America e date italiane per Il Volo

America e date italiane per Il Volo

Parte già con un sold out, quella del 6 febbraio, il tour americano per i tre de Il Volo che poi arriverà anche in Italia. Dopo Giappone, Europa e Sud America aprono il nuovo decennio con gli Stati Uniti, ci saranno tante date tra le quali: Washington, Boston, Chicago, Los Angeles e altre per un totale di 20 date e 12 stati. L’ultima loro fatica discografica è stato “10 Years” (Sony Music) che è nel video, in alcuni stralci, della conferenza stampa

IL VOLO_credito Cestari

IL VOLO_credito Cestari

Il Volo

Piero, Gianluca e Ignazio hanno festeggiato 10 anni insieme, innumerevoli di concerti in tutto il mondo, oltre 2 milioni di dischi venduti, 220 milioni di streaming sulle piattaforme online, oltre 500 milioni di views e più di 1 milioni di iscritti sul canale ufficiale YouTube de Il Volo. Numeri notevoli, ma c’è sempre chi li attacca, cosa che capisco poco in ogni caso. Quando non mi piace qualcosa non lo ascolto. Giocano in un altro sport, confronto al bel canto, non sono lontanamente paragonabili a dei cantanti lirici (uno però al conservatorio sta studiando). Ma non è questo il punto, cantano quello che all’estero dell’Italia piace sentire e sono sicuramente ottimi ambasciatori del nostro paese. Se la musica fosse una cosa solo da assoluti virtuosi a Sanremo, per restare nel periodo, non ci sarebbero molti artisti. La musica è quello che ti fa sentire, che ti racconta non ginnastica o virtuosismo (lo può certo anche essere) e il voto artistico lo si da nel pattinaggio. E ne sono certo perché da bambino sono stato un pattinatore.

 

Date italiane

30 agosto all’Arena di Verona

31 agosto all’Arena di Verona

4 settembre al Teatro Antico di Taormina

5 settembre al Teatro Antico di Taormina

26 novembre al Pala Alpi Tour di Torino

30 novembre al Mediolanum Forum di Assago, di Milano

4 dicembre al Palazzo dello Sport di Roma

Info

www.ilvolomusic.com

www.instagram.com/ilvolomusic/?hl=it

www.facebook.com/ilvolomusic/

www.ticketone.it (per i biglietti)

Ti è piaciuto questo post?

vuoi ringraziare offrendomi un caffè?

C’è Paypal

“Pavarotti” di Ron Howard al Cinema

Pavarotti_manifesto_100x140[2].jpeg“Pavarotti” di Ron Howard al Cinema

Per soli tre giorni Nexo Digital porta al cinema il documentario che Ron Howard ha diretto raccontanto Luciano Pavarotti. Sarà nelle sale selezionate il 28, 29 e 30 ottobre 2019 e trovate il loro elenco sul sito della società di produzione. Prendi un grande regista e fagli raccontare un immenso artista cosa poteva uscire?

Pavarotti

Il film sul nostro Luciano è stato realizzato con moltissimo materiale fin ora inedito del tenore. Ron Howard racconta l’uomo attraverso i suoi successi, un uomo che come artista ha saputo portare ovunque la lirica in anni bui. Facendo conoscere questa nobile arte in ambiti lontani dai loggionisti, schiavi della puzza (la loro) sotto il naso. Una voce indimenticabile e inconfondibile, un timbro che una volta stampato resta indelebile per sempre. Il suo essere star capace di stare in trattoria come davanti al mondo nella stessa disinvolta maniera.

Luciano Pavarotti

Luciano Pavarotti

Chi si ringrazia

Dai creatori del blockbuster mondiale The Beatles: Eight Days a Week, PAVAROTTI di Ron Howard è prodotto da Polygram Entertainment, Imagine Entertainment e White Horse Pictures con Diamond Docs e in collaborazione con TIMVISION e WILDSIDE. I produttori esecutivi italiani sono Lorenzo Gangarossa, Mario Gianani e Lorenzo Mieli. Il documentario sarà nei cinema italiani solo per tre giorni, il 28, 29 e 30 ottobre, distribuito da Nexo Digital in collaborazione con i media partner RTL 102.5, Classica HD, Mymovies.it, Rockol.it, Onstage.

Tre cd per un bel regalo di Natale

In occasione dell’uscita del film, saranno disponibili dal 7 giugno pubblicati da Decca il nuovo Greatest Hits di Big Luciano che raccoglie i grandi successi dell’artista, 3 CD con 67 brani per oltre 3 ore e mezzo di musica, la colonna sonora originale del film che, oltre a raccogliere i grandi successi di Pavarotti, contiene due inediti: Miserere con Zucchero e Andrea Bocelli e l’Ave Maria di Schubert con Bono.

“The art Land” alla Fabbrica del Vapore

 

Presso la Fabbrica del Vapore di Milano, per tutto il giorno fino a questa sera post aperitivo, “The Art Land, la terra dell’arte” si presenta a Milano. Questo progetto è l’unione di 5 associazioni che operano da anni nel tessuto culturale e sociale della nostra città e si tratta di: Isolamusicaingioco, AceA Onlus, Art Too, Famiglia Margini e Lyra Teatro.

Conosciamoli

Conosciamoli da vicino, tre di loro, nel video qui sopra nell’intervista realizzata da Fabio Ricci per Eventi Milanesi. Ma soprattutto se leggete oggi (sabato 30 settembre) correte a vedere gli eventi che accompagneranno la giornata. Da qui intanto vi daremo notizie dei vari eventi, ma una oggi visita vale la pena

Cos’è questo centro?

Oltre ad ospitare le 5 associazioni nelle loro iniziative il centro, affidato dal Comune di Milano, sarà uno spazio polifunzionale dove non solo intrattenere e ricreare ma soprattutto aiutare a formare una sensibilità artistica che ci aiuti a ritrovare la via del bello. Grandi protagonisti saranno i bambini con tante iniziative dedicate a loro (tra cui un’orchestra di quartiere) ma certo non saranno gli unici. Un grande in bocca al lupo perché ci sembra proprio una bella iniziativa

Info:

Isolamusicaingioco – http://www.musicaingioco.com

AceA Onlus – http://www.aceaonlus.net

Art – Too – http://www.art-too.com

Famiglia Margini – http://www.famiigliamargini.com

Lyra Teatro – http://www.lyrateatro.it

Dieci anni senza Luciano Pavarotti ma di festa

19554144_10154436054136883_6031387026714770046_n

Sarà una grande festa, tutt’altro che nostalgica, quella del 6 Settembre 2017. A dieci anni esatti dalla scomparsa del grande tenore italiano, Luciano Pavarotti, si terrà all’arena di Verona un grande evento. Perlopiù ci saranno cantanti ma anche amici e artisti che verranno a raccontare l’uomo. Perché per l’artista per fortuna abbiamo una montagna di materiale immortale. Condotta da Carlo Conti la serata sarà in diretta su Rai 1.

L’artista

“Vorrei essere ricordato come l’uomo che ha portato la lirica alle masse” fu una delle sue frasi, con la quale lo ricordiamo, anche se non siamo mai stati degli esperti del “bel canto”, tutti quanti. La sua voce così personale e così unica, non era solo una questione tecnica, ma anche un dono con un timbro davvero indimenticabile.

I protagonisti

Da Plácido Domingo e José Carreras fino ai talenti Francesco Meli e Vittorio Grigolo, Angela Gheorghiu e il tenore Fabio Armiliato (compagno di Daniela Dessì recentemente scomparsa), Andrea Griminelli storico flautista e amico con il quale ha suonato in tutto il mondo. Ma anche Amici quali Zucchero o il maestro, grande Oscar per la musica, Nicola Piovani o Eugene Kohn.

I media

Diretto dal premio Oscar Ron Howard, sarà anche in produzione un documentario sulla sua vita, per la produzione di Imagine Entertainment e White Horse Pictures. L’evento di Verona è organizzato in collaborazione con Universal Music Group e sarà anche l’occasione di una grande raccolta fondi destinata al sostegno del Museo. La regia della serata televisiva è affidata a Maurizio Pagnussat mentre media partner dell’evento sarà RTL102.5

19510556_10154436055021883_6726297618232013836_n.jpg