Ron presenta “Lucio!” @roncellamare

Ron presenta “Lucio!”

Quando Ron ha presentato “Almeno pensami” a Sanremo, punta dell’iceberg del lavoro (“Lucio!” Sony Music Italia che puoi comprare qui) poi uscito in questi giorni, ho pensato che poteva essere un capolavoro o una schifezza. Lo ritengo un capolavoro, un omaggio all’amico di sempre non solo degno, ma soprattutto interessante musicalmente. Cosa che poteva essere davvero difficile. Sopra nel video la conferenza stampa sotto l’esecuzione del pezzo del festival live.

La realizzazione

Mettere mano a dei capisaldi della musica italiana è una cosa da mettere i brividi, si fa ma quasi sempre il risultato è indegno. Ma nel caso di “Lucio!” Rosalino ha fatto un lavoro incredibile, andando a risuonare capolavori, che quasi sempre lo vedevano, come autore o come musicista, tra i realizzatori degli originali. Così ha preso pezzo per pezzo e credo abbia immaginato come l’avrebbe suonata James Taylor o de Andrè. Trovo in ogni traccia omaggi e citazioni musicali. Il disco è stato suonato praticamente in diretta, cosa che si sente.

La voce

Ci vuole sempre un attimo per capire se canta Lucio o Ron, perché senza snaturarsi il cantautore pavese è entrato nel Dalla Mood. Un lavoro davvero intenso di amore e rispetto. Così come la chicca di “Come è profondo il mare” ribaltata nella musica ma con la voce originale di Dalla. Lucio il 4 avrebbe compiuto 75 anni, sono sicuro che ha gradito molto il dono. Senza considerare il doppio carpiato che è l’arrangiamento che occhieggia a Sting (“Moon over bourbon street”) e non solo, che da al pezzo, scritto proprio da Ron, tutt’altra direzione emotiva. Ma che dire della versione intensa, come se non lo fosse stata anche l’originale, di “Henna”. Un disco davvero intenso. Ma perché si poteva fare “La settima Luna” senza perdere l’emozione dell’originale? Grande lavoro davvero. “Chissà se lo sai” e “Quale allegria” da pelle d’oca.

Dal vivo

Arriva anche il live, con due concerti il 6 maggio 2018 al Teatro dal Verme di Milano e il 7 maggio all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Mentre dal 7 marzo via all’Instore Tour. Il disco è stato dedicato a Michele Mondella promoter discrografico, decano di questa professione, scomparso negli scorsi giorni.

Info

www.ron.it

https://www.facebook.com/Ron.ufficiale/

twitter @roncellamare

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...