. Forse non avrò le mie risposte ma vi chiedo di cercarle, quando sui balconi la bandiera gialla poi scolorirà. Quanto può far male curiosità, ma quanto è necessaria per la libertà. Ditelo una volta e mille ancora, così nessuno mai si scorderà il nome mio e questa assurda storia, perché il finale sia la verità. Ditelo una volta e mille ancora, perché qualcuno s’è scordato già. Mi chiamo Giulio e questa assurda storia non è solo la mia, non è solo la mia; e non è solo per me la verità.

Chi ci ha lavorato

Testo, musica e produzione esecutiva di Paolo Antonio, roduzione artistica di Ohrwhurm (Gianmarco Grande, Camilla Capolla) e Paolo Antonio. Registrato all’Ohrwhurm Studio (Milano) e mixato da Antonio Nappo al Q Studio (Milano). Masterizzato da Pietro Caramelli (Energy Mastering, Milano). Il video di Niccolò Savinelli.

Info

https://www.facebook.com/paoloantoniomusic/

https://www.youtube.com/channel/UCUIFyrNm9wdJ66_bT1sRcxA

#veritàpergiulioregeni

 

Rosmy diventa “Universale” @rosytemps #intervistemilanesi

Rosmy diventa “Universale”

Si chiama proprio “Universale” il nuovo lavoro della cantante, ma anche autrice, Rosmy lucana di nascita ma ormai milanese d’adozione. Parafrasando una sua canzone di questo Lp, direi proprio che ha” scelto di essere libera” davvero producendosi la sua musica. Nove canzoni per la maturità musicale, un pop ben suonato con qualche punta anche rock. Anche se in realtà le canzoni sarebbero 10 perché come bonus c’è “Ninna Nanna” una vera chicca folk realizzata con Renanera. Pezzo e mondo che mi piace un sacco chissà che un giorno non ci sia anche un disco così. Lo so che per lei sarebbe un “tornare” alle radici, ma con le sue doti anche teatrali…

Rosmy dice

“A volte penso che non siamo ancora pronti per superare l’opportunismo, la superficialità e la competitività che respiriamo quotidianamente. Però sono certa che ognuno di noi ha dentro un bellissimo universo con un potenziale che aspetta solo di riscattarci”

Intervista e disco

Qui sopra l’intervista realizzata per presentare il disco, l’avevo già incontrata mesi fa, cosa che potrebbe sembrare più complicata quando si incontra un’artista che si conoscere. Però parlare con Rosmy è sempre piacevole, l’ho incontrata negli uffici del suo ufficio stampa ma presto la ospiterò nel mio programma Valore a Radio Atlanta Milano. La produzione artistica: Enrico “Kikko” PalmosiRosamaria Tempone (tranne che “Ninna Nanna” prodotta da Antonio Deodati), supervisione artistica di Roberto, il fratello, Tempone ed è stato registrato da Upmusic Studio Milano e masterizzato da Marco D’Agostino. Con lei hanno suonato: Michael Tenisci e Paolo Petrini(chitarre), Luca Scansani (basso), Emiliano Bassi (batteria) e Luca Sala (Pianoforte). Per Ninna Nanna: Unaderosa (voce e percussioni), Antonio Deodati (tastiere, cori e programmazione), Pierpaolo Grezzi (darbouka e tamburi), Massimo Catalano (chitarra acustica, mandolini, sai baglama), e Roberto Tempone (fisarmonica)

Info

http://www.rosmy.net

https://www.instagram.com/rosmyofficial/

https://twitter.com/rosytemps

https://www.facebook.com/RosmyOfficialPage/

Veronica Pompeo e la sua voce spettacolare #intervistemilanesi

Veronica Pompeo e la sua voce spettacolare

Viene da Matera una strepitosa cantante, anche se è riduttivo definirla così, visto che porta nella sua musica anche molto teatro. Si chiama Veronica Pompeo e ha presentato il suo “A provincial painter moods” (Rusty Records / distribuzione digitale Believe). Ispirato allo spettacolo di Dacia MariniA provincial painter modds” si adagia tra le note composte per questo dal pianista Domenico Capotorto. Veronica ha adagiato, con grazia infinita, parole e vocalizzi emozionanti ma molto eleganti. Questo senza snaturare quello che il pianista aveva composto. Mi ha ricordato certe sperimentazioni di Demetrio Stratos, esplorando i confini vocali passando da toni bassi a note pazzesche senza perdere mai il timbro. Aggiungete che è anche una bellissima donna, non resta che mettersi in fila per il suo prossimo spettacolo a Milano. Città nella quale l’ho incontrata per l’intervista che potete vedere qui sopra. Io l’ho messa in loop su Spotify e non smette di emozionare. Ultima nota, un bravo a Maurizio Rugginenti (Rusty) che sa investire sulla qualità e non guarda solo alla noiosa commercialità. Che certo è giusto ci sia in un catalogo, ma quanti hanno una qualità del genere tre le loro produzioni?

Info

https://www.facebook.com/VeronicaPompeoMusic/

@veronicapompeo

//rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?lt1=_blank&bc1=000000&IS2=1&bg1=FFFFFF&fc1=000000&lc1=0000FF&t=fabioricci-21&language=it_IT&o=29&p=8&l=as4&m=amazon&f=ifr&ref=as_ss_li_til&asins=B07F9ZBDB3&linkId=aab3cd3c690039a45736f1fd50f1770d