Elettro-Acqua 3D in cuffia oggi a Milano

Elettro-Acqua 3D in cuffia oggi a Milano

Questa sera, venerdì 15 Marzo 2019 presso il “Mare Culturale Urbano” di Milano in Via Giuseppe Gabetti al 15 con inizio alle ore 21, si terrà il concerto del duo Marco di Noia e Stefano Cucchi. Sarà un evento particolare visto che si potrà ascoltare solo la musica tramite cuffie. Essendo il loro Elettro-Acqua 3D un lavoro binerurale che usa a pieno i 360 gradi che questo sistema propone. Per avere lo stesso effetto si dovrebbe avere un impianto disposto per tutto il locale, ovviamente la soluzione cuffia è quella che rende fruibile al meglio questo sistema. Del dico e di loro abbiamo già parlato dedicandogli pezzo e intervista che trovate qui. Sopra ho ripreso il video del nostro incontro, Marco e Stefano, oltre ad essere due persone piacevolissime, hanno mischiate le loro culture per creare questo nuovo modo di pensare alla fruizione della musica. Tutta la vena classica e barocca, ma condita di elettronica reale (suonata), di Cucchi hanno accolto la profondità dei temi che di Noia, a dispetto del cognome, porta avanti. Proprio oggi che si parla di clima non si può certo non addentrarsi in questo concept che di Acqua, appunto, soprattutto parla. Li ho anche avuto ospiti nel mio programma a Radio Atlanta (Valore)

Stasera

Con loro sul palco di sarà anche Alberto Cutolo che li aiuterà ad aumentare il livello della loro musica, così come Andrea Messieri si occuperà dei suoni. Ad introdurre la sera l’amico, mio, Luca Varani collega giornalista vero e proprio vate del Prog italiano che ci racconterà anche il viaggio bi-neural verso la musica. Anche perché, secondo me, il duo milanese ha un disco che potrebbe essere un’evoluzione interessante di questo genere. Certo non fanno ouverture classiche ne hanno chitarre che non mancano in quelle zone (ehi porto la mia Stratocaster?), ma costruiscono musica e collegamenti tra una canzone e l’altra tipici del migliore Prog. Di solito evito di citare troppo gli sponsor ma Lem International, che ha portato il suo Silentsystem®, merita la menzione. Sono capaci tutti di supportare artisti ormai affermati, farlo con una realtà emergente è, oltre che lungimirante, per me molto meritorio. Saremo solo in 100 a potere beneficiare di questo espericoncerto, io in prima fila!

Che cosa cambia da un classico concerto?

L’audio della voce, dei sintetizzatori suonati e delle basi preregistrate saranno processati in tempo reale tramite computer e artisticamente elaborati dal vivo. Inoltre, l’uso di microfoni panoramici ambientali posti nella sala, il cui audio sarà rimandato agli spettatori sommato a effetti binaurali, arricchiranno il concerto di una originale realtà aumentata a livello sonoro. Indossando le cuffie wireless il pubblico potrà rimanere seduto oppure passeggiare all’interno della location, godendosi il concerto.

Info

www.elettroacqua3d.it

www.facebook.com/marcodinoia

www.youtube.com/user/Marcodinoia

www.instagram.com/marcodinoia

www.twitter.com/marcodinoia

Download gratuito di “ELETTRO ACQUA 3D” è disponibile ai seguenti link

https://itunes.apple.com/us/app/elettro-acqua-3d/id1411416322

https://play.google.com/store/apps/details?id=it.marcodinoia.elettroacqua3d

Annunci

La Poesia della Compagnia Balafori #storiedisaleprove #intervistemilanesi

La Poesia della Compagnia Balafori

Cheope Alice Turati foto di Fabio Ricci

Arriva al Factory32, al 32 di via Watt a Milano, lo spettacolo “Poeta Me” della compagnia Balafori. Parlare di sola danza è un po’ riduttivo perché, benché siano sostanzialmente una compagnia di ballerini, lo spettacolo è anche recitato e si avvicina molto al teatro. Come il titolo suggerisce si tratta di raccontare la poesia attraverso il movimento, quello che muove dentro per arrivare al gesto esterno. In scena cinque talentuosi danzatori che sono: Chiara Serafini, Cheope Alice Turati, Giovanna Belloni, Leonardo Moreno e Cecilia Francesca Croce guidati dalla coreografa Alessandra Costa. Ci saranno due spettacoli uno il 9 Febbraio 2019 alle ore 21 mentre il secondo sarà il 10 Febbraio alle ore 16. In questo ci sarà anche uno studio per un duo dal titolo: “Chiloè…come pesci fuor d’acqua

Leonardo Moreno foto di Fabio Ricci

#storiedisaleprove

Sono stato a trovarli per il mio format #storiedisaleprove che non si limita a raccontare, con una intervista, gli artisti. Ma li segue durante il lavoro di costruzione delle prove. Vederli in questo contesto lascia trasparire molto delle personalità e dell’approccio. Alessandra e Giovanna sono anche venute a trovarmi a Radio Atlanta per una puntata del mio programma Valore (che potete ascoltare qui) e ho avuto modo di conoscerle ancora meglio. La cosa che sicuramente balza all’occhio e la tranquillità con la quale si lavora. Spesso in questi contesti c’è un po’ di tensione, non con i Balafori. Andrò sicuramente a vederli perché già in fase di prove mi hanno molto emozionato con le loro performance. Fatelo anche voi, invece di stare sul divano a lamentarvi del concerto di Baglioni al Festival!

Balafori al lavoro foto di Fabio Ricci

Dicono del loro spettacolo

“Poeta Me” è uno spettacolo di teatro danza dove corpo e voce diventano un unico linguaggio, dove si trova una grande carica emotiva ma anche ironia, umorismo e passione. Le musiche che ci accompagnano e ci ispirano variano dal rock tedesco degli Einesturzende Neubaten ai pezzi intensi e vibranti di Max Richter e di alcuni dei “nostri” cantautori, grandi poeti, come Paolo Conte.

Giovanna Belloni foto di Fabio Ricci

Nel video ho dovuto, per problemi legati ai diritti, sostituire due pezzi che sentirete nello spettacolo con due cose degli Elettro Blue Budda

Info

www.compagniabalafori.wixsite.com
balafori@gmail.com
per le prenotazioni info@factory32.it
di www.fabioricci.it

grazie a SpaziOasi per l’ospitalità

#storiedisaleprove #intervistemilanesi

nuova locandina factory.jpg

“Attraversando Napoli” con Renato Caruso #milanostasera

“Attraversando Napoli” con Renato Caruso #milanostasera

Stasera ci sarà, a Milano presso il Latin Note di viale Certosa 131, una sera che il chitarrista Renato Caruso dedica a Napoli, come si evince dal titolo della serata “Attraversando Napoli” appunto. Ancora fresco dell’usica del suo “Pitagora pensaci tu”, sarà accompagnato dalla cantante/attrice Filly Lupo e dal mandolinista Raffaele Esposito. Oltre alle sue cose ci saranno omaggi alla grande musica partenopea da Malafemmena e Torna a Surriento” fino a Pino Daniele. Durante la serata ci saranno anche lettura di: Erri De Luca, Luciano De Crescenzo, Matilde Serao e poesie di Totò ed Eduardo De Filippo. Serata davvero notevole, Già solo sentire suonare Renato vale la pena, qui sopra l’intervista che abbiamo realizzato all’uscita del CD pubblicato da iCompany, prodotto da Simone Coen e distribuito da Self. Il garbo in cui l’artista, trapiantato a Milano, suona e accompagna tanti artisti è proprio notevole. È arrivato ad un livello in cui non gli serve nemmeno alzare i toni ma sa quando accompagnare e quando essere protagonista. Oltre tutto è una carissima persona, cosa non così scontata in questo mondo. Ci siamo fatti una bella chiacchierata anche settimana scorsa nella puntata del mio programma a Radio Atlanta Milano (qui c’è il podcast) che lo presenta benissimo. Ci vediamo stasera?

WhatsApp Image 2018-12-05 at 20.39.04.jpeg

Info

www.renatocaruso.eu

www.facebook.com/renatocaruso.official

www.youtube.com/renatocaruso1982

Latin Note” di Milano (Viale Certosa, 131 – per prenotazioni: tel. 02 38001756, e-mail: info@latin-note.it  prima consumazione obbligatoria per chi non cena €15)