Gabriele Medeot racconta a #leintervistesuldivano “RockHistory” @GabrieleMedeot #intervistemilanesi

Gabriele Medeot racconta a #leintervistesuldivano #intervistemilanesi

Di passaggio a Milano per la Bookweek, anche se poteva capitare pure in questi giorni per la Musicweek a dire il vero, Gabriele Medeot si è seduto sul mio divano per raccontare il suo “ RockHistory Suona la Storia”. Format, oltre al libro, che porta nelle scuole dialogando e aiutando i ragazzi a imparare ad usare diversamente la musica capendola più in fondo. Gabriele parla di Rock che è il genere che più gli appartiene, ma quello che racconta e come lo fa potrebbe essere adattato a qualsiasi, quasi, genere. Persona colta e piacevole Medeot sta portando questo sul libro ovunque, tra l’altro edizione Tsunami che è nel cortile di dove registriamo il divano, che è anche dove vivo.

41cc04fb-c69c-40d2-967c-11aac8564444.jpg

RockHistory in conferenza

Sono oltre 350 le conferenze già fatte e 50mila i giovani che hanno  assistito a “RockHistory Suona la Storia”, i 100 minuti del rock condotti dal musicista e divulgatore Gabriele Medeot, che con i suoi racconti, e aiutato da una avvincente presentazione multimediale in 3D e da decine di copertine di vinili, conduce sapientemente il pubblico lungo un viaggio nel tempo che ripercorre i fatti storici, i mutamenti politici e quelli culturali che i sono susseguiti dalla metà degil anni 60 all’inzio del nuovo millennio.

699b30f4-1878-47a1-9f24-fd1a1a3ed2c3.jpg

Di cosa si tratta

RockHistory è una perfomance di 100 minuti durante i quali il relatore, l’esperto musicista e divulgatore Gabriele Medeot, racconta i mutamenti storici, politici e culturali che si sono susseguiti  dalla metà degli anni 60 all’inizio del nuovo millennio. Il pubblico, nel corso della conferenza, assiste ad una performance durante la quale il racconto del relatore si alterna a proiezioni di video sottotitolati (sia musicali che di contesto storico ), e alla descrizione di numerose copertine di Vinili, a dimostrazione del valore artistico e didascalico delle stesse copertine selezionate. La musica è quindi utilizzata come filo conduttore di un racconto storico che passa in rassegna i più rilevanti eventi socio culturali del periodo preso in esame.

Info

www.gabrielemedeot.it

https://twitter.com/gabrielemedeot

http://www.tsunamiedizioni.com

https://www.instagram.com/gabrielemedeot_storyteller/

Ensi stasera a Milano e il Tour @THEREALENSI

ensi.jpg

Ensi stasera a Milano e il Tour @THEREALENSI

Questa sera, 13 novembre 2019, in concerto a Milano, ai Magazzini Generali di Milano, di Ensi. Inizio concerta 21.30 costo ingresso in cassa 15 euro. Sotto le prossime date del tour che porta live Clash Again il disco uscito lo scorso 18 ottobre per la Warner Italia. Molto apprezzato per il free style è uno dei più veloci in circolazione, tra i rapper, che però ha il grande merito di essere comprensibile al 100% in un mondo dove spesso non si capisce una parola su due.

Il tour

13 novembre – Magazzini Generali – Milano
14 novembre – Hiroshima Mon Amour – Torino
23 novembre – Demodè – Modugno (BA)
28 novembre – Viper – Firenze
29 novembre – Campus Industry – Parma
12 dicembre – Duel Club – Napoli
13 dicembre – Dejavu – Sant’Egidio alla Vibrata (TE)
06 febbraio – Largo venue – Roma
07 febbraio – I Candelai – Palermo

c8460eac-917f-4a23-a293-33b11da23e1d.jpg

Clash Again

L’album rappresenta i due mondi e le due anime di Ensi: da un lato il freestyle che l’ha sempre caratterizzato, dall’altra una dimensione più lirica e personale che adesso emerge grazie alla sua maturità artistica, cresciuta in un percorso graduale ad ogni album. Clash è un album denso, un conflitto, quello che Ensi combatte con sé stesso e i propri pensieri, ma anche quello che vive con una parte della scena del rap italiano, che si allontana troppo dalla sua visione artista e personale. Ensi è un rapper, punto. Mira, feat. Madame, è il nuovo singolo che, insieme ad altri tre inediti è all’interno del repack di Clash Again, fuori dal 18 ottobre 2019.

Info

https://www.youtube.com/channel/UCeE4SQ6TUTZdxux8ag_TLqQ

https://www.facebook.com/ensiofficial/

https://www.instagram.com/therealensi/

https://twitter.com/THEREALENSI

www.bpmconcerti.com

Amelie e “C’è Musica su Marte” a #leintervistesuldivano @amelie_music

Amelie e “C’è Musica su Marte”

Sabato 9 Novembre 2019 Amelie sarà in concerto a Milano, allo Zio Live, per presentare il suo ultimo EPC’è Musica su Marte”. Ovviamente anche le tante bellissime canzoni tratte dal precedente “Il profumo di un’era”. Ospitarla è un piacere, l’ho vista cantare nei suoi esordi, visto anche che con Giovanni Rosina (il suo co-produttore perché è prodotto anche dalla stessa cantante) sono anche cari amici. Quindi si mangia, si chiacchiera e.. ah già ma c’era #leintervistesuldivano (sopra) quasi ce ne scordavamo.

Amelie, Melody Bach, Giovanni Rosina e Fabio Ricci (me)

Amelie, Melody Bach, Giovanni Rosina e Fabio Ricci (me)

“C’è Musica su Marte”

L’Ep è una svolta nel lavoro di Amelie, nel senso che a differenza dei lavori precedenti nasce tutto “insieme” è una sorta di concept (io però ne voglio ancora non mi bastano) e si sente. Il lavoro della produzione di Giovanni è molto omogeneo. Nel lavoro precedente, che resta un disco che mi piace un sacco, si sentono le tante mani diverse, sia come autori con i quali l’artista milanese ha collaborato, che nelle produzioni. Invece questo è un disco in famiglia e la voce di Paola se ne giova, voce che ho sempre adorato perché canta come parla. Molte cambiano timbro si inventano chissà cosa per farsi notare, il suo timbro è naturale vero. Sono molto curioso di sentire i prezzi precedenti ripensati in questa nuova dimensione elettronica. Se qualcuno non l’avesse capito è qualche anno che di Elettro sono malato.

amelie_luna.jpg

Il tour

Avendo vito il “Premio Nuovo IMAIE”, con l’Agenzia di booking MarteLive, le è valso le date di questo tour per l’Italia. Ottima idea il premio, come dico sempre se la vedete in un concorso non perdete tempo vince lei, che va in bacheca insieme ad altri, tra cui il prestigioso “Premio Lunezia”. A Milano arriva allenata dopo: 19 ottobre Reggio Emilia, il 22 Roma (L’Asino che vola) e il 26 Agropoli (all’Officina 72) ed ora arriva il 9 novembre a Milano allo Zio Live (bravo Carlo).

cover-amelie.jpg

Paola Memeo

Paola Memeo in arte Amelie predilige la musica d’autore e il pop elettronico. La cantautrice milanese all’attivo ha un EP “Amelie” del 2011 e un album “Il profumo di un’era” pubblicato nel 2014. Inizia il suo percorso artistico musicale nel 2009 scrivendo brani più vicini al pop d’autore per poi iniziare a sperimentare anche con l’elettronica. Partecipa a numerosi premi, esibendosi con diverse formazioni. Nel 2011 è tra i vincitori del Premio Battisti a Poggio Bustone, mentre nel 2012 si esibisce su Rai Uno in prima serata come interprete di brani di Michael Jackson. Nello stesso anno vince il Premio Lunezia Nuove Proposte. Grazie a questo premio viene notata da diversi addetti ai lavori e i suoi brani cominciano ad essere trasmessi da numerose emittenti radiofoniche. L’anno successivo è finalista del Premio De Andrè. Nel 2015 si esibisce live all’EXPO di Milano, in quanto vincitrice del Premio per lo Start Artist Expo Milano per il suo disco definito “Progetto dal respiro internazionale”, in seguito a Roma vince il Premio “Targhe d’autore” per interpretazione e produzione per “Il profumo di un’Era”. Nel 2016 è finalista del Premio Bianca D’Aponte ad Aversa e l’album si aggiudica nello stesso anno anche il Premio Spazio D’autore a Livorno, come “migliore opera pop d’autore femminile con contaminazioni internazionali”. Nel 2018 ottiene il Premio Nuovo IMAIE e il Biella Festival per autori e compositori come “artista con miglior percorso artistico”. Con il singolo “Dentro una Stanza” viene selezionata per esibirsi live al “Deejay on stage” a Riccione dove condivide il palco con Calcutta, Francesca Michielin e altri. Amelie collabora da sempre con associazioni che si occupano di problemi sociali e di salute, tra queste il CBM Milano (Centro bambino maltrattato) con progetti musicali con e per i bambini e con l’associazione “Arcobaleno della Speranza – lotta contro la leucemia”.

Info

https://www.facebook.com/Amelie.OfficialFanPage/

https://twitter.com/amelie_music

https://www.instagram.com/ameliemusic_official

https://www.youtube.com/user/AmelieOfficial/

https://open.spotify.com/

Finale Donida a Milano

_private_var_mobile_Containers_Data_Application_63702251-EE84-47FA-B64D-7786368CC573_tmp_E84BBD3A-A62C-4A32-A373-F7C1C9C65F78_Image.jpeg

Finale Donida a Milano

Questa sera, Mercoledì 30 Ottobre alle ore 21, al Memo Restaurant Music Club di Via Monte Ortigara 30 a Milano si terrà la finale del decimo “Premio Donida”. Dedicato agli esordienti, il vincitore porterà a casa la pubblicazione del suo pezzo, sotto forma di singolo, distribuito in tutti i maggiori store digitali con edizioni Saar Records / La Compagnia di Donida e avrà una promozione professionale di almeno 90 giorni in radio, tv, carta stampata, con interviste e passaggi per promuovere il brano. Che oggi vale più, la promozione, di qualsiasi altro premio per un artista esordiente. Senza dimenticare il premio che lo stesso Memo darà, con la scelta di Egle Spaggiari direttrice artistica del locale, consistente in una data in questo prestigioso locale. Complimenti a Monica Donida che porta avanti l’eredita di famiglia con tanta qualità e dedizione, questa sera cade anche il compleanno del maestro Carlo che ricordiamo maggiormente con un sorriso.

I finalisti

I 15 finalisti in gara sono: Florinda Venturella, Dandy Pop, Grimaldi, Settembre, Giovi & Massimo Francescon, Diorhà, Angelo Cicchetti, Alessandro Balestri, Alex Mattiello, Bif, Giulja, Vanessa Semprini, Carmelo Piraino, Eleonora Spinelli e Erica Salvetti. Ad accompagnarli ci sarà una band live e la serata sarà presentata da: Francesco Mogol. Durante la finalissima si esibiranno Ylenia Iorio, vincitrice della scorsa edizione del Premio Donida, e Alberto Giuntini, vincitore della seconda edizione del Premio Donida Junior che si è svolto a Bologna il 19 Ottobre scorso senza dimenticare Einar che sarà l’ospite noto della serata.

Giuria

Giuria di qualità, con anche qualche amico e collega che stimo, composta da: Boris Guertler (direttore generale Saar Records), Depsa (autore musicale, televisivo, teatrale e scrittore), Tony Vandoni (Direttore Artistico Musicale Radio Italia), Massimiliano Longo (Direttore All Music Italia), Luca Viscardi (conduttore radiofonico di Radio Number One e blogger italiano), Laura Valente (cantante, musicista e docente al Cet di Mogol) e Dario Brioschi (cantautore, autore e compositore).

Info

http://www.premiodonida.it

https://www.memorestaurant.com

Memo: Via Monte Ortigara al 30 Milano

Rkomi in tour da Novembre

foto rkomi tour.jpg

Rkomi in tour da Novembre

Parte a il 23 Novembre 2019 il “Dove gli occhi non arrivano tour” del rapper Rkomi, decisamente uno degli artisti del genere più interessanti. Uso il “figliometro” in questi casi, chiedendo a Matteo (20 anni) cosa ne pensa degli artisti che incontro o dei quali do notizia legati alla sua generazione: Rkomi è decisamente si. Con l’ultimo lavoro colmo di featuring davvero ben scelti: Da “Blu”, singolo featuring Elisa che ha anticipato l’uscita dell’album a “Mon Cheri” con Sfera Ebbasta, all’interno dell’album non mancano inoltre le collaborazioni con Ghali in “Boogie Nights”, Carl Brave nel brano “Impressione”, Dardust in “Visti dall’alto” e con Jovanotti nel brano “Canzone” attualmente in rotazione radiofonica. Il lavoro prodotto da Charlie Charles, uscito lo scorso 22 Marzo su etichetta Island Records e si chiama proprio “Dove gli occhi non arrivano”. Ma questo i fans lo sanno bene.

Rkomi

“Tornare on stage mi dà una grande energia. Sarà un inverno lungo ma piacevolmente in compagnia – dichiara Rkomi – tengo in particolar modo alla dimensione live e nel mio viaggio in continua evoluzione sono pronto a sfidare le mie possibilità per offrire ai miei fan uno show davvero carico di emozioni”.

Date

23/11 Nonantola (Mo), Vox Club
30/11 Firenze, Viper Theatre

13/12 Modugno (Ba), Demodè Club
21/12 Roncade (Tv), New Age Club
11/01 Venaria Reale (To), Teatro Concordia
17/01 Napoli, Duel
18/01 Roma, Orion
25/01 Milano, Fabrique

Info

Ticketone al seguente link https://bit.ly/2VQRzJU

https://www.facebook.com/rkomiofficial/

https://www.instagram.com/rkomi/

“Pavarotti” di Ron Howard al Cinema

Pavarotti_manifesto_100x140[2].jpeg“Pavarotti” di Ron Howard al Cinema

Per soli tre giorni Nexo Digital porta al cinema il documentario che Ron Howard ha diretto raccontanto Luciano Pavarotti. Sarà nelle sale selezionate il 28, 29 e 30 ottobre 2019 e trovate il loro elenco sul sito della società di produzione. Prendi un grande regista e fagli raccontare un immenso artista cosa poteva uscire?

Pavarotti

Il film sul nostro Luciano è stato realizzato con moltissimo materiale fin ora inedito del tenore. Ron Howard racconta l’uomo attraverso i suoi successi, un uomo che come artista ha saputo portare ovunque la lirica in anni bui. Facendo conoscere questa nobile arte in ambiti lontani dai loggionisti, schiavi della puzza (la loro) sotto il naso. Una voce indimenticabile e inconfondibile, un timbro che una volta stampato resta indelebile per sempre. Il suo essere star capace di stare in trattoria come davanti al mondo nella stessa disinvolta maniera.

Luciano Pavarotti

Luciano Pavarotti

Chi si ringrazia

Dai creatori del blockbuster mondiale The Beatles: Eight Days a Week, PAVAROTTI di Ron Howard è prodotto da Polygram Entertainment, Imagine Entertainment e White Horse Pictures con Diamond Docs e in collaborazione con TIMVISION e WILDSIDE. I produttori esecutivi italiani sono Lorenzo Gangarossa, Mario Gianani e Lorenzo Mieli. Il documentario sarà nei cinema italiani solo per tre giorni, il 28, 29 e 30 ottobre, distribuito da Nexo Digital in collaborazione con i media partner RTL 102.5, Classica HD, Mymovies.it, Rockol.it, Onstage.

Tre cd per un bel regalo di Natale

In occasione dell’uscita del film, saranno disponibili dal 7 giugno pubblicati da Decca il nuovo Greatest Hits di Big Luciano che raccoglie i grandi successi dell’artista, 3 CD con 67 brani per oltre 3 ore e mezzo di musica, la colonna sonora originale del film che, oltre a raccogliere i grandi successi di Pavarotti, contiene due inediti: Miserere con Zucchero e Andrea Bocelli e l’Ave Maria di Schubert con Bono.

Mesoglea, Missey e Cheriach Re al Mare Culturale Urbano

Mesoglea, Missey e Cheriach Re al Mare Culturale Urbano

Serata interessante e colma di talenti quella di Giovedì 17 ottobre 2019 dalle 21.30 al Mare Culturale Urbano di Milano. Mesoglea, Missey e Cheriach Re si esibiranno, ingresso gratuito, per Raster la manifestazione di musica underground nata nel 2016. Otto appuntamenti, tutti gratis, che vedranno tanti giovani artisti della scena indie alternarsi sul palco. Io ci sarà soprattutto per vedermi Mesoglea che già conosco, ma sono pronto a farmi stupire anche dagli altri due.

Chi si esibirà

6e0fac05-51fe-4999-a787-1999a1af7e11.jpg

Mesoglea (intervista qui sopra)

Mesoglea è un mondo musicale dove si viene cullati fra l’irreale e una tenera disperazione, un mondo di mezzo che il nome Mesoglea annuncia a chi si avvicina a questo piccolo gioiellino artistico fatto di equilibri preziosi e atmosfere impalpabili avvolte da una nebbia silenziosa che trasporta sensazioni e profumi dall’Oriente e dalle profondità di un tono dalla memoria blues. Mesoglea è musica alternativa indipendente che fonde in sé acustico ed elettronico.

Missey

Classe 1995, Mìssey nasce a Foggia e nel 2018 si trasferisce a Milano alla ricerca di nuovi stimoli di crescita e di miglioramento artistico e personale. Infatti ad aprile si esibisce al Serraglio, come finalista nel concorso Special Stage di Officine Buone, per un’arte al servizio di cause sociali. In estate partecipa al concorso Band on Stage in Cascina Martesana, arrivando tra i vincitori ed esibendosi così al PUC Festival in settembre. Ad Ottobre partecipa al JazzMI, nella sezione aperta agli emergenti, in duo chitarra e voce. Con la necessità di sviluppare un proprio repertorio decide di iniziare a scrivere in italiano, pubblicando il 25 gennaio 2019 il suo primo singolo “Kaldera” prodotto da Shune.

Cheriach Re

Cheriach Re si presenta così: “Non so dove vado, ma mi sto muovendo. Attraverso le canzoni ci incontreremo”. La cantautrice comasca inizia a farsi conoscere nel maggio 2018 suonando nei locali della sua città e portando al pubblico i propri brani inediti. Nell’agosto del 2018, durante il SoloFest, si esibisce sul palco del Carroponte, successivamente ha suonato in apertura al concerto di artisti come Ilenia Volpe, Verano, Bianco, Io e La Tigre e Mèsa. Le canzoni di Cheriach Re sono dirette e raccontano, in chiave intima e sincera, esperienze umane vissute, osservate o percepite dalla cantautrice stessa.

Info

Mare Culturale Urbano via Giuseppe Gabetti 15 Milano

http://maremilano.org
come arrivare https://goo.gl/vutfVL