Kleisma la piattaforma per e dei musicisti #leintervistesuldivano #intervistemilanesi

Kleisma la piattaforma per e dei musicisti #leintervistesuldivano #intervistemilanesi

Sono nate in questi anni tantissime piattaforme per i musicisti, ma questa è fatta da musicisti e se ne sente la differenza. Si chiama Kleisma e si propone di favorire la collaborazione dei musicisti in prima cosa, partirà anche il collegamento con tanti locali dove suonare per favorire anche qui l’arrivo di musicisti nuovi. Non i soliti 4 che suonano ovunque. Ma l’aspetto più interessante è proprio quello di presentare il proprio lavoro e di interazione con gli altri. Nelle piccole città non è difficile conoscersi, ma nelle grandi città si, a dire il vero spesso anche nei centri meno abitati non si conoscono proprio tutti

Schermata 2019-09-05 alle 11.21.28.png

I tre fondatori di Kleisma

Come funziona

Come prima cosa è importante dire che è assolutamente gratuito, non ci sono feature a pagamento. Tutto quello che serve è gratuito. Una volta registrati date una serie di informazioni sulla vostra attività. Se suonate o se producete, nel caso con che formazioni vi esibite e via discorrendo. Più informazioni date e più sono centrare a fare capire che tipo di musicista e di personaggio siete, più è facile non perdere tempo. L’inutile retorica di certe biografie “suono da 40 anni” è molto meno efficace di chi spiega esattamente come suona e dove si vuole porre nel contesto. Ci sono semi professionisti che talento da ultra professionisti che semplicemente preferiscono suonare in studio o comporre che girare il mondo a fare live. Più spiegate chi siete, meglio sarete poi contattati.

Alessandro Saitta

Nell’ormai classica #leintervistesuldivano si è accomodato uno dei fondatori, batterista, si chiama Alessandro Saitta. Con lui ci sono Daniele Saitta, il fratello e Riccardo Farina, qui trovate tutte le informazioni su di loro. Dalle sue parole, come vedrete nel video, la prima cosa che li muove è la passione. Ma dietro c’è un lavoro serio e profondo, cosa che gli permetterà di andare lontano. Certo se le aziende capiranno, la qualità di questo prodotto, saranno interessati a sostenerlo, come è giusto che sia. Per me hanno già realizzato una piattaforma completa e funzionale. Infatti (vedi Wired) hanno già iniziato a collezionare premi e riconoscimenti. Il resto sta a noi utenti, usata bene è un’ottima alleata per arrivare a creare musica con altri musicisti. Che magari abitavano tre piani sopra di voi ma non li avevate mai sentiti suonare, certo qualcuno suona solo in cuffia per esempio!

Info

www.kleisma.com

http://www.facebook.com/kleismacom

https://www.instagram.com/kleisma_com/

https://www.youtube.com/channel/UCkBPb5KeIEQ9kzPwd424GHA

Annunci

Monza Italian Music Award

IMG_4525

(Foto by Chiara Pederzoli)

Monza Italian Music Award

È stata presentata a Monza ,alla presenza del Vice Presidente della Regione Lombardia Fabrizio Sala e del Sindaco della città Dario Allevi del Consigliere Paolo Piffer e del Direttore Artistico del Premio Roberto Masi la prima Edizione del MIMA(Monza Italian Music Award). Sarà un premio per Artisti e professionisti che valorizzano con la loro arte o la loor professionalità la Musica italiana nell’ultimo anno. Per votare basta visitare il sito di Brianza Rock Festival dal 16 Marzo. Successivamente, il 20 e 21 Luglio, ci saranno due eventi all’Autodromo di Monza, proprio quello della Formula Uno. Previste due grossi Eventi in Autodromo di Monza il 20 e 21 Luglio con la Premiazione dei vincitori. I vincitori saranno premiati con un’opera affidata ad Andrea Fumagalli (Andy Fluon) e saranno rappresentati dalla “Luna rossa” che è il primo simbolo della città di Monza.

Categorie e nomination

Artista maschile dell’anno (Vasco Rossi – Tiziano Ferro – Jovanotti )

Artista femminile dell’anno (Elisa – Gianna Nannini – Laura Pausini)

Miglior band dell’anno (The Giornalisti – Negramaro – Elio e le Storie Tese )

Artista Alternative maschile dell’anno (Calcutta – Motta – Lo Stato Sociale)

Artista Alternative femminile dell’anno (Levante – Carmen Consoli – Giorginess)

Premio Spotify (Vasco Rossi – J-Ax e Fedez – Tiziano Ferro)

Premio Youtube (Francesco Gabbani – Fabio Rovazzi feat Gianni Morandi – Ghali)

Premio Siae artisti esordienti (Maneskin – Frah Quintale – Giorginess)

Concerto dell’anno (Vasco Rossi – Tiziano Ferro – Fedez J-Ax)

Miglior Festival dell’anno (Idays – Home Festival-Milano Summer Festival)

Agenzia di booking dell’anno (Indipendente Concerti – Live Nation Italia – Fp Group)

Info

sito per votare www.brianzarockfestival.com

Il maestro Bruno Santori ci presenta la nuove edizione di Area Sanremo

bruno santori

Se avete dai 16 ai 36 anni potete risponde al bado di concorso di Area Sanremo, l’unico concorso che da la possibilità ai giovani di partecipare al Festival di Sanremo. Il bando è scaricabile dal sito indicato qui sotto, occorre inviare la domanda e il materiale richiesto tassativamente entro il 30 settembre 2014 SANREMO PROMOTION Srl – Direzione AREA SANREMO presso il Palafiori – Corso Giuseppe Garibaldi, snc 18038 Sanremo (IM). Il Direttore Responsabile Paolo Giordano sarà a capo dell’unica Commissione che giudicherà, attraverso le audizioni a porte chiuse, tutti i brani inediti presentati dagli iscritti. Il Direttore Artistico Bruno Santori (intervista qui sotto) responsabile dell’organizzazione dei corsi, si avvarrà della presenza di alcuni tra i più importanti professionisti dell’ambiente musicale.

Info:

www.area-sanremo.it

info@area-sanremo.it

tel. 0184 591600 dal lunedì al venerdì, dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30

***

Intervista a Bruno Santori

Ancora Area Sanremo, chi te lo fa fare?

“E’ ogni anno quasi una promessa che faccio ai ragazzi, cioè quella di non abbandonarli e di lottare un po’ con loro e per loro, affinché ci si possa porre il problema di come far emergere la loro musica e il loro talento, laddove c’è. Oltre al talento però deve emergere la coscienza di ognuno dei partecipanti al concorso, che attraverso i giorni di stage abbia a delinearsi per quel che necessita di avere, al fine di poter fare di professione quello che inizialmente appare solo come “l’arte della musica”.”

Quali sono i comuni errori di chi si presenta?

“A mio parere soprattutto uno, ovvero quello di partecipare avendo come unico obiettivo quello di accedere alla finale e quindi al Festival. Area Sanremo è in qualche modo un meeting, un Master, un punto di aggregazione e di scambio, un luogo dove attingere informazioni e formazione. La possibilità di confrontarsi con professionisti del settore è davvero alta. Comprendo anche che il format è suscettibile di ampi miglioramenti e ha grandi spazi di ampliamento, ma noi lavoriamo spesso con pochi strumenti e quindi dobbiamo davvero industriarci in modo davvero fine e intelligente affinché il risultato, nonostante i modesti mezzi a disposizione, possa invece essere di alta qualità e di alto profilo formativo e appunto come dicevo prima, informativo”

Quanto talento abbiamo ancora da scoprire?

“Questo davvero non ci è dato di saperlo, il talento è sempre in agguato e a volte sta dietro l’angolo, così come spesso si nasconde nelle pieghe della più assoluta normalità. Non ci si deve aspettare che l’artista talentuoso sia ricoperto di una luce aurea, ma sta a chi ha più esperienza e sensibilità di scoprirlo ed eventualmente di portarlo alla luce

Quanta cultura musicale c’è in questi giovani?

“Spesso molta davvero, i ragazzi hanno accesso all’informazione in modo più diretto e ampio rispetto ad un tempo, ma ora c’è in assoluto molta più confusione. La rete racconta ogni cosa, vera o falsa che sia la sostiene allo stesso modo, e chi utilizza questo mezzo come unica fonte spesso arriva da noi con una grandissima confusione nella mente. Oggi come oggi “Area Sanremo” ha un ruolo assolutamente più importante che nel passato, proprio per questa ragione”

Se dovessi consigliare una sinfonia o un autore classico per rendere più “vario” il loro palato musicale cosa gli faresti ascoltare?

“Io direi che in assoluto, sia per andare più indietro nel tempo che per arrivare ai giorni nostri, si debba partire da Mozart. Questo genio di tutti i tempi, con le strutture melodiche, armoniche e di sintassi musicale, è un vero anello di congiunzione tra il presente e il passato, così come per il contrario. Dopo di che, ascoltato questo grande di ogni tempo, si ha accesso a Bach, poi a Chopin, fino a Igor Stravinsky passando da Beethoven a Wagner, Verdi,Puccini, Korsakov o addirittura Arnold Schomberg”

Dal 17 al 21 febbraio a Milano La Social Media Week

SMW_Milano_19-02-2013 (143)

È stata presentata questa mattina la Social Media Week, che si terra a Milano dal 17 al 21 febbraio. Di seguito il comunicato stampa con tutte le informazioni.

***

The future of Now: Vivere connessi”, oltre 40 eventi e 100 relatori italiani e internazionali per esplorare le idee e le tendenze più originali del digital lifestyle e di come si evolveranno i rapporti personali e lavorativi nel prossimo futuro

Milano, 06 febbraio 2014 – Dal 17 al 21 febbraio torna la Social Media Week, e sarà ancora una volta Milano a ospitarla grazie ad Hagakure, l’agenzia di Digital Marketing che ne cura l’organizzazione con il patrocinio del Comune di Milano. L’evento, che si svolge in contemporanea nella stessa settimana a New York, Tokyo, Bangalore, Barcellona, Copenaghen, Lagos e Amburgo, avrà come tema “The Future of Now: Vivere Connessi” attraverso cui si esploreranno le idee e le tendenze più originali dell’essere sempre connessi, di come la tecnologia influisce sui rapporti personali, sugli affari e sulla società, fino al vero e proprio digital lifestyle.

Tre le location principali nel cuore di Milano: Palazzo Reale, Urban Center in Galleria Vittorio Emanuele e Spazio Eventi Mondadori in Duomo. Copertura live streaming di quasi tutti gli eventi in collaborazione con TIM, il brand di telefonia mobile di Telecom Italia, sul sito Live.tim.it/smw e su quello della social media week, www.socialmediaweek.org/milandove si può consultare anche il programma completo della manifestazione.

Hanno reso possibile la realizzazione di questa edizione: Nokia, anche quest’anno in qualità di City Headline Sponsor. Partner: TIM, Philips, Microsoft, Coca-Cola, Widiba, Yahoo, Europ Assistance. Media Partner: Corriere della Sera, Mondadori, Wired, Radio Deejay, ZERO, Ebuzzing, SPAM Magazine, TVN. Community Partner: Igers Italia, AirBnb, Talent Garden. Technical partner: Nescafé Dolce Gusto.

I Social Media ormai hanno assunto una valenza centrale non solo per quel che riguarda comunicazione e informazione, ma anche nelle relazioni interpersonali e nei processi di business” afferma Marco Massarotto, Partner di Hagakure che aggiunge “Siamo felici, ancora una volta, di portare Milano al centro del dibattito internazionale sull’argomento con ospiti e partner di primo rilievo. Vi aspettiamo, dal 17 al 21 febbraio, per un evento che si preannuncia come un punto di riferimento nazionale su un settore così cruciale per lo sviluppo del Paese nei prossimi anni.”

Primo appuntamento ufficiale, l’evento di apertura lunedì 17 febbraio a Palazzo Marino a cui seguirà un’agenda giornaliera fitta di eventi gratuiti dai molteplici formati – keynote, panel, workshop ed incontri di networking – con più di 100 relatori italiani ed internazionali da università, aziende, istituzioni, blogger e appassionati di digital lifestyle e social media.

I social media e le tecnologie mobili hanno aperto la strada a nuove frontiere di relazioni riempiendo ogni secondo: dal multitasking alla consultazione di diverse applicazioni, dall’organizzazione in tempo reale alla reazione praticamente immediata ai disastri naturali” afferma Gianfranco Chicco, direttore della Social Media Week Milan che sottolinea “L’intento della SMW è quello di esplorare le ultime idee e le tendenze più originali del ‘vivere connessi’ e le sue implicazioni nella sfera personale, sociale e lavorativa”.

Il Digital Lifestyle è protagonista principale degli interventi degli ospiti internazionali, dal benessere fisico e mentale, all’entertainment, dalla sfera sessuale fino al bio sensing. Si parte con  Rohan Gunatillake,  ideatore di Buddhify, un’app sviluppata per favorire la consapevolezza di sé nella vita moderna, che affronterà la relazione tra le nuove tecnologie e il benessere fisico e mentale (Lunedì 17 a Palazzo Reale). Poi toccherà a Cindy Gallop, CEO di IfWeRanTheWorld, piattaforma web sviluppata per mettere in pratica, le buone intenzioni di aziende e cittadini, con il suo keynote “Fate l’amore, non il porno”  toccherà l’attualissimo tema sul modo in cui le giovani generazioni si rapportano con il mondo del porno attraverso Internet (Martedì 18 a Palazzo Reale). Sarà poi la volta di Kenyatta Cheese, esperto di Social TV, appassionato analista della web culture, con il quale si discuterà di televisione e Social Media finalizzati a creare community attorno a format video pensati appositamente per il web (Mercoledì 19,alle 18.00a Palazzo Reale). E infineTomonori Kagaya, imprenditore giapponese, fondatore di Neurowear e guru delle Wearable Technologies, che intende creare nuove esperienze comunicative attraverso le tecnologie di bio-sensing (Giovedì 20 a Palazzo Reale).

La Social Media Week (http://socialmediaweek.org/milan/) è un evento globale che si svolge contemporaneamente in 8 città del mondo. Dopo la scorsa edizione, in Italia torna quest’anno ancora a Milano dal 17 al 21 febbraio, grazie all’agenzia di Digital Marketing, Hagakure, con l’intento di esplorare l’impatto sociale, culturale ed economico dei social media. Il tema globale dell’evento è ”The Future of Now: Vivere Connessi“.

Attività social legate alla Social Media Week:

#vivereconnessi e gli essential

Lanciato l’hashtag #vivereconnessiper raccogliere gli input e le opinioni degli utenti del web al fine di realizzare un Manifesto sul tema di quest’anno: “Always Connected. Vivereconnessi, come lo immagini il prossimo futuro?”, questo è quanto si chiede agli utenti di spiegare secondo la propria visione del futuro. Partecipare è molto semplice: basta pubblicare un video su Twitter o su Instagram con l’hashtag #vivereconnessi, sulla falsa riga dei video già realizzati dal team. Un esempio per tutti arriva da Matteo Righi, Creative Director di Social Media Week Milan, che ha puntato sul rapporto tra i cinque sensi e i Social Network per il suo video su come #vivereconnessi in un mondo in cui uomo e tecnologia sono sempre più integrati.https://www.facebook.com/photo.php?v=713870735289621

Gli Essentials: kit di oggetti indispensabili per sopravvivere in un particolare contesto, tipo la Social Media Week. È quello che si chiede di mostrare sui Social Media, utilizzando l’hashtag #vivereconnessi: scatti dell’equipaggiamento a cui non si può rinunciare nella vita quotidiana. Del resto, sarebbe impossibile nel 2014 immaginare 24 ore vissute senza i propri device preferiti: smartphone e tablet, ma anche auricolari, e-Reader e l’ormai immancabile Wearable Technology.

http://socialmediaweek.org/milan/2014/01/16/smw-essentials-gadget-vivere-connessi/#.Ut0tlvhd7cs

Pelù oggi online con il video “Mille Uragani” #pieropelu #litfiba

Piero Pelù_IDENTIKIT_Cover_b

Torna Piero Pelù con un disco raccolta, del suo lavoro post-Litfiba. Il 19 novembre esce la raccolta con due inediti dal titolo “Identikit” (TEG/Sony Music), disponibile dal 19 novembre su cd e negli store digitali. Dda oggi è on line il primo singolo “Mille uragani “ per la regia di Ivana Smudja e Piero Pelù

Il video lo trovate qui:  Mille Uragani

Marco Mengoni per una sera al Cinema

 

E’ stato rilasciato il trailer dell’evento legato a Marco Mengoni: solo per una sera in contemporanea via satellite nei cinema di tutta Italia l’anteprima del film-concerto #PRONTOACORREREILVIAGGIO, che uscirà il 12 novembre su etichetta Sony Music. Durante la serata Mengoni interagirà in diretta con i fan. L’elenco dei cinema per l’evento del 6 novembre: http://www.nexodigital.it/1/id_321/Marco-Mengoni—l-evento-al-cinema.asp

Parole Note stasera allo Spazio Cubo #milanostasera

giancarlo cattaneo

Il bravo Giancarlo Cattaneo di Radio Capital

Questa sera la versione live/dj set di Parole Note la fortunata trasmissione di Radio Capital. Con la partecipazione di: Milo De Angelis, Vivian Lamarque e Aldo Nove ci saranno anche le colonne di questo programma: Giancarlo Cattaneo, Mario De Santis, Valerio Millefoglie, Maurizio Rossato. Sarà presso la sede dei “Frigoriferi Milanesi”, storica sede del Palazzo del Ghiaccio, nello spazio denominato Cubo all’interno della manifestazione http://www.writersfestival.it/ dove trovate tutte le informazioni. Se non sapete che fare stasera direi che è una bellissima occasione. Scusate un po’ il last minut ma mi pareva giusto parlarne.