Cabrio e “L’anello sul tavolo” #leintervistesuldivano #intervistemilanesi

Cabrio e “L’anello sul tavolo”

Oggi, 20 ottobre 2019, esce il nuovo singolo di Angelo Soraci, meglio noto come Cabrio. Il titolo del singolo, da oggi in radio e nelle piattaforme digitali, è: “L’anello sul tavolo”. Nato da un’idea dell’artista siciliano e scritta da Marcello Ubertone è stata vestita di pop ed elettronica in nerd style. Però Angelo l’ha eseguita, durante l’intervista, chitarra e voce in una versione per ora inedita. Non chiedo mai di fare live durante le interviste per liberare da una possibile fonte di stress gli artisti. Per carità lo fanno tutti sotto sotto anche per portare live le loro cose, ma così l’intervista mette ancora a maggior confort. Però se ti presenti con la chitarra… eh! Grazie! Nel video qui sopra potete togliervi tutte le curiosità su questo talentuoso cantautore, poi è anche uno che cucina cosa che per me è un valore aggiunto.

fe0fc2e7-9cf3-434f-966a-004ce7e05c42

Angelo Soraci – Cabrio

Cabrio

Cabrio (Angelo Soraci), cantautore e autore messinese indie-pop, vive a Lugano. Affascinato dalla musica fin da piccolo, a 6 anni partecipa alle selezioni dello Zecchino d’Oro e impara a suonare la chitarra da autodidatta. Negli anni si fa notare in concorsi e contest: con il coro I Mirabili vince a Riccione il premio nazionale Musicando; con il nome di Angelo Rock nel 2014 accede alla semifinale nazionale de Il Cantagiro; nello stesso anno come Cabrio partecipa a Sanremo Giovani con il brano “Pensa”, nel 2015 si ripresenta al Festival con “Piccola (ma che storia è mai questa?)” ed entra tra i 60 finalisti. Nel 2017 riceve a La Spezia il Premio Internazionale Artista dell’Anno Cristoforo Colombo nella categoria Cantautori emergenti.

Prime pubblicazioni

Nel 2016 pubblica il suo primo ep autoprodotto, “Pensa”. Cabrio ha collaborato tra gli altri con Ricky Portera (chitarrista di Lucio Dalla e fondatore degli Stadio) nel brano “Io ci voglio credere” e con Maurizio Musumeci aka Dinastia, con cui nel 2017 scrive “Fly”, brano dal ritmo reggae con contaminazioni hip hop. La stessa canzone viene riproposta nel 2018 in versione spagnola con la partecipazione del cantautore Ricky Hombre Libre. In questa versione “Fly” viene trasmessa dalle radio anche in Spagna, USA e America Latina, occupando per più di 10 settimane i primi posti della top ten indie italiana. “Penso a lei” è il primo singolo estratto dal nuovo ep di Cabrio, presentato alla semifinale di Area Sanremo 2019. Il brano fa parte di Maionese Project by Matilde Dischi ed è inserito nella playlist Spotify Musica Randagia, vetrina per i nuovi artisti indie italiani di valore. Il nuovo ep di Cabrio, in uscita nei prossimi mesi, è stato scritto con il cantautore Marcello Ubertone. Parallelamente all’attività musicale Angelo Soraci dal 2010 al 2014 conduce i programmi “Menabò” su Zadio Zenith Messina e “Per colpa di chi” su radio MessinOnda e nel dicembre 2016 con la casa editrice Kimerik pubblica una raccolta di poesie dal titolo “Maltempo di marzo”.

Info

www.youtube.com/channel/UC4-G-LfOy5ynXlSXhqPASwA/videos

www.facebook.com/cabriosong/

www.instagram.com/cabrio_official/

www.twitter.com/angelosoraci

open.spotify.com/album/7gCINWisiztq5EHuj2hSDl

cabriosong@gmail.com

Management: info@thewebengine.it – 351/9923670

Annunci

Rock Targato Italia incontra le Indies

Giulio Casale

Rock Targato Italia incontra le Indies

Giovedì 12 Settempre 2019, dalle ore 15, si terrà il convegno/workshopLe Indies: dai pionieri ai produttori di oggi, quale eredità e quale futuro? Quali spazi alla diversità della musica giovanile e nel programmi e festival tv musicali del servizio pubblico?”. Organizzato dall’Associazione Culturale Milano in Musica. Ci sarà anche la consegna delle Targhe Rock Targato Italia 2019 a musicisti, artisti e operatori del settore che si sono distinti. In questi anni di immobilismo della major il ritorno delle indipendenti, serie, sarebbe davvero un miracolo.

7de4629b-958e-45b2-ba9c-737ef11a4c1e.jpg

Chi partecipa al convengno

Coordinato da Francesco Caprini (Rock Targato Italia, Divinazione Milano) in collaborazione con Giordano Sangiorgi, Presidente del MEI, parteciperanno e interverranno Iaia de Capitani (Manager Premiata Forneria Marconi e Etichetta Areostella), Federico Montesanto (Presidente MIA – Musica Indipendente Associata), il cantautore Giulio Casale, la band degli RCCM, l giornalista e scrittore Roberto Bonfanti, Piero Cassano (Matia Bazar), Enrico Capuano (Cantautore e Musicista, Segreteria AIA), Marco Mori (Produttore, AudioCoop), Christian Perrotta (promoter, Rete dei Festival), Marcondiro (cantautore) e altri in via di definizione.

44b5b9e9-ae2e-4576-8966-e037e3657b1f.jpg

Info

www.rocktargatoitalia.eu

www.meiweb.it

www.divinazionemilano.it

Chi volesse intervenire può scrivere a:

francescocaprini@divinazionemilano.it

giordano.sangiorgi@audiocoop.it

Rock Targato Italia ecco la 32a edizione

Rock Targato Italia ecco la 32a edizione

Non è finito Rock Targato Italia 31 che parte il 32, così si fa, l’instancabile Divinazione di Milano (nel video sotto l’intervista a Francesco Caprini che abbiamo realizzato l’anno passato) rilancia il suo concorso che non ha pari in Italia. Perseverante e qualitativo ha visto suonare tutti i nomi più interessanti della scena alternativa rock nazionale. Una delle cose che amo, quando vado ad una di queste serate, è che trovi davvero artisti originali di certo non ci si annoia. Il concorso è dedicato a gruppi o solisti emergenti che vogliono fare conoscere la loro arte. Sopra i Nylon vincitori della passata edizione.

Come iscriversi e premi

Da oggi sono aperte le iscrizioni per partecipare alla 32/a edizione (2019/2020) di Rock Targato Italia. Il regolamento del concorso è disponibile sul sito ufficiale al link: http://www.rocktargatoitalia.eu/regolamento.html. Dedicato esclusivamente ad artisti emergenti che compongono ed eseguono il proprio repertorio musicale. Ai primi due artisti classificati sarà messo a disposizione un ufficio stampa professionale che promuoverà gli artisti con una campagna promozionale dedicata e a livello nazionale. I primi otto classificati parteciperanno alla compilation ufficiale del contest, pubblicata dall’etichetta Terzo Millennio all’interno dei principali store e piattaforme digitali. Il premio del concorso includerà la registrazione di una demo presso i mitici studi RCA a Milano (Sony Italia)

Info

www.rocktargatoitalia.eu

www.divinazionemilano.it

Måneskin in concerto a Milano

Måneskin in concerto a Milano

Tornano a Milano i Måneskin, per la precisione al Carroponte di Sesto San giovanni il 14 Settembre 2019. Tornano sull’onda di un successo non comune con 66 sold out per un totale di 135.000 spettatori, 12 dischi di platino e 4 dischi d’oro. Mica male per questi 4 ragazzi(ni) romani che si sono rivelati vincendo X-Factor (lo so ha vinto Licitra ma non se ne è accorto nessuno). Un successo tra i giovanissimi, ma anche tra le mamme pazze di Damiano David, veramente travolgente. Però mi sembra amministrati con molta saggezza da chi li guida. A me piacciono, quando li ho incontrati, per la conferenza stampa della finale del programma di Sky, li ho trovati interessanti. Non ho nessuna puzza sotto il naso

Måneskin.png

La band

Certo il cantante è sembrato da subito un predestinato ma gli altri tre non stanno indietro e sono: Victoria De Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio. Crescono tutti e questa è una cosa buona, tanti amici e colleghi giornalisti avevano, ma forse continuano, a storcere il naso chiedendo chissà cosa. Io non so cosa si possa pretendere da una band così giovane, alla loro età suonavo già ma direi lontano dei loro livelli. Per i miei gusti sono già bravi, li aspetto nel tempo non solo mantenendo ma migliorando quello che hanno fatto fin ora. Che però a livello numeri non è mica male, leggete qui sotto! Ahhh “Torna a casa“, la canzone che tutti chiamano Marlena, solo su youtube è vicina agli 80 milioni di visualizzazioni…

Il ballo della vita tour

“Il ballo della vita tour”, dall’omonimo LP usciti per Sony Music, ha toccato i principali club italiani, totalizzando ben 7 live sold out al Fabrique di Milano, 6 concerti all’Atlantico di Roma (sold out) e altrettanti 6 all’Estragon di Bologna (sold out), e ha attraversato l’Europa facendo tappa a Barcellona, Madrid, Parigi (sold out), Zurigo, Berna (sold out), Amburgo (sold out), Stoccarda (sold out), Bruxelles, Londra (due date sold out), Monaco (sold out), Lugano (due date sold out). Il tour estivo ha già registrato il tutto esaurito al Roma Summer Fest il 23 giugno, e allo Sferisterio di Macerata, domenica 25 agosto.

Info

Carroponte di Sesto San Giovanni (MI) via Luigi Granelli 1 (davanti alla Coop)

info@carroponte.net

http://www.carroponte.net

https://www.facebook.com/carroponte/

biglietti: www.Ticketone.it

Apertura Porte – Ore 19:00 – Inizio Show – Ore 22:00

Posto Unico in Piedi – € 30,00 + € 4,50 diritti di prevendita

“Sparks” di Osvaldo Supino a #leintervistesuldivano #intervistemilanesi

“Sparks” di Osvaldo Supino

Persona prima di tutto piacevole, Osvaldo Supino, artista italiano che più si sta facendo notare all’estero è anche un artista molto eclettico. Lavorando, ma non solo quello, con grandi firme internazionali ma anche ricevendo tanti premi e attestati (3 nomination ai Bt Digital Music Awards, 2 premi Nickelclip, 1 premio Unicef, 1 premio Mei ed è l’unico italiano fin ad ora premiato ai LAIFFA Awards di Los Angeles) si è fatto notare nei paesi latini ma non solo. Tutto questo da assoluto indipendente, anche se forse sarebbe ora che qualche major lo sostenesse perché la stoffa è buona. Non che ce ne sia bisogno per la parte artistica, ma certo a livello promozione il peso si sente. Questo non conta per il mio divano dove chiunque è il benvenuto. Si è parlato del suo ultimo LPSparks” appunto, che è stato pubblicato a marzo di questo 2019, lavoro che esce in due versioni quella inglese e quella in spagnolo.

Sparks – Luces

Registrato tra Milano e Miami, e prodotto tra Berlino, Liverpool e Los Angeles, Sparks è composto da 10 nuovi brani e si avvale delle prestigiose collaborazioni con importanti nomi della musica pop internazionale come Scott Robinson (gia produttore di Demi Lovato e Christina Aguilera) e Molly Moore (autrice per Lea Michele). Un album fortemente e volutamente pop, ma che tra le varie influenze musicali urban, edm, reggaeton, prova ancora una volta l’eclettica personalità di Osvaldo capace di reinventarsi con credibilità nelle varie storie, ma soprattutto una vulnerabilità senza filtri, tanto da rendere questo lavoro uno dei suoi più intimi e autobiografici realizzati fino ad ora.
L’album è stato anticipato dal nuovo singolo “How Do We Know” che, pubblicato solo lo scorso 28 gennaio, ha conquistato mezza Europa debuttando in terza posizione in Italia, alla 7 in Spagna, alla 8 in Svizzera e alla 10 in Germania e Austria.

Info

https://www.facebook.com/osvaldosupino/
https://www.instagram.com/osvaldosupino/
https://www.youtube.com/channel/UCBVFGINFDwsDBlZczKlgFJw

Mesoglea e “Altrove” #leintervistesuldivano #intervistemilanesi

Mesoglea e “Altrove”

Si chiama “Altrove” il singolo di Mesoglea, la talentuosa Benedetta, che ce l’ha fatta conoscere venendo a raccontarla. Un pezzo elettronico molto interessante che mi ha subito incuriosito, così l’ho invitata per #leintervistesuldivano che potete ascoltare nel video qui sopra. È davvero una ragazza molto simpatica, con questa frangetta strapazzata che le valorizza gli occhi molto belli ed espressivi. Ma quello che ci interessa è il talento e quando sia davvero interessante. Tra l’altro i suoi studi di scenografia aumentano la qualità delle sue performance video, insomma mette in pratica quello che impara. Benedetta è arrivata puntuale, a differenza mia, al nostro appuntamento. Sopra nel video l’intervista per conoscerla meglio, anche se ovviamente non vedo l’ora di sentirla live. “Altrove” è stato registrato e mixato da Claudio Cupelli, poi masterizzato da Massimo Faggioni (Fonologie Monzesi).

51398942_639882976467602_8519405319124680704_n

Mesoglea

Chi è Mesoglea

Mesoglea ha 21 anni ed è autrice di tutti i suoi testi, scritti in inglese. “Love Again EP”, pubblicato il 21 Gennaio 2017, è il suo lavoro d’esordio: un progetto composto da 5 tracce che partono da una base acustica di chitarra e voce, andando poi a svilupparsi con una ricerca di suoni ed arrangiamenti elettronici. La traccia “Love Again” è il singolo dell’omonimo EP. Successivamente, a marzo 2018, pubblica un nuovo singolo intitolato “Poison” e ad oggi sta lavorando alla composizione di nuovi brani con il produttore artistico Claudio Cupelli per l’etichetta milanese VOLUME!. «Ho provato a guardare dentro le anime che vedevo dall’alto, mi sono immedesimata in loro cercando di capire cosa stessero provando, se volessero andare via, se non ci stessero pensando o se ormai fossero abituate a stare con i piedi al suolo e a sentirsi pesanti dentro. Ho offerto la mia mano e le ho invitate a venire con me, altrove» (Mesoglea)

Info

www.instagram.com/mesogleea/

www.facebook.com/mesogleaofficialmusic/

www.youtube.com/channel/UCbBPURf7sqb4efzmPqxr2hQ

The Voice questa sera la finale #tvoi@ElettraLambo @THEREALGUE @_GigiDAlessio_ @InArteMorgan @RaiDue

The Voice questa sera la finale

Si chiude questa sera, in diretta su Raidue, dalle 21.05, “The Voice of Italy” con tanti ospiti di pregio: Arisa, Holly Johnson, Lizzo, Lost Frequencies, Planet Funk, e Shaggy. Ieri conferenza stampa direttamente nello studio di via Mecenate dove si è girato il programma, alla presenza dei 4 coach Gigi d’Alessio, Elettra Lamborghini, Guè Pequeno e Marco Castoldi in arte Morgan (direbbe lui). Presenta Simona Ventura che ha portato il suo tocco molto popolare al programma, cosa che pare sia piaciuta al pubblico più degli anni precedenti. Le scelte dei finalisti sono state molto interessanti, il problema del programma è sempre stato di portare un tipo di concorrente molto da “karaoke”, gente che ci aveva provato un sacco di volte insomma ma evidentemente mancava qualcosa. Quest’anno le scelte sono andate su giovanissimi talentuosi. Sulla qualità degli inediti ci sarà modo di riparlarne, ad un solo ascolto sinceramente non saprei che dirne. D’Alessio, ma non è il primo, ha suggerito, per le prossime edizioni, che il vincitore partecipi di diritto al Festival di Sanremo cosa che darebbe sicuramente molto più mordente alla competizione, è così difficile da decidere cara Rai?

DSC07771

I giudici e i finalisti di #tvoi 2019

I finalisti di The Voice of Italy

Dominique Chillé Diouf in arte Diablo, Miriam Di Criscio in arte Miriam Ayaba, Brenda Carolina Lawrence, Carmen Pierri sono i 4 talenti che si giocheranno il titolo di “THE VOICE OF ITALY” 2019. Il vincitore si esibirà ai Music Awards il 5 giugno a Verona in onda in diretta su Rai1 . Dominique Chillé Diouf in arte Diablo – 18 anni nato a Roma vive a Cervasca (CN), disoccupato – per il Team Morgan, Miriam Di Criscio in arte Miriam Ayaba – 22 anni, nata a Desenzano del Garda (BS) vive a Milano, fundraiser – per il Team Elettra, Brenda Carolina Lawrence – 21 anni, nata a Cremona vive a Pieve d’Olmi (CR), studentessa – per il Team Gué, Carmen Pierri – 16 anni, nata a Salerno vive a Montoro (AV), studentessa – per il Team Gigi, sono le 4 Voci protagoniste della finale di “The Voice of Italy”.

DSC07809

Elettra Lamborghini e Brenda Carolina Lawrence

Info

#tvoi

Twitter: @thevoice_italy

www.instagram.com/thevoice_italy/

https://www.facebook.com/Thevoiceufficiale/

Televoto 894.424 da fisso – 475.475.0 da mobile