La Smemo festeggia a #bookcity

13403749_10210146794894174_3755626711003280066_o.jpg

Ho rubato questa foto al profilo di Nico perché mi piace molto li racconta molto bene

La Smemo festeggia a #bookcity

Sabato 16 novembre alle ore 20, presso la Fondazione Feltrinelli in Viale Pasubio 5 a Milano, ci sarà una serata intitolata “L’agenda fatta di storie” dedicata ai 20 anni della piccola di casa Smemoranda la “12 mesi”. La presenteranno i condottieri Nico Colonna (che trovate sotto in una video-intervista fatta qualche tempo fa ma che racconta lui e questa avventura) e Gino&Michele, ospitando letture di Walter Leonardi, Marina Rocco e Ester Viola. L’evento sarà presentato da Marta Perego e ospiti musicali “I Siberia” che suoneranno brani ispirati alle storie contenute nell’agenda. L’ingresso sarà libero, gratis insomma.

Schermata 2019-11-13 alle 10.26.29

Gaudio Onlus

Alla serata parteciperà anche Gaudio Onlus, associazione che ha la missione di realizzare progetti concreti in favore di persone autistiche e delle loro famiglie, in occasione della stampa di Blue Diary, l’agenda visiva pensata per ragazzi con bisogni comunicativi speciali sviluppata in sinergia con Smemoranda, Fabula Onlus e Fondazione Fracta Limina. Questo è l’ultima delle tante iniziative dei terribili ragazzacci milanesi che già con la Smemo si distinguono sempre, facendola ad emissioni zero e piantando alberi per bilanciare il consumo della carta. Davvero difficile chiedergli di più.

Smemo_12 Mesi[1].jpeg

La dodici mesi

L’Agenda Smemoranda 12 mesi 2020 propone i racconti di Guido Catalano, Gioele Dix, Claudia Durastanti, Chiara Gamberale, Helena Janeczek, Marco Malvaldi, Marco Missiroli, Michele Mozzati, Nadia Terranova, Gino Vignali, Ester Viola e un’inedita graphic story del fumettista e musicista Davide Toffolo. L’agenda sarà anche ascoltabile grazie al Storytel, che renderà disponibili nel suo catalogo i contenuti della stessa. Servizio che si potrà provare per un mese con l’acquisto della stessa Smemo.

Info

www.smemoranda.it

www.facebook.com/smemoranda

www.youtube.com/user/SmemoOfficial

www.instagram.com/SmemoOfficial

www.storytel.com/it/it/

www.autismogaudio.org

“Il giorno in cui seguimmo le Api” il libro di Rosanna Oberbizer #intervistemilanesi #leintervistesuldivano

“Il giorno in cui seguimmo le Api” il libro di Rosanna Oberbizer

Il titolo è “Il giorno in cui seguimmo le Api” ed il libro di Rosanna Oberbizer, per il momento solo in formato elettronico, infatti c’è un crowdfunding in corso, su Book a Book e trovate il link in fondo al pezzo. Rosanna si occupa di scrittura nella sua attività di tutti i giorni, ma si occupa nella versione copy con specializzazione nella scrittura adatta alla rete (la famosa Seo). Scrive questo libro è stato molto diverso, anche se è nel cassetto da un po’ di tempo. Come si dice nel buddismo è arrivata ad un certo punto una causa esterna che l’ha riattivato: ed eccoci qui! Bastano 200 preordini e Book a Book partirà con la produzione reale del libro. Questo fino al 15 agosto, tra l’altro l’autrice si impegna a donare 1 euro all’Associazione Gaslini Onlus, un ulteriore motivo per sostenerla.

Rosanna Oberbizer

Rosanna Oberbizer

Il libro

Il suo è un cognome trentino, lei è milanese, ma la sua è una storia di mare. Ambientata in Liguria racconta le avventure di Tommaso, tredicenne di una grande città, che con un gruppo di amici al mara si imbarca in un’avventura. La prima della sua vita nata da una ricerca in rete e diventata presto molto reale. Rosanna si è accomodata sul mio divano per raccontare di lei e del suo lavoro. Qui sopra trovate il video de #leintervistesuldivano dove potete conoscerla meglio.

Rosanna Oberbizer

Nata e vissuta a Milano, lavora come copy strategist in un’agenzia di comunicazione digitale.

“L’idea del libro nasce in un pomeriggio di luglio di alcuni anni fa, osservando un gruppo di ragazzini intenti ad architettare grandi spedizioni e avventure su una spiaggia della Liguria” – racconta Rosanna Oberbizer – “La visione ha evocato molte suggestioni: il tempo dilatato e apparentemente infinito delle estati di quando ero piccola, le giornate che prendevano ritmi del tutto inusuali, la paura di mettersi in gioco e il desiderio di essere riconosciuti, l’odore buono del sole sulla pelle. Tutto il resto è nato da sé”

Info

www.popstory.it

www.facebook.com/PopStory.Blog

www.instagram.com/popstory_blog/

https://bookabook.it/libri/giorno-cui-seguimmo-le-api/ (Crowdfounding)

Sogniloqui di Stefano Taccone a Milano #intervistemilanesi #leintervistesuldivano

Sogniloqui di Stefano Taccone a Milano #intervistemilanesi #leintervistesuldivano

Verrà presentato a Milano, Martedì 16 aprile 2019 dalle ore 18.30 presso la Libreria Cultora in via Lamarmora 24, il libro Sogniloqui scritto da Stefano Taccone. Con lui la poetessa Rocio Bolaños e dal filosofo Francesco Morello, ci saranno anche lettura dell’attrice Rossella Raimondi. Con l’occasione l’ho invitato sul mio divano per una chiacchierata molto cospicua ma davvero altrettanto interessante che trovate nel video qui sopra. Domani invece lo potete incontrare live proprio presso Clutora. Un vero piacere scambiare un po’ di opinioni con una persona che ha molto da dire e raccontare.

Di cosa si tratta?

Sogniloqui (iod edizioni) raccoglie 12 racconti brevi di stefano taccone. Il suo progetto nasce da una esigenza intimistica di raccontare storie di vita quotidiana, fatta di sogni e realtà. L’autore è ben conosciuto, come critico, al vasto pubblico dell’arte contemporanea. I suoi saggi, scritti in questi anni, fanno uso di una scrittura che ha sempre al centro la sua attività intellettuale di riflessione critica. Cosa cambia con Sogniloqui? È un uso nuovo delle parole al centro della sua scrittura narrativa. L’astrattezza intellettuale cede il passo ad uno stile letterario finalizzato a sentimenti e sensazioni, che hanno origine nel mondo onirico, dove tutto inizia e tutto ritorna. Rimane intatta, nell’autore, la sua grande voglia di interrogarsi. Di farsi carico di piccole riflessioni di ciò che la vita affronta ogni giorno nei suoi profondi, e irreversibili, cambiamenti di stile e di costume. «Che cos’è ormai una telefonata se non l’antico surrogato di una conversazione a quattro occhi».

Chi è l’autore

Stefano Taccone (Napoli, 1981) insegna Storia dell’arte nei licei. È dottorato in Metodi e metodologie della ricerca archeologica e storico-artistica presso l’Università di Salerno. Dal 2013 al 2015 ha insegnato storia dell’arte contemporanea presso la RUFA – Rome University of Fine Arts. Ha pubblicato le monografie Hans Haacke. Il contesto politico come materiale (2010); La contestazione dell’arte (2013); La radicalità dell’avanguardia (2017). Ha curato il volume Contro l’infelicità. L’Internazionale Situazionista e la sua attualità (2014). Collabora stabilmente con le riviste “Segno” ed “OperaViva Magazine”. Sogniloqui è la sua prima raccolta di racconti.

Info

https://www.facebook.com/events/879351052413316/

https://www.facebook.com/sogniloqui/

www.rossellaraimondi.it

Virginia Woolf a Sesto San Giovanni

Faro in una Stanza.jpg

Virginia Woolf a Sesto San Giovanni

Il 23, 24 e 25 novembre 2018 a Sesto San Giovanni (Mi) avrà luogo la terza edizione del festival italiano dedicato, a 90 anni dalla pubblicazione di “Orlando”, a Virginia Woolf dal titolo “Il faro in una stanza”. Il festiva voluto da Raffaella Musicò (proprietaria della libreria monzese Virginia e Co) e organizzato assieme a Elisa Bolchi (ricercatrice presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore) e Liliana Rampello, critica letteraria e saggista.

Il festival

Il festival si apre venerdì 23 novembre alle ore 19,00 presso la libreria Virginia e Co. Di Monza con una lezione spettacolo di Cesare Catà. Gli ingressi singoli (con esclusione dell’evento di venerdì 23) hanno un costo di € 7, la tessera per le intere giornate di sabato e domenica costa €16. La tessera studenti, su esibizione di documento o tesserino, ha un costo di € 12. Ingressi scontati per i soci della Italian Virginia Woolf Society.

Info

https://www.facebook.com/ilfaroinunastanza/

http://itvws.it/eventi/il-faro-in-una-stanza

http://itvws.it/ Bloomsburiana è il bollettino della Italian Virginia Woolf Society